Giovedì 17 Ottobre 2019 | 17:20

NEWS DALLA SEZIONE

Gli accertamenti
Monopoli, case vacanza non autorizzati: sequestrato bar abusivo dalla Polizia locale.

Monopoli, case vacanza non autorizzate: sequestrato bar abusivo dalla Polizia locale

 
Dai Carabinieri
Castellana, spacciavano in casa: arrestati madre e figlio

Castellana, spacciavano in casa: arrestati madre e figlio

 
Dalla Gdf
Bari, con moglie e figlio nasconde 3 chili eroina in valigia: arrestato napoletano all'Aeroporto

Bari, con moglie e figlio nasconde 3 chili eroina in valigia: arrestato napoletano all'Aeroporto

 
Agguato in serata
Bitritto, spari tra la folla: ferite due persone, grave un pregiudicato

Bitritto, spari tra la folla: ferite due persone, grave un pregiudicato Foto

 
A Bari
Canta in via Sparano per studiare in Puglia: l'odissea di un soprano russo

Canta in via Sparano per studiare in Puglia: l'odissea di un soprano russo

 
lavoro
Bitritto, sciopero Solution 30 Italia: in 99 rischiano il posto

Bitritto, sciopero Solution 30 Italia: in 99 rischiano il posto

 
nel Barese
Corato, rapinarono negozio in centro: arrestati padre e figlio

Corato, rapinarono negozio in centro: arrestati padre e figlio

 
nel Barese
Casamassima, rapina, furti d'auto ed estorsioni al centro commerciale: 51enne in carcere

Casamassima, rapina, furti d'auto ed estorsioni al centro commerciale: 51enne in carcere

 
sanità
Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

 
nel primo pomeriggio
Bari, anziano investito da moto mentre attraversa la strada, centauro fuggito

Bari, anziano investito da moto mentre attraversa la strada, centauro fuggito

 

Il Biancorosso

lega pro
Sabbione, il Bari ha un bomber «di scorta», già tre reti per lui

Sabbione, il Bari ha un bomber «di scorta», già tre reti per lui

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaStalking
Foggia, dai domiciliari continua a perseguitare la ex: in carcere 29enne

Foggia, dai domiciliari continua a perseguitare la ex: in carcere 29enne

 
TarantoLunedì
Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

 
PotenzaL'inchiesta
Potenza, 3 ordinanze per dossieraggio e corruzione: in manette l'avvocato De Bonis

Potenza, corruzione e mazzette: 3 arresti, anche un noto avvocato. Preso telefono di Pittella

 
BariGli accertamenti
Monopoli, case vacanza non autorizzati: sequestrato bar abusivo dalla Polizia locale.

Monopoli, case vacanza non autorizzate: sequestrato bar abusivo dalla Polizia locale

 
BrindisiLe indagini
Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

 
LecceIncidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
BatDanza
«Libero Corpo»: a Bisceglie Regione Puglia finanzia corso di formazione per danzatori professionisti

«Libero Corpo»: a Bisceglie Regione Puglia finanzia corso di formazione per danzatori professionisti

 
Materamorirono in 2
Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

 

i più letti

Ambiente

Polignano, in stallo il progetto del resort a Costa Ripagnola

Interrogata dai carabinieri una dirigente regionale (non è indagata) per ricostruire le tappe amministrative della vicenda

BARI - L’autorizzazione per realizzare un resort di lusso nei trulli di Costa Ripagnola, a Polignano a Mare, resta nel limbo. La Regione non ha infatti ancora preso alcuna decisione sull’iter autorizzativo finito nel mirino. Ma l’inchiesta giudiziaria della Procura di Bari va avanti e sembrerebbe esplorare ipotesi più ampie rispetto a quella, più semplice, dei possibili reati ambientali.

I sette trulli fronte mare in uno dei posti più pittoreschi della Puglia, che la Serim vorrebbe trasformare in alloggi per turisti, stanno facendo discutere da mesi. Venerdì scorso il comitato Via, riunito per discutere della richiesta di riesame del Provvedimento autorizzativo unico regionale (Paur) rilasciato a marzo, non ha formalizzato alcuna decisione. I tecnici hanno però condiviso una parte dei dubbi sollevati dalla relazione del capo dipartimento Barbara Valenzano, relativamente alla possibilità che l’autorizzazione «spacchettata» finisca per dare il «la» a una lottizzazione abusiva.

Il progetto originale conteneva infatti anche la previsione di un albergo (da realizzare lato terra, oltre il tracciato della statale 16) e un parco pubblico con relativo parcheggio: tutti elementi che sono spariti sia dal Paur che dal successivo permesso a costruire rilasciato dal Comune di Polignano. La competenza a esprimersi sul progetto da parte del comitato Via della Regione è dovuta all’esistenza di un finanziamento (non ancora erogato) da parte di Puglia Sviluppo per la realizzazione dell’albergo: senza quel finanziamento (senza l’albergo) la competenza sul progetto sarebbe stata del comitato Via della Città metropolitana. E, in più, i trulli sorgono su area agricola: è vero che la proposta della Serim prevede interventi soft (solo ristrutturazione interna dei trulli, passerelle in legno e tettoie), ma si tratta pur sempre di attività alberghiera con 21 posti letto.

Da qui le due ipotesi che il comitato Via dovrà esplorare: l’annullamento del Paur (che farebbe cadere, a cascata, anche il permesso a costruire), o la ripetizione della valutazione di impatto ambientale limitata al resort nei trulli.
Prima di Ferragosto la Procura di Bari aveva fatto acquisire dai carabinieri forestali, nella sede dell’assessorato regionale all’Ambiente e poi negli uffici del Comune di Polignano, tutta la documentazione relativa all’iter autorizzativo del progetto. Il fascicolo, nato dall’esposto presentato dagli ambientalisti, è assegnato al pm Baldo Pisani (che si occupa di reati ambientali) e al procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno, che coordina il pool «pubblica amministrazione»: dunque non solo l’ipotesi di una lottizzazione abusiva, ma anche quella di reati da parte degli uffici regionali o comunali.

I documenti acquisiti dovranno essere esaminati - probabilmente da un consulente tecnico - per analizzare la rispondenza dell’iter autorizzativo alle norme di legge. E proprio per saperne di più, i carabinieri forestali hanno ascoltato come testimone (non è indagata) la dirigente della sezione Autorizzazioni ambientali della Regione, Antonietta Riccio, da cui dipende (a interim) anche il servizio Via-Vas. Una lunga audizione, durata parecchie ore, incentrata proprio sull’esame del progetto e dei documenti.

La proposta della Serim ha seguito un iter burocratico lungo e molto complesso, che ha portato a due revisioni progettuali dopo altrettante bocciature. Tra queste, appunto, il «no» al parco pubblico sulla costa (e al relativo parcheggio pubblico, ritenuto troppo impattante in un’area sottoposta a tutela). Nel frattempo, proprio a seguito delle polemiche che si sono scatenate sul resort, la Regione ha avviato l’iter per l’istituzione dell’area protetta «Costa dei trulli», che abbraccerebbe quasi l’intero territorio di Polignano a Mare. Le due iniziative (il resort e il parco naturale) viaggiano su binari paralleli, ma per la seconda serve una legge: il presidente Michele Emiliano vorrebbe farla approvare entro la fine della legislatura. [m.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie