Giovedì 21 Gennaio 2021 | 02:40

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

 
L'intervista
Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

 
Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

 
La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 
nuove uscite
«Navigare a vista»: i Salento All Stars in duetto con Cristiana Verardo, suoni caldi e atmosfere mediterranee

«Navigare a vista»: i Salento All Stars in duetto con Cristiana Verardo, suoni caldi e atmosfere mediterranee

 
Musica
«Ora», nuovo singolo dei tarantino Revortik: «Cantiamo la voglia di evadere»

«Ora», nuovo singolo dei tarantini Arevortik: «Cantiamo la voglia di evadere»

 
Musica
«Pezzo di cuore»: Emma e Alessandra Amoroso in un duetto tutto salentino

«Pezzo di cuore»: Emma e Alessandra Amoroso in un duetto tutto salentino

 
Musica
«Povera femmina», arriva il nuovo brano di Napoleone: una storia vera che dà voce a un mare in tempesta

«Povera femmina», arriva il nuovo brano di Napoleone: una storia vera che dà voce a un mare in tempesta

 
Nuova proposta
Vito Signorile mette in musica Bari e le sue tradizioni

Vito Signorile mette in musica Bari e le sue tradizioni

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Novità

«Street Food», il nuovo percorso di Cortese tra cibo, amore e buona musica

Uscito il primo singolo del nuovo cammino artistico di Michele Cortese

«Street Food», il nuovo percorso di Cortese tra cibo, amore e buona musica

Cibo, amore e musica: sono gli ingredienti di «Street Food», primo singolo del nuovo percorso artistico del salentino Michele Cortese, che in questo 2020 torna con un progetto 2.0, usando solo il cognome, Cortese, e raccontando le passioni e le inquietudini della quotidianità davanti ai «paninari» di una Lecce notturna.

Una nuova versione di sé, ma senza rinnegare il passato, dalla vittoria a XFactor nel 2008 con gli Aram Quartet, ai tre dischi da solista, passando per il trionfo, nel 2015, al Festival internazionale della canzone di Viña del Mar, in Cile. «È il mio linguaggio a essere cambiato – racconta Michele – durante il lockdown ho ascoltato tanta nuova musica italiana che il mio retaggio cantautorale mi portava un po’ a tralasciare. Invece mi sono immerso nella scena indie, ho scoperto che racconta storie reali, e mi ci sono trovato molto vicino. In questo nuovo percorso racconto la mia visione della vita quotidiana, gente che si ama, che si lascia, che mangia, che fa l’amore, tutta semplice realtà, e lo faccio da osservatore discreto, meticoloso, ma anche… Cortese!»

Colapesce e Dimartino, ma anche Brunori Sas nelle ispirazioni di Michele: «È stimolante perché sono quasi tutti miei coetanei, over 30, ma con semplicità di immagini raccontano vita vissuta, personale e artistica, lo si sente nel sound e negli arrangiamenti. Una volta un produttore mi disse: ‘Canta come parli’. Al tempo storsi il naso, oggi so che aveva ragione».

Dalla passione per lo strumento ‘voce’ allo street food (confessa di prediligere quelli che offrono l’hamburger di scottona): «Dopo aver dato lezioni di canto o dopo un concerto importante, vado spesso a mangiare un panino al ‘camioncino’ – racconta – è un luogo importante, di riferimento, nel brano cito anche alcuni esempi reali di ‘paninari’ leccesi. È un posto di aggregazione spontaneo, ci ho vissuto emozioni, prime fasi di innamoramento, e nel brano inserisco le avventure di vari personaggi, due adolescenti al primo appuntamento, le donne divorziate che tornano da una festa, una coppia in crisi… Pura realtà, mi sembrava un bel biglietto da visita per questo progetto».

E a proposito di progetti, Michele è abbastanza ottimista sul futuro della musica e della sua professione: «Sono abituato a non guardare mai troppo in là, vivo le mie giornate programmando a breve termine. A gennaio arriverà un nuovo singolo, il disco sarà pronto per l’estate, mancherà al momento un po’ di attività dal vivo, ma voglio pensare a una cosa per volta. Quando questo periodo difficile finirà, penso sarà fisiologico un ritorno alla vita normale anche per la cultura, che fa da collante sociale, nonostante spesso il Governo lo dimentichi: torneranno abbracci, calca, concerti, assembramenti, magari vivremo la musica in maniera più urgente, con più entusiasmo. E se mi dovesse andare male, posso sempre reinventarmi girando il mondo per testare i camioncini di street-food. Ormai sono un professionista!»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie