Giovedì 25 Aprile 2019 | 02:08

NEWS DALLA SEZIONE

INESISTENTI AL SUD
«Banche di tessuti»: riserva di vita per ossa, muscoli, cornee, cuore, vasi e altro

«Banche di tessuti»: riserva di vita per ossa, muscoli, cornee, cuore, vasi e altro

 
VERDURE E LEGUMI DIMOSTRATI ANTICANCRO
Alimentazione e tumore della vescica

Alimentazione e tumore della vescica

 
MIGLIORA L’ADERENZA DEI MALATI ALLA TERAPIA
Telemedicina, sì al progetto pilota Asl Bat

Telemedicina, sì al progetto pilota Asl Bat

 
MENO RICOVERI - DIMEZZATA LA MORTALITÀ
Cuore matto, la telemedicina può curarlo

Cuore matto, la telemedicina può curarlo

 
GIORNATA MONDIALE DELLO SPORT
Società italiana ortopedia: importante l'attività fisica

Società italiana ortopedia: importante l'attività fisica

 
La donna è molto spesso sola
Tumore ovarico, cosa vorrebbero le pazienti dall'ospedale

Tumore ovarico, cosa vorrebbero le pazienti dall'ospedale

 
DAGLI ESPERTI SETTE SUGGERIMENTI
Rivoluzione in diagnosi e terapia dei tumori

Rivoluzione in diagnosi e terapia dei tumori

 
ITALIA FANALINO DI CODA IN UE PER SPESA PRO-CAPITE
Sanità digitale, chiave d'efficacia - efficienza

Sanità digitale, chiave d'efficacia - efficienza

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Trapianto d'organo: una novella vita da non sprecare

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

‘Aderisco Perché, Storie vissute per chi ha una vita ancora tutta da vivere’. Si tratta della prima Graphic Novel che racconta l’importanza dell’aderenza (osservanza delle prescrizioni di cura e di modalità di vita) per pazienti trapiantati. Ed ecco la seconda edizione di “Aderisco Perché”, il progetto sull’aderenza per le persone trapiantate, nato nel 2015, che ha il patrocinio delle Associazioni Aned (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e trapianto onlus), ACTI (Associazione Cardio Trapiantati Italiani), AITF (Associazione Italiana Trapiantati di Fegato), EpaC onlus, Aido (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, tessuti e cellule), le società scientifiche SIN (Società Italiana Nefrologia) e SITO (Società Italiana Trapianti d’Organo) ed il contributo non condizionato di Astellas e il coordinamento di Argon Healthcare.

L’edizione 2018 è in forma di Graphic Novel: cinque storie reali scritte e interpretate da cinque artisti del fumetto per sensibilizzare, le persone che hanno avuto un trapianto, a seguire con attenzione il regime terapeutico. Una riflessione sulla responsabilità verso se stessi e gli altri pensata non solo per i pazienti, ma anche per medici e caregiver. Nel volume, Anna è solo una bambina e la mamma sempre accanto in attesa di un donatore che possa salvarle la vita. I suoi incubi si diradano con l’arrivo di una telefonata. Luigi invece dona un rene a suo fratello Riccardo che può così continuare a coltivare la sua grande passione: il ballo. Un dirigente invece non si prende cura della sua salute dopo un trapianto ed è costretto a rimettersi in lista di attesa. Finale amaro per l’Architetto e il Conte, una storia disegnata e scritta con delle citazioni cinematografiche che rimandano al conte Mascetti di Amici Miei.

E a fare da cornice a questi racconti un bellissimo viaggio in California su una Harley Davidson per esaudire il sogno di un donatore. Si tratta della prima Graphic Novel per chi ha ricevuto in dono un organo, che è stata realizzata per promuovere l’aderenza alla terapia come presupposto per mantenere in salute l’organo trapiantato e recuperare una buona qualità di vita. Racconti diversi tratti da esperienze reali che rappresentano una fonte di ispirazione e di riflessione per tutti i pazienti trapiantati e loro medici e caregiver. “Grazie al trapianto, in Italia circa 50mila persone sono state trapiantate. Nella prefazione del volume le Associazioni, che hanno dato il loro contributo e patrocinio al progetto, hanno voluto scrivere un messaggio-augurio congiunto. ”Tu hai ricevuto un organo che ti ha ridato la vita, fallo ballare fallo studiare portalo in vacanza, ma ovunque vai ricordati di trattarlo bene: segui le istruzioni ricevute e aderisci alla terapia”. “In questo volume – dice Giuseppe Vanacore presidente Aned - abbiamo voluto raccontare storie a lieto fine ed anche, se non soprattutto, le storie di non aderenza, per mostrare quali possano essere le conseguenze. Il rispetto dell’organo ricevuto è fondamentale”. Ma npon colpevolizziamo l’interessato.

Piuttosto esaminiamoci: lo abbiamo lasciato troppo solo. “In Europa, in generale, si contano quasi 200.000 decessi a causa della scarsa aderenza alle terapie e, ogni anno, si spendono 1.25 miliardi di euro per assistenza sanitaria totale, costi delle prestazioni ospedaliere ed ambulatoriali e del pronto soccorso. Né va sottovalutato l’impatto negativo sulla qualità di vita dei pazienti e sulla loro produttività con conseguenti ulteriori costi che ricadono su tutta la società.”. “Per noi questo progetto è un viaggio che prosegue nel tempo, a cui Astellas ha partecipato fin da subito. Siamo molto orgogliosi - dice Giuseppe Maduri A.D. Astellas. di condividere le emozioni di questo percorso con le principali Associazioni di pazienti e Società scientifiche Questa nuova edizione del progetto, così come la precedente, per noi ha il valore di una campagna nazionale di sensibilizzazione sul valore dell’aderenza alle terapie immunosoppressive post- trapianto e ci impegneremo affinchè i suoi messaggi arrivino a destinazione”.

La struttura del libro prevede anche una sorta di ‘libretto di istruzioni’ per ogni singola storia: alla fine della lettura si aiuta il lettore, infatti, a decifrare quanto si è appena letto uscendo dalle emozioni generate con il testo, il tratto e i colori, per guidare le riflessioni, sottolineare gli insegnamenti che si possono trarre e dando consigli pratici per metterli in atto nella vita di tutti i giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400