Venerdì 20 Settembre 2019 | 22:11

NEWS DALLA SEZIONE

Il rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
Negli ospedali
Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

 
I controlli
Bari, controlli della Gdf: beccati 159 lavoratori in «nero»

Altamura, Gdf scopre 13 lavoratori in nero in azienda bibite: ora tutti assunti

 
Nella notte
Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

 
Arte
Molfetta si trasforma in capitale della scultura

Molfetta si trasforma in capitale della scultura

 
L'inchiesta
Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

 
La decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
nel Barese
Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

 
Il caso dress code
Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

 

Il Biancorosso

Il match di domenica
Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

Il caso

Casamassima, tenta di rapire bimbo dall’auto del padre: arrestato 34enne

La vicenda sta scuotendo l’intera comunità cittadina

Casamassima, tentano di rubare furgone: arrestato barese, complice in fuga

BARI - Momenti di autentico terrore sono stati vissuti a Casamassima dal padre di un bambino di 5 anni per strappare il figlio dalle grinfie di un presunto pedofilo di nazionalità indiana, R. K., di 34 anni, senza fissa dimora e da qualche tempo è stato notato in città. Lo straniero ha cercato con tutte le sue forze di rapirlo dall’interno dell’auto ed è nata una colluttazione.

È quanto accaduto l’altra sera intorno alle 20 via don Minzoni, la strada accanto alla Villa comunale, di fronte alla scuola elementare Marconi. Il rapimento è stato sventato dai Carabinieri della Stazione locale in servizio di pattugliamento. Sul posto si sono fiondati anche i Carabinieri della Compagnia di Gioia, comandata dal maggiore Ennio Maglie, e al termine l’uomo è stato arrestato e si trova ora nel carcere di Bari.

La vicenda sta scuotendo l’intera comunità cittadina. Ecco la ricostruzione.
Sono all’incirca le 20 di una qualunque sera estiva. Una mamma si trova nella villa comunale e tiene per mano il figlio di 5 anni. È in attesa di suo marito che sta per prenderlo e portarlo con sé in auto. Ma non sanno di essere spiati dall’indiano.

Giunge il padre del bimbo che si porta il piccolo in auto. L’indiano segue i due. Giusto il tempo di sedersi al posto di guida e l’indiano si avventa sul bambino approfittando del fatto che il finestrino dell’auto dal lato passeggeri è aperto. Afferra il piccolo e tenta di portarlo via con sé prendendolo in braccio. Nasce una violenta colluttazione tra il papà e il rapitore, ma il genitore riesce ad avere la meglio, chiudendo il finestrino e bloccando le serrature delle portiere. Tenta di mettere in moto e a stento riesce a ingranare la marcia, ma l’uomo non si dà per vinto. In pratica, il 34enne si lancia sul cofano dell’auto colpendo il parabrezza e il cofano con pugni ripetutamente. Il padre del bimbo in quegli attimi tremendi riesce a telefonare al 112 dei carabinieri con il suo cellulare. Si fiondano così sul posto due militari in pattugliamento, i marescialli Michele Colucci e Michele Izzo secondo i testimoni e nello stesso tempo allertano i colleghi della Compagnia di Gioia. I due sottufficiali colgono l’uomo mentre è ancora steso sul cofano della vettura.

Il «lieto fine» è l’arresto dell’energumeno, ma con il terrore negli occhi di quel papà che ha rischiato di vedersi strappare via la sua creatura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie