Domenica 20 Gennaio 2019 | 03:23

LETTERE ALLA GAZZETTA

Il nome del ponte? Chiamatelo «Mediterraneo»

Leggiamo sulla Gazzetta (martedì 30 agosto) che urge dare un nome al nuovo ponte strallato, realizzato su un tratto dell'asse stradale urbano di Bari (denominato Nord-Sud e che mette in comunicazione la via Nazariantz con via Tatarella, al fine di soprapassare il fascio ferroviario dei binari), ormai completato e in attesa della sua inaugurazione.
Ritenendo che la grandiosa opera possa simboleggiare da Nord a Sud anche il tentativo di unificazione di tutti i popoli del Mediterraneo, stante l'epocale riversamento migratorio che l'Europa, l'Italia e, in particolare, il nostro Mezzogiorno stanno vivendo. So di stare anticipando i tempi ma, se mi permettete, parafrasando un titolo di Michele Mirabella (a proposito dell'auspicio di una sollecita trazione elettrica delle auto), io, sogno un ponte strallato con un bel nome: “Mediterraneo”.

Franco Muolo, Monopoli (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400