Venerdì 05 Giugno 2020 | 09:42

NEWS DALLA SEZIONE

Social
Elettra Lamborghini striglia e trotta il cavallo

Elettra Lamborghini striglia e trotta il cavallo VIDEO

 
26 anni senza l'attore
Massimo Troisi, Luigi de Magistris: Uomo immenso

Massimo Troisi, Luigi de Magistris: Uomo immenso VIDEO

 
Per Frontiers Music
Shining Black, album di debutto il 10 luglio 2020

Shining Black, album di debutto il 10 luglio 2020 VIDEO

 
NEGLI USA
George Floyd, Elisabetta Canalis manifesta a Los Angeles

George Floyd, Elisabetta Canalis manifesta a Los Angeles VIDEO

 
Orgoglio pugliese DOC
Checco Zalone compie 43 anni: gli auguri con alcuni scheck divertenti

Checco Zalone compie 43 anni: gli auguri con alcuni sketch divertenti

 
Youtube
Checco Zalone canta La prima Repubblica

Checco Zalone canta La prima Repubblica: l'omaggio per il 2 giugno

 
La foto sui social
2 GIUGNO - Michelle Hunziker rende omaggio all'Italia

2 GIUGNO - Michelle Hunziker rende omaggio all'Italia

 
«Buona festa della Repubblica»
2 GIUGNO - Vasco Rossi, Frecce Tricolori sulle note Guarda Dove Vai

2 GIUGNO - Vasco Rossi, Frecce Tricolori sulle note Guarda Dove Vai

 
«Sbizzarritevi»
Elettra Lamborghini e la Hola kitty challenge

Elettra Lamborghini e la Hola kitty challenge VIDEO

 
In collegamento da Pechino
Giovanna Botteri a Domenica In Rai 1 da Mara Venier

Giovanna Botteri a Domenica In su Rai 1 da Mara Venier VIDEO

 
«Alla fine...»
Ginevra, sorella di Elettra Lamborghini, canta At Last di Etta James

Ginevra, sorella di Elettra Lamborghini, canta At Last VIDEO

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariServizi sanitari
Bar, file e caos e Decaro bacchetta la Asl: «Basta con disservizi»

File e caos a Bari, così il sindaco Decaro bacchetta la Asl: «Basta con disservizi»

 
BatSolidarietà
Barletta, l'imprenditore Crescente dona 21mila euro alla Asl Bt con l'iniziativa «uscirne si può»

Barletta, imprenditore batte il Covid 19 e dona all'Asl Bat 21mila euro

 
LecceL'ironia
Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

 
FoggiaViale Candelaro
Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

 
TarantoLa trovata
Ginosa, l'idea di un lido per il distanziamento: «Qui come su un'isola deserta»

Ginosa, l'idea di un lido per il distanziamento: «Qui come su un'isola deserta»

 
PotenzaAgricoltura
Basilicata, dalla Regione arrivano le norme per la gestione della brucellosi bovina

Basilicata, dalla Regione arrivano le norme per la gestione della brucellosi bovina

 
Materaripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

Malato da tempo

Ezio Bosso, addio a un artista straordinario e grande uomo

E' morto Ezio Bosso. Il pianista, compositore e direttore d'orchestra aveva 48 anni. Nato a Torino il 13 settembre 1971, viveva da tempo a Bologna

E' morto Ezio Bosso. Il pianista, compositore e direttore d'orchestra aveva 48 anni. Nato a Torino il 13 settembre 1971, viveva da tempo a Bologna. Nel 2011 fu operato per un tumore al cervello e dopo gli fu diagnosticata una malattia neurodegenerativa. La sua musica è stata commissionata e utilizzata da importanti istituzioni operistiche, come la Wiener Staatsoper, la Royal Opera House, il New York City Ballet, il Teatro Bolshoij di Mosca.

«La musica è per tutti perché annulla la grammatica delle lingue e ne forma una valida per ognuno di noi». Parola di Ezio Bosso. Si approccia alla musica sin da bambino, debutta in Francia a 16 anni come solista, compie gli studi di contrabbasso, composizione e direzione d’orchestra all’Accademia di Vienna e collabora con diverse orchestre europee tra cui Chamber Orchestra of Europe, Festival Strings Lüzern, Deutsche Kammer-Virtuosen. Nella sua carriera si esibisce come compositore, esecutore, direttore d’orchestra in diversi concerti. Tra questi, al Royal Festival Hall di Londra, Sydney Opera House, Palacio de Bellas Artes di Città del Messico, Teatro Colón di Buenos Aires, Carnegie Hall NYC, Teatro Regio di Torino, Houston Symphony, Festival di Perelada, Teatro Carlo Felice di Genova.

Ezio Bosso vive tra Londra, Bologna e Torino e nel 2016 è conosciuto dal grande pubblico italiano grazie alla sua esibizione sul palco di Sanremo con il brano "Following a bird". "Più dell’applauso, che è la normale reazione a un’esecuzione ben fatta, l’attenzione del silenzio è il principale valore del successo, come del silenzio che segue tra un pausa musicale e l’altra". Lo ricorda il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che si dice "molto colpito dalla prematura scomparsa del maestro. Desidero ricordarne l’estro e la passione intensa che metteva nella musica, missione della sua vita, e la sua indomabile carica umana". Per la presidente del Senato Elisabetta Casellati la sua scomparsa "ci lascia affranti. Diresse senza pari l’orchestra complicatissima della sua esistenza. Ci lascia il patrimonio di una sinfonia suonata con gli strumenti dell’umanità, della poesia, della quotidiana invenzione della vita". Il presidente della Camera Roberto Fico lo ricorda con le sue parole: "La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare. La musica è come la vita, si può fare in un solo modo: insieme".

Per rendere omaggio a Ezio Bosso e ricordare la testimonianza di grande umanità e il contributo, unico, che il musicista appena scomparso ha regalato all’arte e alla cultura, reti e testate Rai hanno cambiato la propria programmazione già nella giornata di oggi, venerdì 15 maggio. In serata, alle 19.30, su Radio1 "Zapping" condotto da Giancarlo Loquenzi, chiuderà la puntata ricordando il direttore d’orchestra e lo stesso farà, in apertura, Radio3 Suite alle 20.00. In tv, alle 20.35 è Techetechetè a dedicare una clip al Direttore d’orchestra, mentre alle 20.45 Rai3 (e domani sera, sabato 16 maggio, alle 21.15 Rai5) ripropone la serata evento di "Che storia è la Musica" del 9 giugno scorso.

"Ciao Ezio, uomo speciale, artista straordinario, amante della vita, dell’arte e della musica. Ho avuto la fortuna di conoscerti e di condividere con te momenti straordinari di empatia, di bellezza e di amicizia. In queste ore ricordo con emozione la sala gremita di gente alla Fiera del Levante dove tu parlasti di musica, arte e talento. Con la tua bacchetta hai saputo superare tutti i confini e gli steccati materiali e immateriali. Amavi ripetere che la magia che avete voi musicisti è quella 'di stare nel tempo, di dilatare il tempò. Per questo avevi scelto la musica, che consideravi una sorta di carezza inaspettata capace di cambiare in meglio il corso delle cose. Perchè è questo quello che fa la musica: dilata il tempo della felicità. La bellezza ci rende felici e il miracolo della musica è il miracolo della bellezza. E’ questo l’insegnamento più importante che ci lasci in dono: la bellezza ha a che fare con la singolarità straordinaria e irripetibile di ciascun essere umano". Sono le parole di cordoglio del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per la scomparsa del direttore d’orchestra, compositore e pianista Ezio Bosso. Il maestro Bosso era stato ospite lo scorso 15 settembre di un grande appuntamento con il pubblico pugliese organizzato dalla Regione Puglia in Fiera del Levante.

"Con Ezio Bosso il mondo della cultura perde una figura straordinaria. Non solo un artista di rara sensibilità, ma un uomo che, durante la sua purtroppo breve vita, ha trasmesso i valori universali del dialogo e dell’incontro fra persone e culture. Un uomo che non soltanto con la musica ha comunicato un grande impegno umano e sociale, il valore educativo delle arti. Del suo sorriso sentiremo tutti la mancanza". Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e l’assessore, Adham Darawhsa, commentando la scomparsa di Ezio Bosso.

"Stiamo lavorando per avere una bella iniziativa di solidarietà a ottobre con Riccardo Muti nei templi di Paestum. Stiamo pensando a delle iniziative anche per Ravello, dove credo ci sarà una bella manifestazione con Eleonora Abbagnato per l’anniversario della venuta di Wagner a Ravello. E dedicheremo una di queste iniziative a Ezio Bosso, un grande artista che abbiamo avuto il piacere di ospitare nell’ambito delle manifestazioni promosse dalla Regione la scorsa estate". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta streaming su Facebook, parlando delle iniziative culturali da mettere in campo nei prossimi mesi.

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha chiesto di individuare un luogo della città da intitolare a Ezio Bosso. Lo ha fatto questo mattina, con una lettera inviata al presidente del Consiglio comunale, Francesco Sicari, che sarà girata ai Capigruppo consiliari e ai membri della commissione Toponomistica. Il pianista torinese appena scomparso, ha ricordato la sindaca Appendino nella sua missiva, "ha portato la sua straordinaria arte in tutto il mondo e, soprattutto, ha dimostrato quanto la forza della vita possa vincere qualsiasi dolore".

La scomparsa di Ezio Bosso "lascia un vuoto doloroso". Lo affermano in una nota congiunta il presidente e l’amministratore delegato della Rai, Marcello Foa e Fabrizio Salini. "In più di una occasione ha prestato il suo talento e la sua straordinaria personalità alla Rai, che grazie a lui è riuscita a realizzare trasmissioni di grandissimo livello artistico e culturale, confermandosi sempre nel ruolo di Servizio pubblico e di qualità. Il grande seguito - proseguono - che è riuscito ad ottenere dà conto sia in generale del livello delle sue competenze e capacità nel campo della musica e della cultura, sia della forza magnetica che esercitava attraverso la passione che metteva in ogni cosa, dimostrandosi sempre capace di attrarre, divertire, commuovere. Mancherà tutto di lui - concludono Foa e Salini - e mancheranno in particolare la tensione civile del suo impegno e la capacità, con il suo magnifico sorriso e tanto lavoro, di tirar fuori il meglio da ciascuno di noi".

Il sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo scrive che "oggi il mondo della musica ha perso un grande artista. Il maestro Ezio Bosso - aggiunge in una nota - ci ha trasmesso fino all’ultimo la sua forza e l'amore per la vita. E’ grande il vuoto che lascia. Il suo ricordo resterà indelebile".

"Ezio Bosso è stato un grande artista e un grande esempio di umanità. Difficilmente dimenticheremo le straordinarie emozioni che ci ha regalato con la sua musica. Ha continuato a suonare fino alla fine, pur prigioniero di una terribile malattia. La sua vita, non solo quella musicale, è per tutti noi esempio di come si può vivere intensamente nonostante le avversità". Così i deputati del Pd della commissione Cultura della Camera Flavia Piccoli Nardelli, Rosa Maria Di Giorgi, Lucia Ciampi, Patrizia Prestipino, Andrea Rossi, Matteo Orfini.

Urania Papatheu, senatrice di Forza Italia, ricorda il maestro Ezio Bosso, scomparso oggi all’età di 48 anni. " Un destino crudele lo ha portato via troppo in fretta ma i suoi straordinari valori ed il suo eccelso talento rimarranno linguaggio universale della vita e patrimonio eterno della musica, da custodire e tramandare alla future generazioni - afferma in una nota -. Lo voglio ricordare con due sue frasi: 'La disabilità è negli occhi di chi guarda, perchè il talento è talento e le persone sono persone, con le ruote o senzà e 'La musica ci ricorda anche questo, prendersi cura, avere rispetto, far star bene, non confondere la quotidianità con l’eternità, i nostri piccoli poteri con l’assolutò".

Il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, riporta una frase di Ezio Bosso e scrive su Twitter: "'La musica, come la vita, si può fare solo in un modo: insieme. Grazie di tutto Ezio Bosso. Torneremo alla vita normale e ad emozionarci - continua la parlamentare - come la tua musica e la tua umanità ci hanno insegnato. Anche per te. Ciao maestro, ci mancherai".

"Ezio Bosso amava la vita e amava la musica. Ci ha fatto emozionare ogni volta che lo abbiamo ascoltato parlare e dirigere un’orchestra, ogni volta che con la sua musica ci ha fatto sentire parte di una grande umanità, come strumenti di una grande orchestra". Lo ha scritto su Facebook il senatore Pietro Grasso (Leu). "Addio Maestro e grazie: custodiremo le note di bellezza che ci hai donato", ha aggiunto.

"'La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare. La musica è come la vita, si può fare in un solo modo: insiemè. Addio al maestro Ezio Bosso, ci mancherà". Così, su Facebook, il presidente della Camera Roberto Fico.

"Ci lascia affranti la morte di Ezio Bosso che diresse senza pari l’orchestra complicatissima della sua esistenza. Ci lascia il patrimonio di una sinfonia suonata con gli strumenti dell’umanità, della poesia, della quotidiana invenzione della vita. Ai suoi familiari esprimo la mia vicinanza". Lo ha affermato il presidente del Senato Elisabetta Casellati.

"Sono rimasto molto colpito dalla prematura scomparsa del maestro Ezio Bosso. Desidero ricordarne l’estro e la passione intensa che metteva nella musica, missione della sua vita, e la sua indomabile carica umana". Lo afferma in una nota il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Ci lascia Ezio Bosso, un grande artista che ha saputo conquistare il cuore del mondo. Queste le parole del leader della Lega, Matteo Salvini, sulla morte del direttore d’orchestra Ezio Bosso, a 48 anni. Dal 2011 conviveva con una malattia neurodegenerativa diagnosticata dopo l’intervento per un tumore al cervello. Bosso era nato a Torino il 13 settembre 1971.

Il segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti, in un post su Facebook, ricorda il compositore Ezio Bosso, morto oggi dopo una lunga malattia: "Ci lascia Ezio Bosso. Un artista che ci ha fatto emozionare e riflettere. La sua musica e il suo sorriso ci accompagneranno per sempre".

"'La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare. Addio al maestro Ezio Bosso, che con le sue note sapeva come arrivare al cuore delle persone". Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

«Per te la musica ci doveva insegnare la cosa più importante: ad ascoltare e ad ascoltarci l’un l’altro. Ciao Ezio caro, con te scompare un angolo del nostro cuore. Bologna piange te lo assicuro». Così su Facebook l’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore ricorda Ezio Bosso, il direttore d’orchestra, compositore e pianista italiano che si è spento nella sua casa di Bologna.

«Non conoscevo personalmente Ezio Bosso. Ma tutte le volte che lo ascoltavo, lo vedevo in tv o leggevo una sua intervista imparavo qualcosa da lui. Riposa in pace, Maestro». Lo scrive su facebook il leader Iv Matteo Renzi.

«Oggi piangiamo la scomparsa di un artista eccezionale e una persona di profonda umanità e sensibilità: con la sua forza d’animo, Ezio Bosso continuerà ad essere un esempio per tutti noi. La sua musica e la sua genialità sono il testimone con il quale trasmetteremo alle nuove generazioni l’esempio di un grande musicista». Così in una nota congiunta le deputate e i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura.

Un uomo profondo e generoso, un artista esplosivo capace di trasmettere la gioia di suonare e la passione per la musica: sono molto addolorato per la scomparsa di Ezio Bosso: lo afferma il ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini. «E' un triste giorno per la cultura italiana che perde un grande interprete e compositore, un uomo straordinario che ha fatto della sua vita un messaggio di speranza e di forza», aggiunge.

Con la musica e col suo sorriso ci aveva emozionato, facendoci spesso riflettere: grazie di tutto, Maestro. Lo ha scritto su Facebook Anna Ascani, viceministro dell’Istruzione, commentando la morte del direttore d’orchestra, compositore e pianista Ezio Bosso. «In una recente intervista aveva dichiarato 'la musica è un bisogno primario dell’uomo», afferma Ascani.

«Ci lascia un personaggio incredibile, un musicista fenomenale, un punto di riferimento per chi lotta ogni giorno. Buon vento». Queste le parole su Twitter di Enzo Amendola, ministro per gli Affari Europei, sulla morte del direttore d’orchestra Ezio Bosso.

«E' uno di quegli artisti più capaci del nostro Paese. Non ho parole. Oggi manca un grande italiano di cui sentiremo davvero la mancanza". Queste le parole di Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento, ad Agorà», su Rai3, appresa la notizia della morte del direttore d’orchestra Ezio Bosso (video Facebook - Ezio Bosso).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie