Sabato 19 Gennaio 2019 | 07:29

LETTERE ALLA GAZZETTA

La riscoperta dei Rolling Stones nella Cuba castrista

Gli ultrasettantenni normali un po' acciaccati che la sera vanno a letto magari cenando con una pastina, quando hanno visto i coetanei Rolling Stones che suonavano musiche pazzesche a Cuba, qualche riflessione se la saranno posta, perchè nonostante gli stravizi, nonostante non abbiano mai fatto nulla per nascondere (anzi) la famosa triade sesso-droga e rock-n-roll, il famoso quartetto ha ancora un'energia fortissima. Mike Jagger (74 anni) magro modello anoressico, con giacca lustrini saltellava senza reumatismi da un lato all'altro del palcoscenico mandando in visibilio una folla immensa.
E pensare che dai regimi totalitari il Rock-n-roll veniva definito "Forma di devianza ideologica oppure, Demoniaco strumento con infiltrazioni di uno spirito controrivoluzionario" Come cambiano i tempi. I Rolling Stones saranno pure l'eccezione che conferma la regola,ma un po' d'invidia la suscitano tra gli anziani. Forse le pastine serali bisorebbe cambiarle.

Lilli Maria Trizio, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400