Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 18:58

LETTERE ALLA GAZZETTA

La strana esclusione di Checco Zalone

Far ridere è comunque un’arte, pertanto è inspiegabile che la giuria del David di Donatello, escluda Checco Zalone per l’assegnazione della prestigiosa statuetta. Il film di Zalone che ha stracciato ogni record d’incassi, avrebbe sicuramente meritata maggiore attenzione. L’eventuale riconoscimento non avrebbe certamente scandalizzato nessuno e poi, in un Paese come il nostro, c’è tanto bisogno di ridere!


Pasquale Mirante, Sessa Aurunca (Caserta)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400