Sabato 20 Luglio 2019 | 09:22

NEWS DALLA SEZIONE

Società fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
Lirica
Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

 
L'anniversario
Strage via D’Amelio, a Bari un giardino intitolato all'agente di scorta Loi

Strage via D’Amelio, a Bari un giardino intitolato all'agente di scorta Loi

 
Liquami in mare
Torre Quetta, revocato divieto di balneazione: ok le analisi di Arpa Puglia

Torre Quetta, revocato divieto di balneazione, Decaro contro Aqp: «Basta disservizi»

 
Gli arresti
Tre rapine in tre mesi a Bitonto: due giovani in manette

Tre rapine in tre mesi a Bitonto: due giovani in manette

 
I controlli
Lavoro nero, blitz dei cc a Palese e Santo Spirito: multati 2 lidi

Lavoro nero, blitz dei cc a Palese e Santo Spirito: multati 2 lidi

 
I nuovi assetti
Bari, finisce la faida di Madonnella: clan Strisciuglio in ritirata

Bari, finisce la faida di Madonnella: clan Strisciuglio in ritirata

 
Il ciak
Riccardo Scamarcio a Gravina, al via le riprese del film «Ciccio Paradiso»

Riccardo Scamarcio a Gravina, al via le riprese del film «Ciccio Paradiso»

 
La tragedia
Bari, bagno di sera a Pane e Pomodoro: muore stroncato da malore 70enne russo

Bari, 70enne russo muore dopo bagno a Pane e Pomodoro: forse un malore

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiBottino di 25mila euro
Colpo al mobilificio in pieno giorno nel Brindisino: arrestato 57enne latitante

Colpo al mobilificio in pieno giorno nel Brindisino: arrestato 57enne latitante

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

 
BariSocietà fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
PotenzaL'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
LecceL'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Il caso

Casamassima, tenta di rapire bimbo dall’auto del padre: arrestato 34enne

La vicenda sta scuotendo l’intera comunità cittadina

Casamassima, tentano di rubare furgone: arrestato barese, complice in fuga

BARI - Momenti di autentico terrore sono stati vissuti a Casamassima dal padre di un bambino di 5 anni per strappare il figlio dalle grinfie di un presunto pedofilo di nazionalità indiana, R. K., di 34 anni, senza fissa dimora e da qualche tempo è stato notato in città. Lo straniero ha cercato con tutte le sue forze di rapirlo dall’interno dell’auto ed è nata una colluttazione.

È quanto accaduto l’altra sera intorno alle 20 via don Minzoni, la strada accanto alla Villa comunale, di fronte alla scuola elementare Marconi. Il rapimento è stato sventato dai Carabinieri della Stazione locale in servizio di pattugliamento. Sul posto si sono fiondati anche i Carabinieri della Compagnia di Gioia, comandata dal maggiore Ennio Maglie, e al termine l’uomo è stato arrestato e si trova ora nel carcere di Bari.

La vicenda sta scuotendo l’intera comunità cittadina. Ecco la ricostruzione.
Sono all’incirca le 20 di una qualunque sera estiva. Una mamma si trova nella villa comunale e tiene per mano il figlio di 5 anni. È in attesa di suo marito che sta per prenderlo e portarlo con sé in auto. Ma non sanno di essere spiati dall’indiano.

Giunge il padre del bimbo che si porta il piccolo in auto. L’indiano segue i due. Giusto il tempo di sedersi al posto di guida e l’indiano si avventa sul bambino approfittando del fatto che il finestrino dell’auto dal lato passeggeri è aperto. Afferra il piccolo e tenta di portarlo via con sé prendendolo in braccio. Nasce una violenta colluttazione tra il papà e il rapitore, ma il genitore riesce ad avere la meglio, chiudendo il finestrino e bloccando le serrature delle portiere. Tenta di mettere in moto e a stento riesce a ingranare la marcia, ma l’uomo non si dà per vinto. In pratica, il 34enne si lancia sul cofano dell’auto colpendo il parabrezza e il cofano con pugni ripetutamente. Il padre del bimbo in quegli attimi tremendi riesce a telefonare al 112 dei carabinieri con il suo cellulare. Si fiondano così sul posto due militari in pattugliamento, i marescialli Michele Colucci e Michele Izzo secondo i testimoni e nello stesso tempo allertano i colleghi della Compagnia di Gioia. I due sottufficiali colgono l’uomo mentre è ancora steso sul cofano della vettura.

Il «lieto fine» è l’arresto dell’energumeno, ma con il terrore negli occhi di quel papà che ha rischiato di vedersi strappare via la sua creatura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie