Giovedì 27 Febbraio 2020 | 10:04

NEWS DALLA SEZIONE

Il punto
Il vaccino della «pulce» fa guarire dalla paura

Il vaccino della «pulce» fa guarire dalla paura

 
Il commento
I danni all’economia e i danni all’immagine

I danni all’economia e i danni all’immagine

 
Il punto
Ma non dobbiamo dare un calcio al pallone

Ma non dobbiamo dare un calcio al pallone

 
L'analisi
Non è ancora pandemia ma sui «social» è pandemonio

Non è ancora pandemia ma sui «social» è pandemonio

 
Il commento
L'alfabeto imperfetto della tempesta perfetta

L'alfabeto imperfetto della tempesta perfetta

 
L'analisi
Restare uniti: l’esame di maturità per la politica

Restare uniti: l’esame di maturità per la politica

 
Il commento
La chiesa e il vocabolario del «metodo barese»

La chiesa e il vocabolario del «metodo barese»

 
Il commento
Casa dolce casa, ma anche un pezzo di storia ignorata

Casa dolce casa, ma anche un pezzo di storia ignorata

 
L'analisi
Le divisioni del Papa per l’Unione mediterranea

Le divisioni del Papa per l’Unione mediterranea

 
Il commenrto
Panico, politici e fake news gli «alleati» del Covid 19

Panico, politici e fake news gli «alleati» del Covid 19

 
Il commento
Bonus gas, la Crociata lucana

Bonus gas, la Crociata lucana

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantol'allarme
Coronavirus a Taranto, Fim: «Sanificare ambienti ArcelorMittal»

Coronavirus a Taranto, Fim: «Sanificare ambienti ArcelorMittal»

 
Batevitare contagi
Coronavirus, nella Bat accessi regolamentati in ospedali; sospese attività studio al «Dimiccoli» di Barletta

Coronavirus, nella Bat accessi regolamentati in ospedali; sospese attività studio al «Dimiccoli» di Barletta

 
PotenzaMaltempo
Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
LecceIsolato a Codogno
La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

L'analisi

Quante «bombe» sul cammino del possibile governo

Non sappiamo in questa pazza crisi quali conseguenze avrà l’improvviso irrigidimento di Luigi Di Maio nella trattativa con il Pd

Quante «bombe» sul cammino del possibile governo

Non sappiamo in questa pazza crisi quali conseguenze avrà l’improvviso irrigidimento di Luigi Di Maio nella trattativa con il Pd – giudicato dai Democratici come un ‘inaccettabile ultimatum’ - e vediamo di capire come e perché siamo arrivati a questo punto.

L’8 agosto, giorno di apertura della crisi di governo, Nicola Zingaretti confermò in assoluta buona fede che il Pd era favorevole alle elezioni. Lo diceva da mesi e questo ha convinto Salvini a rompere il patto con Di Maio. Le cose sono andate diversamente non solo per il ribaltamento della posizione di Renzi. Sul segretario del Pd si è abbattuta la fortissima pressione di un vasto mondo di riferimento.

Dall’Europa agli Stati Uniti, dalla Chiesa al volontariato, dal mondo finanziario a quel complesso di poteri e di centri d’influenza che non ha mai consentito al centrodestra di eleggere un presidente della Repubblica. Si aggiungano le 400 importantissime nomine di primavera nelle società partecipate e il quadro sarà completo. Nella controversa collocazione ideologica e politica da attribuire al Movimento, questo mondo ha preferito affiancargli un partito “di sistema” come il Pd piuttosto che far vincere le elezioni a un partito considerato “antisistema” come la Lega. Che i consensi popolari per Salvini fossero vicini al 40 per cento era una pericolosa aggravante.

Se riuscirà a nascere, il governo giallorosso dovrà affrontare problemi micidiali come la Bestia che si parò davanti a Dante nel primo canto dell’Inferno e gli fece “tremar le vene e i polsi”. Trovati i 23 miliardi per disinnescare la bomba dell’aumento dell’Iva, si dovranno far convivere reddito di cittadinanza e 80 euro con le auspicate iniziative di riduzione fiscale. Favorire le imprese o i cittadini è una scelta politica, ma sempre tanti soldi bisogna trovare. Cosa difficile a un governo compatto come è stato fino alla primavera del 2018 quello del Pd, proibitivo se i due partiti di una coalizione tirano la corda da posizioni opposte.

La sconfitta del ‘cattivo’ Salvini ha fatto tornare il sorriso a Bruxelles e certamente l’Italia incontrerà maggiore comprensione, sempre nei limiti delle regole. Il calo dello spread aiuta i conti pubblici (100 punti valgono 3,5 miliardi), ma l’economia è ferma e la cassa integrazione è aumentata di un terzo rispetto all’anno scorso. I consumi interni sono bloccati e le esportazioni soffrono. Salvini pensava di dare una frustata con la flat tax, anche in deficit. Vedremo la soluzione del governo giallorosso, se e a quali condizioni Conte riuscirà a formarlo. La metà del Paese che secondo i sondaggi voterebbe centrodestra e avrebbe preferito le elezioni è molto disorientata e teme – probabilmente a torto – un qualche aumento delle imposte. Questa incertezza, se non sarà fugata al più presto, non favorisce gli investimenti, anche piccoli. E non sappiamo quale sarà la reazione di quegli industriali del Nord Est che all’inizio della crisi hanno dato a Salvini una pubblica quanto inedita spinta verso il voto. Il successo del Capitano ha tre padri: una efficace lotta all’immigrazione forzata, una politica di opposizione (forse eccessiva, soprattutto nei toni) a un’Europa sorda e spesso ipocrita che ha preferito la contabilità dei decimali alle grandi visioni dei Padri fondatori e la prospettiva, realizzata in piccola parte, di una riduzione fiscale. Certo, si può far meglio. Vedremo come.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie