Domenica 18 Aprile 2021 | 20:45

NEWS DALLA SEZIONE

Nuova uscita
«Tratto da una storia vera», la vita e gli incontri di Joe Barbieri nel suo disco più autobiografico

«Tratto da una storia vera», la vita e gli incontri di Joe Barbieri nel suo disco più autobiografico

 
Il riconoscimento
Una vetrina internazionale per i Tarantolati di Tricarico, in una compilation con U2 e Joe Cocker

Una vetrina internazionale per i Tarantolati di Tricarico, in una compilation con U2 e Joe Cocker

 
Nuove uscite
«Fragile», in un EP la sensibilità della salentina Dalila Spagnolo

«Fragile», in un EP la sensibilità della salentina Dalila Spagnolo

 
Disco
Con Mauro Gargano il jazz risuona di «distanziamento»

Con Mauro Gargano il jazz risuona di «distanziamento»

 
Il brano
«Haumea», dal Salento Ariostea e il suo inno alla forza di andare avanti nonostante le difficoltà

«Haumea», dal Salento Ariostea e il suo inno alla forza di andare avanti nonostante le difficoltà

 
Nuovo singolo
«Omogeneizzato», con ironia il progetto Acquari canta il senso della vita

«Omogeneizzato», con ironia il progetto Acquari canta il senso della vita

 
Nuove uscite
«Sono arrivato qui», il salentino Mava e il coraggio di essere se stessi

«Sono arrivato qui», il salentino Mava e il coraggio di essere se stessi

 
L'ep
«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

 
Il disco
Creatività e pandemia, il pugliese Abbaticchio conquista le classifiche Usa

Creatività e pandemia, il pugliese Abbaticchio conquista le classifiche Usa

 
Musica
«Band Aid 2020», il mito degli anni '80 nel nuovo lavoro del gruppo leccese-bolognese

«Band Aid 2020», il mito degli anni '80 nel nuovo lavoro del gruppo leccese-bolognese

 
Colonne sonore
Le porno-vendette della serie Nudes e la musica del barese Cerasi

Le porno-vendette della serie Nudes e la musica del barese Cerasi

 

Il Biancorosso

Serie c
Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMaltempo
Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

 
TarantoIl caso
Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Portale dello Ionio: tutti con AstraZeneca

Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Porta dello Ionio: tutti con AstraZeneca

 
LecceIl caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
BatIl caso
L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

 
MateraIl virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
PotenzaIl caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
FoggiaIl caso
Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Pressioni su ex dirigente del Comune: indagato il sindaco di Brindisi

 

i più letti

Nuove uscite

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Si chiama People need People, ed è fuori da domani, 26 febbraio

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

People Need People: non avrebbero potuto scegliere un titolo più appropriato i baresi Nicola Conte e Gianluca Petrella per questo loro album che esce in un momento nel quale tutti avvertiamo come vitale la necessità di recuperare la «connessione» col prossimo per sfuggire almeno alle quarantene dell’anima. L’album, da domani in uscita, vede i due musicisti baresi impegnati in una serie di combinazioni musicali che includono nelle varie tracce musicisti residenti in buona parte del Globo, da Raashan Ahmad (USA), a Nududuzo Makatini (Sudafrica), Magnus Lindgren (Svezia), Debo Ray (USA), Bridgette Amofah (Ghana/Inghilterra), Abdissa Assefa (Ethiopia/Finlandia), Teppo Makynen (Finlandia), insieme agli italiani Davide Shorty, la salentina Carolina Bubbico e ancora Tommaso Cappellato, Seby Burgio, Marco Rubegni, Pasquale Calò, e ai già noti Pasquale Mirra e Simone Padovani. Ma soprattutto propone una gustosa miscela di afro-beat e spiritual jazz nel cui Dna non è difficile cogliere riferimenti a storiche incisioni del passato.

«In questo momento difficile – spiega Conte - nel quale molte cose ci vengono negate, abbiamo voluto realizzare un disco che fosse capace di esprimere il desiderio di comunicare che tutti quanti stiamo vivendo. In un certo senso, il nostro è un approccio di taglio filosofico, perché non è detto che la musica, per essere impegnata, debba manifestarsi solo nella complessità. Compito degli artisti è saper esprimere il sentire di parte della società e così abbiamo deciso di assumere una posizione alternativa a quel comune pensare che relega le espressioni culturali a un semplice accessorio ludico o a vernissage intellettuali. Ci piacerebbe contribuire a indicare la strada di un nuovo Umanesimo».


Conte, parliamo dei linguaggi adoperati. Come sempre c’è uno sguardo ampio sulla Black Music.
«Con Gianluca abbiamo scelto di lavorare su una musica “pura” di stampo tribale, con un imprinting africano molto evidente, ma al contempo filtrato dalla nostra sensibilità di artisti mediterranei. A beneficio dei puristi vorrei anche aggiungere che non stiamo parlando di un disco di jazz, sebbene il jazz abbia un ruolo fondamentale, di coagulo fra tutti gli elementi impiegati. Come del resto anche nelle mie precedenti registrazioni».


Ci spieghi meglio questa sua idea di mediterraneità.
«Credo che noi artisti del Sud abbiamo una nostra autonomia culturale che ci conferisce una visione senza barriere, ci fa esprimere un’unità di linguaggi in un’epoca che invece è caratterizzata dalle divisioni. Al tempo stesso però siamo in grado di smarcarci dalle influenze per rivendicare le nostre radici».

Come è stato realizzato il disco e cosa può dirci del suo rapporto con Petrella? «Il disco ha una parte “elettronica” e un’altra più squisitamente musicale. Del resto molti contributi sono stati realizzati in mezzo mondo, dall’Europa all’America e poi li abbiamo assemblati noi. Con Gianluca non è un ritorno, né un ospite perché sin da Spiritual Galaxy abbiamo continuato a condividere musica e idee, pur avendo ognuno la propria vita artistica. Il nostro rapporto è paritario».

È un momento difficile per una nuova uscita discografica. Come la promuoverete?
«Non potendo fare affidamento sulla musica dal vivo, ricorreremo ad altri canali, innanzitutto video, ma con delle formule poco convenzionali. Ci stiamo ispirando a quella stagione dell’arte contemporanea italiana nella quale personaggi come Bene, Pascali, Schifano, agivano trasversalmente portando i propri linguaggi anche sullo schermo. In un’epoca di grande autoreferenzialità, penso sia più giusto cercare l’ispirazione in un passato che ha visto l’arte cogliere l’esigenza di cambiamento di quella parte di società più aperta mentalmente».

Ha toccato il tasto nevralgico della musica dal vivo: qual è la sua opinione? «Ciò che accade nei weekend delle zone gialle è sotto gli occhi di tutti e a maggior ragione per questo mi domando cosa impedisca di far ripartire la musica dal vivo, i concerti, considerato che, sia al chiuso, sia all’aperto, ci sono regole più chiare e più facili da far rispettare. Non è come accalcarsi nelle vie dello shopping o all’ora dell’aperitivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie