Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 06:27

LETTERE ALLA GAZZETTA

Come andava ricordato il professor Veronesi

La scomparsa di un luminare di chiara fama come Umberto Veronesi dovrebbe suscitare unanime cordoglio, al di là delle divisioni e delle partigianerie che da sempre affliggono il nostro Paese.
Le strumentalizzazioni politiche sono pertanto inaccettabili, nonché di pessimo gusto, tanto più se provenienti da chi occupa una delle massime cariche dello Stato. Matteo Renzi, che per commemorarlo non trova di meglio che ricordarne la posizione assunta in merito all’imminente referendum, chiaramente dimostra di non angustiarsi più di tanto per il vuoto lasciato dall’illustre oncologo.

Simone de Bartolo, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400