Domenica 26 Gennaio 2020 | 04:38

Il Biancorosso

serie c
Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLe dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
FoggiaIl furto
San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

 
BatNel Nordbarese
Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

 
Tarantoil caso
Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Lettere alla Gazzetta

Le contraddizioni dei nuovi riformatori

Il nostro è proprio un Paese strano, non abbiamo la capacità di valutare razionalmente situazioni che potrebbero dare un inversione al nostro sistema politico ed amministrativo, o almeno provarci. Abbiamo usato un referendum, che tutto si poteva dire ma che almeno alleggeriva sensibilmente il sistema, per far cadere un governo, anzi Renzi, dando ascolto a gente che per vendetta o interessi di partito hanno condizionato questa scelta.
Cioè a dire, fare fuori una persona e tenerci 315 senatori, le provincie, il cnel e gli stipendi onerosi dei consiglieri regionali. Intelligente.
Ottenuto tutto questo i signori promotori del no davanti al Presidente della Repubblica alzano le mani e non si assumono la responsabilità di un nuovo governo. Perfetto.
Adesso sento parlare di nuovo di vitalizzi, di scandalosi stipendi e di una legge elettorale che ancora è in alto mare. Ci siamo scandalizzati di una legge che prevedeva il doppio turno, perchè non garantiva la maggioranza di una parte politica, che in un sistema tripolare come il nostro è l'ideale. In Francia c'è il doppio turno. Sorprendente.
Qualche settimana fa una consigliera regionale pugliese dei "5 stelle" proponeva la riduzione dei loro stipendi; con il referendum si riducevano in tutta Italia. Coerenza.
Sono scesi in campo intellettuali professori che in difesa di qualche articolo della Costituzione hanno dato fuoco alle polveri, io chiedo a costoro come mai 70 anni fa sono riusciti a farne una di zecca e oggi non riusciamo a cambiare gli articoli che no funzionano. Moderni.
Non capisco come la gente non si rende conto che in ballo ci sono i nostri interessi e valutare.

Mimmo Zannetti, Francavilla Fontana (Brindisi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie