Domenica 19 Maggio 2019 | 12:42

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatTrasporti
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Ferrovie, il Mit annuncia: in Puglia nuovi servizi sull'Alta velocità. Ma non esiste

 
BariL'allarme
Acqua e colla sul parabrezza: l'«agguato» a Bitritto

Acqua e colla sul parabrezza: l'«agguato» a Bitritto

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

 
LecceIl giallo
Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

Palazzo Poli

Molfetta, la casa museo che nel 1847 ospitò il re delle Due Sicilie

Un documentario sull'immobile che ha più di 300 anni in cui per quattro giorni soggiornarono il re delle Due Sicilie Ferdinando II e la regina Maria Teresa

Palazzo Poli a Molfetta è una «casa-museo» che custodisce la memoria di importanti pagine della Storia d’Italia e della Puglia. Sorge nel cuore del centro storico, affacciata sul porto e fu edificata agli inizi del Settecento da Vitangelo Poli erede di una famiglia di costruttori di barche e che trasferì da Chioggia a Molfetta il suo cantiere in un momento nel quale l’attività marinara molfettese registrava un mercato molto promettente. In quella casa il 28 ottobre 1746 nacque Giuseppe Saverio Poli, medico, scienziato, fisico, letterato, poeta, naturalista, intimo dei reali di Napoli tant’è che Ferdinando IV di Borbone e la regina Maria Carolina lo chiamarono a corte e gli affidarono la formazione dell’erede al trono Francesco. La sua attività di scienziato ebbe una notevole risonanza internazionale anche presso la corte del re di Francia.

Palazzo Poli custodisce rare e importanti testimonianze anche di quel rapporto con la famiglia reale tant’è che il salone centrale del palazzo molfettese è intitolato «Real Casa Borbone» proprio perché raccoglie ritratti, diplomi, onorificenze, ceramiche, doni di Ferdinando e Maria Carolina, di Francesco I che ogni anno, nel giorno di San Giuseppe inviava al suo vecchio istitutore un regalo accompagnato da lettera autografa.

In quella casa-museo nella quale l’attuale inquilino il dott. Giuseppe Saverio Poli ha avuto la sensibilità di conservare i segni della memoria della sua famiglia, il giornalista e scrittore Michele Cristallo, con Mimmo Guglielmi e Renato Cazzorla ha realizzato un interessante documentario che sarà trasmesso lunedì 22 aprile alle ore 16,30 su Telenorba e TgNorba 24. Le immagini raccontano la vicenda storica del palazzo che nel maggio 1847 ospitò per quattro giorni il re delle Due Sicilie Ferdinando II e la regina Maria Teresa, insieme con le preziose testimonianze di ritratti, sculture, dipinti, memorie custodite nella casa-museo meta di visitatori da ogni parte d’Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400