Martedì 22 Gennaio 2019 | 00:42

Lettere alla Gazzetta

A Trapani come scapoli e ammogliati

Tramezzani per far vedere ai suoi calciatori giocatori come vive la gente normale li ha portati in una fabbrica. A Colantuono propongo di far giocare una partita di pallavolo ai suoi. Vorrei vedere se uno riceve palla, se la alza e la schiaccia fregandosene dei compagni. E’ quello che è successo in quantità industriale contro il Trapani. Sembrava che ognuno giocava per sé. Clamorosa l’occasione capitata a Floro Flores che andava verso la porta tallonato da un trapanese e con Galano liberissimo al fianco. Ma anche nelle precedenti partite non si è andati troppo sul sottile. Troppe palle perse e da quasi tutte queste palle perse sono scaturiti i gol del Trapani. Partite come queste non si vedono nemmeno fra scapoli e ammogliati, con tutto il rispetto per il Trapani che ha giocato la sua onesta partita. A me sono girati per tutti i 90 minuti e ancora girano i cosiddetti, visto che si è giocato in Sicilia e per dirla con il commissario Montalbano, “cabasisi”.

Antonio Sgaramella, Modugno (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400