Venerdì 30 Luglio 2021 | 21:06

NEWS DALLA SEZIONE

il punto
Le strategie dei partiti con la galassia dei no vax

Le strategie dei partiti con la galassia dei no vax

 
Il punto
La giustizia si riforma «solo» con l’armonia draghiana

La giustizia si riforma «solo» con l’armonia draghiana

 
Esperti a confronto
Bari, in città il futuro si chiama «mare»

Bari, in città il futuro si chiama «mare»

 
la riflessione
A che serve davvero il lasciapassare sanitario

A che serve davvero il lasciapassare sanitario

 
la riflessione
Quei cari banditori, altro che fake news

Quei cari banditori, altro che fake news

 
il punto
Se il vaccino diventa una questione politica

Se il vaccino diventa una questione politica

 
L'analisi
Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

 
Il commento
Le notti magiche seduti sul divano di casa

Le notti magiche seduti sul divano di casa

 
La riflessione
Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

 
il punto
Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

 
l'approfondimento
Dobbiamo attrezzarci per una vita da precari

Dobbiamo attrezzarci per una vita da precari

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barisangue sulle strade
Incidente mortale sulla statale 96

Incidente mortale sulla statale 96

 
Foggiale indagini
Rapine a Foggia, due fratelli a domiciliari e terzo in cella

Rapine a Foggia, due fratelli a domiciliari e terzo in cella

 
Potenzamobilità
Fal, chiusa dal 2 agosto la linea Potenza Inferiore - Santa Maria

Fal, chiusa dal 2 agosto la linea Potenza Inferiore - Santa Maria

 
LecceTragedia sfiorata
Nardò, cade su scogliera di Tore Uluzzo e precipita per tre metri

Nardò, cade su scogliera di Torre Uluzzo e precipita per tre metri

 
PotenzaDati aggiornati
Basilicata, Covid: 37 positivi su 892 tamponi esaminati

Basilicata, Covid: 37 positivi su 892 tamponi esaminati

 
BrindisiVertice in Prefettura
Brindisi, vigneti danneggiati a Cellino San Marco: controlli da intensificare

Brindisi, vigneti danneggiati a Cellino San Marco: controlli da intensificare

 
TarantoAllarme
Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare - RITROVATO

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 

i più letti

L'analisi

Tre duri anni di lavoro: la scommessa di Mancini

Dopo oltre mezzo secolo, 53 anni dopo. L’Italia torna a dominare il calcio europeo

Tre duri anni di lavoro: la scommessa di Mancini

Dopo oltre mezzo secolo, 53 anni dopo. L’Italia torna a dominare il calcio europeo. «Football is coming home». In Italia, dove si vive di calcio, dove si respira calcio, dove il calcio è una questione dalla quale non si può prescindere. Su Wembley il cielo plumbeo e uggioso si colora d’azzurro. Non era previsto ed è per questo ancora più bello. In 120 minuti c’è tutto il «dna» del calcio manciniano. C’è sofferenza, c’è gioco, c’è volontà. E c’è anche un pizzico di fortuna, che non guasta mai e aiuta gli audaci.

Dopo oltre mezzo secolo, 53 anni dopo. L’Italia torna a dominare il calcio europeo. «Football is coming home». In Italia, dove si vive di calcio, dove si respira calcio, dove il calcio è una questione dalla quale non si può prescindere. Su Wembley il cielo plumbeo e uggioso si colora d’azzurro. Non era previsto ed è per questo ancora più bello. In 120 minuti c’è tutto il «dna» del calcio manciniano. C’è sofferenza, c’è gioco, c’è volontà. E c’è anche un pizzico di fortuna, che non guasta mai e aiuta gli audaci. Aiuta, dunque, anche un «cittì», Roberto Mancini, che ha avuto il coraggio di rivoltare mentalità e costumi tecnici di una Nazionale sfiduciata, uscita a pezzi dal fallimento delle qualificazioni mondiali 2018. Mancini, il commissario tecnico «visionario». Vincere giocando bene.

Tre anni di ricostruzione, tre anni di lavoro, di ristrutturazione. Una squadra che è diventata di tutti, sostenuta da tutti. Una squadra col sorriso, spontaneamente simpatica. Una scommessa vinta anche dal presidente federale Gravina, un uomo della Puglia. L’Inghilterra, Londra, possono attendere. Non è ancora arrivato il loro momento.
Ma il segnale inequivocabile, volato via da questo torneo itinerante, è che l’Italia è tornata. Prepotente, bella e possibile. Meravigliosa.

Un altro dato importante. La Nazionale è il prodotto finale e diretto del campionato. Vero è che il miglior giocatore azzurro è stato Jorginho fresco vincitore della Champions, che Verratti gioca nel Psg e che anche Emerson gioca nel Chelsea; ma è altrettanto vero che l’epilogo dell’Europeo dice chiaro e tondo che anche la Serie A sta tornando, lentamente, ai livelli di un tempo, cioè alla pari, o poco sotto, i maggiori campionati i continentali. Di certo la Premier League è più ricca, di soldi e di talenti, di giocatori di prima fascia. Ma la A, anche grazie a questa impresa senza precedenti, sta dimostrando di poter tornare su grandi livelli.

La sensazione? La sensazione è che questa Nazionale abbia appena cominciato il suo percorso di crescita, di vittorie. La montagna Wembley è stata scalata. Come faceva Pantani. Con rabbia. Con classe. Con la testa e con le gambe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie