Martedì 02 Marzo 2021 | 02:57

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Se anche i migranti vanno via da Puglia e Basilicata

Se anche i migranti vanno via da Puglia e Basilicata

 
L'analisi
Un nuovo Mandrake per rifare conoscenza

Un nuovo Mandrake per rifare conoscenza

 
Il commento
Sindaci costretti dal Covid a fare gli sceriffi

Sindaci costretti dal Covid a fare gli sceriffi

 
L'editoriale
Risparmio poco virtuoso se non accetta il rischio

Risparmio poco virtuoso se non accetta il rischio

 
L'ANALISI
Se l’industria farmaceutica diventa strategica

Se l’industria farmaceutica diventa strategica

 
Il caso
Effetto virus italiani sempre più individualisti

Effetto virus italiani sempre più individualisti

 
La riflessione
Squadra al completo, non ci sono più alibi

Squadra al completo, non ci sono più alibi

 
L'analisi
sindaci

Da 50 sindaci «sfida» a Draghi: dateci i fondi e il Sud riparte

 
L'editoriale
Governare può logorare anche i primi della classe

Governare può logorare anche i primi della classe

 
La testimonianza
La vaccinazione degli anziani può attendere

La vaccinazione degli anziani può attendere

 
Il ricordo
Addio Franco Cassano, un orizzonte oltre le ferite della modernità

Addio Franco Cassano, un orizzonte oltre le ferite della modernità

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaa Lucera
Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

Bracciante africano si suicida nel Foggiano: «Bisogna ascoltare il disagio»

 
BariLa richiesta
Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

Vaccini anti Covid, l'appello dell'associazione disabili di Bari: «Inserirli tra priorità»

 
LecceLa decisione
Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

Lecce, scomparsa 21 anni fa: il caso Martucci approda alla Camera

 
TarantoLa novità
Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

Msc farà rotta su Taranto: da maggio al via alle crociere

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

Brindisi, il sindaco Rossi azzera la giunta: verso nuove nomine

 
Potenzal'appello
Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

Potenza, campagna vaccini: «Emodializzati non possono attendere tempi della politica»

 
MateraIl video
Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

Matera, campagna vaccinale per 200 persone tra forze dell'ordine e personale scolastico

 
BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 

i più letti

Il commento

Vento pugliese soffia su Luna Rossa: Lisco e il legame del mare

Vento pugliese soffia su Luna Rossa: Lisco e il legame del mare

Vento pugliese soffia su Luna Rossa che andrà a giocarsi l'America's Cup contro i neozelandesi. L'orgoglio di Puglia si chiama Fabrizio Lisco. Una di quelle figure che c'è, ma non si vede; non si vede e si «sente». Nel calcio vivrebbe una vita da mediano, per dirla alla Ligabue: «Con dei compiti precisi, a coprire certe zone, a giocare generosi, lì sempre lì nel mezzo, finché ce n'hai stai lì». Un rigger, dove c'è una fune c'è lui, anche l'albero è cosa e casa sua. Uno di quelli che «cura» l'imbarcazione, assicurandosi che tutto funzioni a dovere sulla scorta di competenze tecniche e tecnologiche precise. Con gentilezza, attenzione, gelosia.

Perché una barca, non solo a quei livelli, è come una donna. Non bisogna trascurarla. Mai. Fabrizio Lisco è spinto da circa diecimila tesserati Fiv pugliesi. Un numero niente male, ma che può e deve ancora crescere. Come tutto il movimento velistico.

La Puglia in generale, e Bari in particolare, hanno con il mare un legame profondo. Una simbiosi che da sempre ha caratterizzato la storia del capoluogo, le cui vicende si sono spesso «confuse» con il mare. Compagni di viaggio da secoli. Al mare è strettamente connessa anche la storia religiosa della città, a testimoniare che, in fondo, il popolo barese è da sempre un popolo di marinai.

Come dimenticare, in questo contesto, il «furto» delle reliquie di San Nicola conservate a Mira? Chi portò a termine la missione? Marinai. Baresi. Per regalare alla loro città una dignità religiosa che ancora ricercava (l'arcivescovo continuava a chiamarsi di Canosa e di Bari) e che poi avrebbe generato profitti anche per l'economia cittadina, i primi passi di quello che si è trasformato in vero e proprio turismo religioso. E che, ancora oggi, non purtroppo in questi tempi di Covid, consente al capoluogo una serie di entrate economiche importanti. Basta una comitiva di russi ben assestati a finanza.

Ma la vela in Puglia non fila via proprio a... gonfie vele. La speranza è che possa esserci un effetto-Lisco, e magari anche un effetto-Ferrarese se quest'ultimo dovesse centrare le Olimpiadi, a fare da traino. Perché mare, città e territorio vivono di connessioni, uno per l'altro. Perché non pensare a ristrutturare e migliorare, per esempio, tutta la rete dei porti turistici?

Dal Gargano al Salento, chilometri di costa che alternano pochi porti realmente turistici ad altri inseriti in porti veri e propri. In generale l'offerta pugliese riesce più o meno a soddisfare le richieste locali, con gente che preferisce andarsene dall'altra parte dell'Adriatico per avere più comfort. Lo sviluppo del turismo nautico «a vela o a motore che sia», che non è un turismo solo ed esclusivamente dedicato a chi è più facoltoso, genererebbe una serie di vantaggi. Ormeggiare la barca significa un posto di lavoro (l'addetto alla barca che «parcheggia»); scendere a terra e infilarsi nello splendido entroterra pugliese farebbe poi il resto.

Sulla scia di Lisco, potrebbe smuoversi anche un altro indotto che gira attorno a questa disciplina bella, affascinante e che regala un senso di libertà. Quello che chiama in causa istruttori e negozi per accessori. C'è, insomma, tutto un mondo più o meno «potenziale» che potrebbe tentare di «esplodere». In questi dannati tempi di Covid? Beh, ogni tanto proviamo a pensare in positivo. Intanto, senza tirare in ballo le balene e il loro lato B, buon vento a Lisco e alla «sua» Luna Rossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie