Sabato 16 Febbraio 2019 | 04:46

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

la proposta

«Pali elettrici
come opere d’arte
nella valle del Bradano»

pali artistici

di ANTONIO PACE

POTENZA - «Il Parco dei giganti elettrici»: Ovvero come trasformare i tralicci degli elettrodotti in opere d’arte e inserirle nell’ambiente dando al territorio che li ospita una immagine che li faccia riconoscere e identificarli, oltre che assegnare opportunità di sviluppo e valorizzazione. È la proposta di Fabio Satriano, giovane architetto di Potenza che vive e lavora a Roma, ma fortemente radicato alla sua terra. «L’idea prende forma - spiega Satriano - dalla considerazione che le infrastrutture, per loro stessa natura di utilità pubblica, sono abbondantemente presenti, ovunque il territorio sia antropizzato. Ho intravisto l’opportunità di un progetto dal diverso approccio: non pensare, cioè, l’infrastruttura come qualcosa che al massimo possa diventare un bell’oggetto di design o di arredo urbano, ma un’opportunità di sviluppo e valorizzazione del territorio».

«E’ una cosa che in passato è successa spesso - continua - la torre Eiffel, un esempio su tutti, oggi uno degli indiscussi attrattori turistici, simbolo di Parigi e della Francia, nacque anche per rispondere alle esigenze legate alle tecnologie (radio e telecomunicazioni) che all’epoca esordivano. Si tratta di un parco tematico pensato nella valle del Bradano che si sviluppa attorno al tema dell’elettrodotto (infrastruttura inevitabilmente già presente in larga misura sul territori) i cui tralicci hanno forme antropomorfe in posizioni che ricordano le acrobazie dei bimbi intenti a divertirsi: si gioca, è il caso di dire, sul fatto che un traliccio può, come del resto già accade, assumere diverse forme. L’ambizione è quella di produrre un’immagine dalla forte valenza iconica, che sappia integrarsi ponendo l’accento sulla bellezza di quei territori rendendoli più riconoscibili e mediaticamente più accattivanti. Oltre all’aspetto strettamente legato all’immagine – ha concluso l’architetto Satriano - la proposta prevede lo sviluppo, lungo il tragitto dell’elettrodotto, di una serie di attrezzature e di percorsi tematici, da qui l’idea di farne un vero e proprio parco, il “parco dei giganti elettrici” dove siano previsti interventi di minima entità ed impatto: trekking campestre e di archeologia rurale (che preveda il tour delle masserie o dei borghi rurali dismessi) tracciati per bici, percorsi informativi e formativi finalizzati alla conoscenza del territorio (la sua storia, la sua architettura) ed all’introduzione soprattutto per i più giovani, al mondo dell’agricoltura (del grano in particolare) e dell’allevamento, fattorie didattiche (si prevede il recupero di alcuni degli innumerevoli ruderi disseminati in tutta la valle), si è pensato infine di inglobare la già esistente rete ferroviaria delle Fal (tramite, anche qui, il recupero delle molte stazioni abbandonate)».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

Putignano, Gabrielli sigla accordo per la nascita di un nuovo commissariato di polizia

 
Intervista al regista della Divina Commedia Opera Musical, novità per i Negramaro

Intervista al regista della Divina Commedia Opera Musical, novità per i Negramaro

 
Locri - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Bari, su Biancorosso le nuove maglie e il futuro di Cornacchini. Locri-Bari, il prepartita Video

 
Facevano saltare bancomat in Lombardia con dispositivo rudimentale: 3 foggiani arrestati

Facevano saltare bancomat in Lombardia con dispositivo rudimentale: 3 foggiani arrestati

 
San Valentino, Bari festeggia ballando in Largo Albicocca

San Valentino, Bari festeggia ballando in Largo Albicocca

 
Centinaio annuncia: «Presto decreti su gelate e Xylella»

Gilet arancioni, Centinaio: «Presto decreti su gelate e Xylella»
Emiliano: «A marzo piano sviluppo»

 
Foggia, rapinatori seriali arrestati in flagrante: incastrati da un buco sulla serranda di una tabaccheria

Un buco sulla serranda di una tabaccheria incastra rapinatori: 4 arresti a Foggia

 
squadra mobile

squadra mobile

 
«Non accettava la fine della relazione»: così la ex amante ha fatto uccidere il netturbino

«Non accettava la fine della relazione»: così la ex amante ha fatto uccidere il netturbino

 
Andria, «zuccheraggio» del vino: sequestrati migliaia di ettolitri e stabilimento abusivo

Andria, «zuccheraggio» del vino: sequestrati migliaia di ettolitri e stabilimento abusivo VD

1commento

 
Matera, rapina da film in gioielleria: uno degli autori incastrato dalle telecamere

Matera, rapina da film in gioielleria con kalashnikov: arrestato 25enne

 
Bari-Marsala, rivediamo i goldi Floriano, Brienza e Simeri

Bari-Marsala, rivediamo i gol
di Floriano, Brienza e Simeri