Giovedì 11 Agosto 2022 | 05:28

In Puglia e Basilicata

Maltempo

Gargano, violento nubifragio: allarme nei paesi. Danni per 350mila euro

Smottamenti e allagamenti: ma non ci sono feriti

19 Luglio 2021

Redazione online (Foto Maizzi)

FOGGIA - Allarme maltempo nle Foggiano. Un violento temporale ha colpito per molte ore in particolare il Gargano, con allagamenti e frane in particolare a San Marco in Lamis, durante la notte e anche in mattinata. Numerosi gli interventi dei Vigili del fuoco per liberare scantinati e box dall’acqua alta.

Allagate anche alcune strade cittadine. E' rimasto Isolato Borgo Celano, frazione di San Marco in Lamis. Qualche criticità anche sulle strade provinciali di collegamento con i comuni limitrofi, anche se finora risultano percorribili le strade statali.

«Veniva giù acqua da tutte le parti. Ha iniziato a piovere verso le tre del mattino ed ha smesso solo dopo le 11». E’ quanto racconta Michele Merla, sindaco di San Marco in Lamis (Foggia), comune del Gargano sul quale la scorsa notte si è abbattuto un violento nubifragio durato alcune ore. «Molte delle arterie cittadine sono impraticabili - afferma il primo cittadino - in particolar modo via Amendola, porta San Severo e via Della Vittoria». Alcune zone della città sono ancora senza corrente elettrica, tra cui Borgo Celano. Attualmente a San Marco in Lamis sono al lavoro quattro squadre private per ripristinare la viabilità. Molti dei quartieri interessati dagli smottamenti sono gli stessi colpiti dall’alluvione del 2014 per i quali si attendono ancora interventi. «Abbiamo stimato una prima conta dei danni intorno ai 350mila euro, ma temiamo che la cifra sia nettamente superiore - aggiunge Merla -. Abbiamo contattato la Regione Puglia e il vicepresidente Raffaele Piemontese: ci hanno assicurato interventi immediati per cercare di darci i primi aiuti».

«Una situazione inquietante». Così il sindaco di Rignano Garganico (Foggia), Luigi di Fiore, dove la scorsa notte si è abbattuto un violento nubifragio durato fino a questa mattina. «I danni - spiega - sono incalcolabili. In otto ore sono scesi circa 250 millimetri d’acqua. La strada Pedegarganica è sommersa. Poco fa sono stati tratti in salvo alcuni automobilisti dalle proprie auto ricoperte di acqua in località Villanova». «Sempre lì - evidenzia - un’azienda agricola del territorio non esiste più, spazzata dalla furia della pioggia. Una decina quelle che hanno subito danni». «La Protezione Civile - conclude il sindaco - ci ha appena a informato che il fiume Candelaro è ora sotto controllo e non sono più previste piene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725