Sabato 25 Giugno 2022 | 15:40

In Puglia e Basilicata

In città

Bari, in biblioteca «De Gemmis» inaugurata sala lettura per bambini

Oltre 600 mila euro il valore dell’intervento realizzato nell’antico complesso di 'S.Teresa De Maschi', attraverso i fondi ottenuti dalla Città metropolitana in seguito alla partecipazione al bando regionale Community Library

15 Giugno 2022

Redazione online

Sarà uno spazio dedicato ai bambini, ma anche alle famiglie, con l’attenzione rivolta al mondo del sociale. E’ stata inaugurata questa mattina a Bari la nuova sala lettura, all’interno della Biblioteca «De Gemmis». Oltre 600 mila euro il valore dell’intervento realizzato nell’antico complesso di 'S.Teresa De Maschì, attraverso i fondi ottenuti dalla Città metropolitana in seguito alla partecipazione al bando regionale Community Library». Nuovi spazi allestiti per consultare libri, ma anche per svolgere una serie di attività ludiche dedicate ai più piccoli.

Presente questa mattina all’inaugurazione il sindaco di Bari Antonio Decaro. «Io credo che quella di oggi sia una giornata davvero importante, perchè restituiamo questo spazio ai bambini. In particolare - spiega il primo cittadino - si tratta di una sala di lettura, che può essere utilizzata anche per socializzare, con una parte al chiuso ed una parte all’esterno con il verde». «Qui i bambini potranno imparare a crescere, grazie alla presenza degli educatori e del parroco della cattedrale, don Franco Lanzolla, che ha un ruolo importante in questo quartiere, anche - conclude - dal punto di vista sociale, grazie alla sua passione civile».

«Abbiamo pensato di riutilizzare spazi che fino ad oggi erano destinati ad altro, per creare una sezione dedicata ai ragazzi, in un luogo straordinario della città metropolitana, che è la biblioteca De Gemmis. Questo spazio è aperto a tutti e lo sarà da subito con la collaborazione della cooperativa Progetto città». E’ quanto ha dichiarato a margine dell’inaugurazione Francesca Pietroforte, consigliera della Città metropolitana di Bari e delegata ai Beni culturali. Presente all’incontro anche Gino Iurlo delegato dell’Unione italiana ciechi e degli ipovedenti onlus. Nella sala lettura infatti saranno presenti degli spazi per i non vendenti e gli ipovedenti con la possibilità di utilizzare computer e la consultazione dei testi con codice braille.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725