Sabato 06 Marzo 2021 | 10:05

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

 
L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIndustria
Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

Basilicata, Regione ferma Tempa Rossa: «L'attività sia in sicurezza»

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

L'appuntamento

Popol Vuh, Time Zones rievoca Florian Fricke

Stasera il Requiem con gli 'ex' della band tedesca

Popol Vuh, Time Zones rievoca Florian Fricke

Questa volta sarà il suo spirito a essere evocato. Parliamo di Florian Fricke, geniale compositore e intellettuale del gruppo tedesco dei Popol Vuh che, a 19 anni dalla sua scomparsa (dicembre 2001), sarà omaggiato con il progetto Popol Vuh Beyond – Requiem for Florian a firma degli ex compagni Frank Fiedler e Guido Hyeronimus, con la voce di Biljana Pais, il violoncello di Nicoletta D’Auria e le percussioni di Domenico Monaco. Il live andrà in scena questa sera alle 21 al teatro Kismet di Bari per il penultimo appuntamento della XXXV edizione del festival Time Zones. La serata sarà aperta dal duo Cico Beck (Aloa Input, the Notwist) e Nico Sierig, con un nuovo live che combina strumenti robotici, elettronica e percussioni trash, in un continuo sincretismo tra sintetizzatori analogici, strumenti a percussione e computer.

Non si esagera nel definire i Popol Vuh come una parte importante della storia della musica del ‘900: precursori della musica elettronica e new age, che ha poi ispirato l’ambient di Brian Eno e Robert Fripp, e una costante ricerca nella musica sacra per conciliare il misticismo occidentale con quello orientale. Per questo le intuizioni di Fricke, sono diventate patrimonio di tutti quelli artisti che ancora oggi si ispirano alle sue invenzioni. Il loro suono rappresenta ancora oggi il più alto incontro della musica con la filosofia e non solo quella orientale. Capolavori come Osiana Mantra, In den garten pharaos e le colonne sonore per il regista tedesco Werner Herzog, disegnano visualizzandolo qualcosa di sospeso tra la terra ed il cielo. Ed è questo un mondo di suoni e di sensazioni davvero inarrivabile, indicibile nella sua maestosità, nella sua bellezza cosmica.

I Popol Vuh colpiscono la nostra immaginazione, la nostra fantasia con raffiche fatte di esotismo e di esoterismo timbrico. Hanno la capacità di raggiungere il segno della nostra essenza, affascinano sensi e nervi, catturano la nostra attenzione e la nostra mente, per trasportarci in paesaggi lontani, in mondi diversi, dove la parte più intima e nascosta di noi stessi, trova la chiarezza e tende a risplendere. Il tributo «Popol Vuh Beyond», nasce a Bari perché Florian ha lasciato un pezzo del suo cuore e a Time Zones, nel labirinto del centro storico di Molfetta nel 1998 con una live installation stravolgente dando prova di essere un’artista talmente avanti da essere fuori dalla comune concezione del tempo. Da quell’esperienza nacque l’idea di Messa di Orfeo, ultimo lavoro discografico dei Popol Vuh. Con quel disco, inizia una lunga collaborazione l’artista argentina, barese d’adozione, Guillermina De Gennaro: prima come voce recitante in questo oratorio lisergico ispirato a Orfeo e poi come visual nella live installation.

Di quel lavoro di Fricke, venne affascinato anche Franco Battiato che lo volle al festival di Fano «Il violino e la Selce» da lui diretto. «Lavorare con Florian è stata una delle avventure più importanti del mio percorso d’artista visuale – ricorda l’artista De Gennaro -. Avendo lavorato a lungo nel cinema per Herzog, Florian riusciva a capire perfettamente come potesse essere importante nell’arte contemporanea il ruolo della musica. La dimensione estatica nelle due installazioni nelle quali ho collaborato, avevano trovato nella musica una naturale estensione del campo percettivo di chi in questi spazi d’arte ci finiva dentro. Oggi queste intuizioni possono apparire persino scontate ma, alla fine degli Anni ’90, si faticava a trovare spazio nell’arte contemporanea».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie