Domenica 22 Luglio 2018 | 03:25

Ambiente

Italcave accoglie rifiuti
provenienti dal Lazio

E si ripropongono le segnalazioni di cattivi odori nella zona

Italcave accoglie rifiuti provenienti dal Lazio

Ogni giorno due camion pieni di rifiuti provenienti dal Lazio dopo essere stati trattati negli impianti di Amiu Puglia a Foggia, arrivano nella discarica Italcave per essere smaltiti. Malgrado promesse e annunci, insomma, il territorio tarantino continua ad essere utilizzato quale pattumiera d’Italia, supplendo, come avviene in questo caso, a deficienze impiantistiche altrui.

Attenzione: senza i rifiuti del Lazio, Italcave comunque smaltirebbe immondizia proveniente da altri parti d’Italia, anche alla luce del recente ampliamento concesso della Provincia con quasi 5 milioni di metri cubi di volumetria disponibile, ne fa una delle delle discariche più grandi d’Europa.

Nei giorni scorsi numerose sono state le segnalazioni giunte alle autorità competenti riguardo ai cattivi odori registrati nella zona di Italcave, impianto che si trova nel territorio del Comune di Taranto, a poche centinaia di metri da quello di competenza del Comune di Statte.

«Anche quest'anno come da 15 anni a questa parte molti cittadini di Statte - dice Angelo Fasanella del comitato articolo 32 diritto alla salute di Statte - vivranno buona parte dell'estate chiusi in casa e con le finestre rigorosamente sbarrate grazie alla politica scellerata di chi continua ad autorizzare l'arrivo dello schifo da ogni luogo d'Italia per portarlo nella mega discarica di Italcave. L’altro giorno la puzza nauseabonda e vomitevole ha fatto si che molti cittadini del quartiere Feliciolla potessero starsene chiusi in casa privandoli del diritto fondamentale della libertà. Tutto questo dopo che la farsa di installare un sistema di captazione con il placet degli amministratori comunali di Statte (sindaco in testa) e fatto gravissimo dell'Arpa ha fatto flop in quanto il sistema denominato «Nosy» non ha mai funzionato».

Il sistema «Nosy» presentato dalla società Italcave nella sede del Comune di Statte alla presenza del sindaco, del suo team tecnico, dell'Arpa, di Statte 2.0 e del Comitato Art. 32 «voleva dimostrare come la puzza sarebbe stata captata - sostiene Fasanella - per poi essere prelevata da parte dell'Arpa per le analisi del caso. Gli unici a crederci i nostri amministratori mentre come Comitato Art. 32 e Di Gregorio (Statte 2.0), abbiamo subito rigettato tale progetto in quanto offensivo nei confronti dei cittadini. Sarebbe bastato eliminare i fanghi provenienti da tutta italia ma la risposta è sempre stata una sola, il business dei rifiuti non va messo in discussione mentre i cittadini possono vivere chiusi in casa. Chiediamo a gran voce al sindaco di prendere una decisione seria nei confronti di chi autorizza lo scempio su un territorio fortemente compromesso e pensi a difendere la salute dei suoi cittadini».[Mimmo Mazza]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio. Cantone (Anac) frena. Ministro: «Verifichiamo»

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Muore mentre cambia la ruota al suo tir: malore per un autista tarantino

Muore mentre cambia la ruota al suo tir: malore per un autista tarantino

 
Spaccio di droga19 arresti a Taranto

Spaccio di droga
19 arresti a Taranto

 
Ilva, Codacons esclusi da Misepresenta ricorso a Consiglio Stato

Ilva, Codacons esclusi da Mise
presenta ricorso a Consiglio Stato

 
Emissioni di nubi maleodoranti Eni e Hidrochemical a giudizio

Emissioni di nubi maleodoranti
Eni e Hidrochemical a giudizio

 
Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

Ilva, Di Maio: «Hanno fatto un pasticcio. Al via indagine»
Emiliano: Anac ci ha dato ragione

 
Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

Taranto, omicidio imprenditore agricolo: assassino condannato a 16 anni

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS