Venerdì 18 Gennaio 2019 | 19:24

NEWS DALLA SEZIONE

Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
L'aggressione
Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

Bari, beccato senza biglietto sul treno delle Sud Est: aggredisce capotreno

 
L'evento
Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

Bari, in arrivo in Fiera 860 delegati e 1.500 ospiti per il congresso nazionale Cgil

 
Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 

In varie vie della città

Raid nella notte a Bari: bruciati una decina di cassonetti

Le forze dell'ordine stanno visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza

Una ventina di cassonetti della raccolta differenziata sono stati dati alle fiamme nella notte nei quartieri centrali Madonnella e Murat di Bari. In alcuni casi sono state anche danneggiate vicine auto in sosta. Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il presidente dell’Amiu, l'azienda municipalizzata che si occupa della raccolta rifiuti, Sabino Persichella, si sono recati in Questura per sporgere formale denuncia.
In un post su Facebook l’assessore comunale Pietro Petruzzelli parla di «uno sfregio vero e proprio». «Spero proprio che le telecamere di sorveglianza individuino i responsabili - scrive - e che le loro facce vengano mostrate a tutti affinché loro e le loro famiglie provino vergogna. In questi casi andrebbe inflitta la pena più umiliante possibile». L'assessore comunica che «hanno dato fuoco ai cassonetti di via Dante, via Putignani angolo via Sparano, piazza Umberto, via Cardassi, sotto il ponte di corso Cavour e di via Nicola de Nicolò».

«Solo in una notte sono andati in fumo non meno di 10mila euro». Lo spiega Sabino Persichella, presidente dell’Amiu, l’azienda municipalizzata barese che si occupa della raccolta rifiuti, lasciando la Questura di Bari dopo aver presentato denuncia insieme con il sindaco, Antonio Decaro, sui cassonetti incendiati la notte scorsa in due quartieri centrali della città.
I danni riguardano «il valore dei cassonetti, il costo per il ripristino, il lavoro dei dipendenti e quelle che sono le conseguenze sugli altri servizi. Abbiamo dovuto - dice Persichella - far intervenire squadre per il ripristinare il tutto e per controllare, oltre all’intervento dei Vigili del Fuoco». «Sono situazioni che non possiamo accettare sia che si tratti del gesto di qualche sciagurato contro la città, ancora di più se dovesse essere un atto volto a cambiare l’indirizzo, la filosofia, l’orientamento dell’amministrazione».
I roghi hanno riguardato 17 cassonetti della raccolta differenziata di carta, plastica, vetro e organico in via Carrassi, via De Nicolò ad angolo con via Cognetti e con via Imbriani, sotto cavalcavia di via Cavour, via Dante, via Putignani, piazza Umberto e via Davanzati. In due casi è stata data alle fiamme l’intera postazione composta da 4 cassonetti.

(foto Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400