Domenica 19 Gennaio 2020 | 18:10

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
FoggiaTragedia sfiorata
Manfredonia, finiscono con l'auto in mare: due ragazzi salvi per miracolo

Manfredonia, coppia finisce con l'auto in mare: salvi per miracolo

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Quanti incidenti per colpa dei telefonini

Nel 2015 per la prima volta c’è stato, dopo 15 anni, un incremento dei morti sulle strade con un picco di quasi il 9% nei grandi Comuni, dove avviene 1 incidente su 4 totali in Italia.
Sul banco degli imputati questa volta c’è l’onnipresente telefonino. L’ebbrezza tecnologica rischia di essere più pericolosa di quella derivante dall’ingestione di alcol. Anche 5 secondi di distrazione a 100 km orari possono diventare guida bendata per una distanza maggiore di quella di un campo di calcio. Questa ebbrezza da notifiche del cellulare ha anche un nome, Fomo. Un acronimo inglese che sta per Fear of Missing Out, letteralmente paura di essere tagliati fuori. Una paura che rende compulsivo guardare il cellulare e che rischia di fare danni irreparabili soprattutto tra le giovani generazioni che stando agli ultimi dati Istat sono i soggetti più coinvolti in incidenti mortali.
Per far fronte a questa specifica violazione del codice della strada l’ACI ha lanciato la scorsa estate “GUARDALASTRADA” e “MOLLASTOTELEFONO”, una campagna di sensibilizzazione contro le distrazioni alla guida legate all’uso dello smartphone, rivolta in particolare ai giovani tra i 18 e i 29 anni.

Silvio Panaro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie