Domenica 20 Gennaio 2019 | 03:25

LETTERE ALLA GAZZETTA

Sud e referendum una persona su due non ce la fa

Pance vuote urne piene. Sul referendum, dopo la sentenza del popolo arriva la motivazione dell’Istat: nel Sud una persona su due non ce la fa e nel resto d’Italia non c’è da stare allegri. Una volta, la gente avrebbe impugnato bastoni e forconi e sarebbe corsa in piazza, oggi ha impugnato la tessera elettorale ed è corsa ai seggi. E questi partiti, tutti, che fanno? Mossi dalla vendetta o dal profumo del potere, ignorano il grido di dolore (senza colore) che sale dalla rabbia popolare e sono pronti a massacrarci con altri sei mesi di campagna elettorale. Se solo anteponessero l’interesse del popolo al loro, potrebbero formare una coalizione di governo che lasci al Parlamento la riforma elettorale e si dedichi al rilancio dell’economia impiegando tutte le risorse disponibili in investimenti e, fino alla fine del 2018, potrebbero finalmente contrastare la disoccupazione.

Francesco Berardino, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400