Lunedì 28 Settembre 2020 | 00:17

NEWS DALLA SEZIONE

Mondo
Il premier armeno: "L'Azerbaigian ci ha dichiarato guerra"

Il premier armeno: "L'Azerbaigian ci ha dichiarato guerra"

 
Mondo
Bielorussia, "fiume" di manifestanti a Minsk

Bielorussia, "fiume" di manifestanti a Minsk

 
Mondo
Romania, il voto per le Amministrative al tempo del Covid

Romania, il voto per le Amministrative al tempo del Covid

 
Mondo
Armenia-Azerbaigian, le immagini della battaglia

Armenia-Azerbaigian, le immagini della battaglia

 
Mondo
Parigi, l'attentatore aveva registrato un video

Parigi, l'attentatore aveva registrato un video

 
Mondo
Cina, almeno 16 morti in una miniera di carbone

Cina, almeno 16 morti in una miniera di carbone

 
Mondo
Libano, crisi irrisolta: Adib getta la spugna

Libano, crisi irrisolta: Adib getta la spugna

 
Mondo
Usa, Amy Coney Barrett nominata alla Corte suprema

Usa, Amy Coney Barrett nominata alla Corte suprema

 
Mondo
Venezuela, protesta per chiedere migliori condizioni di vita

Venezuela, protesta per chiedere migliori condizioni di vita

 
Mondo
Usa, Trump: "L'opposizione rispetti Coney Barrett"

Usa, Trump: "L'opposizione rispetti Coney Barrett"

 
Mondo
Allarme in Gran Bretagna: "Tra un mese 100 morti al giorno"

Allarme in Gran Bretagna: "Tra un mese 100 morti al giorno"

 

Il Biancorosso

Francavilla-Bari 2-3
Biancorossi, il campionato inizia con una vittoria in trasferta

Biancorossi, il campionato inizia con una vittoria in trasferta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl posto
Valenzano, è crisi al Comune, si dimette il sindaco- «Frattura politica

Valenzano, è crisi al Comune, si dimette il sindaco- «Frattura politica

 
TarantoIl fenomeno
Taranto, 130 pasticche di ansiolitico venduto come droga: arrestato 22enne

Taranto, 130 pasticche di ansiolitico venduto come droga: arrestato 22enne

 
Foggianel foggiano
San Nicandro Garganico: consigliere comunale in macchina con la pistola, arrestato

San Nicandro Garganico: consigliere comunale in macchina con la pistola, arrestato

 
Materacalcio
Da Bernalda la favola di Berni Gallitelli, a 10 anni ingaggiato dal Lecce

Da Bernalda la favola di Berni Gallitelli, a 10 anni ingaggiato dal Lecce

 
PotenzaNel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
LecceLe indagini
Duplice omicidio Lecce: recuperati resti dei guanti del killer, forse drogato prima di agire

Duplice omicidio Lecce: recuperati resti dei guanti del killer, forse drogato prima di agire

 
Batsanità
Barletta, al «Dimiccoli» eseguita per la prima volta Pet per diagnosi tumori endocrini

Barletta, al «Dimiccoli» eseguita per la prima volta Pet per diagnosi tumori endocrini

 

i più letti

Colonna di fumo sopra la città

Libano, forte esplosione a Beirut: decine di feriti e morti

Libano, forte esplosione a Beirut: secondo il Daily Star sarebbero due le esplosioni, nella zona del porto. Decine di feriti e morti

LIBANO - Forte esplosione nel centro di Beirut, con una colonna di fumo che si è alzata sopra la città. La gente è scesa in strada, dove per terra ci sono vetri in frantumi. Lo ha constatato l’Ansa sul posto.

Sarebbero due le esplosioni a Beirut in Libano, nella zona del porto. Lo riferisce il Daily Star. Secondo un altro media libanese, Naharnet, oltre a ingenti danni ci sarebbero anche feriti.

Fonti della sicurezza hanno riferito che nelle due esplosioni verificatesi al porto di Beirut in Libano sono rimaste ferite decine di persone.

Beirut: video mostra serie esplosioni nel porto - Un video ripreso da un edificio non lontano dal porto di Beirut in Libano e diffuso sui social media mostra la serie di esplosioni avvenute oggi nella capitale libanese, con l'ultima che ha effetti catastrofici. Dapprima si vede una nuvola di fumo nero levarsi nel cielo, poi una serie di piccole deflagrazioni in quello che sembra essere un incendio, e infine una gigantesca esplosione che investe anche il balcone dove si trova la persona che sta riprendendo il video, a distanza di qualche centinaio di metri.

Beirut (Libano): feriti due militari italiani, altri sotto choc - Due militari italiani sono rimasti feriti in modo non grave in seguito alle esplosioni avvenute a Beirut, mentre altri sono sotto osservazione perché in stato di choc. Lo apprende l’Ansa da fonti qualificate, secondo cui i militari fanno parte di un’unità del contingente italiano in Libano.

A quanto si apprende, quasi tutti i militari italiani coinvolti, feriti e non, nelle esplosioni appartengono all’unità Joint Multimodal Operations Unit (Jmou di Beirut, inquadrata nel Comando Contingente Italiano (IT-NCC) di Naqoura, con il principale scopo di favorire la cooperazione internazionale e l’integrazione sociale tra i militari italiani e la popolazione libanese. Il percorso, focalizzato sull'apprendimento delle principali nozioni della lingua italiana, ha visto, tra l’altro, la partecipazione di alcune donne, perlopiù vedove di militari libanesi, spiega il sito della Difesa.

Libano: esplosioni Beirut, almeno sei corpi rinvenuti nel porto di Beirut - Sono almeno sei i corpi senza vita rinvenuti all’interno del porto di Beirut. Lo riferiscono i media libanesi. In precedenza, il ministero della Salute libanese ha parlato di un «gran numero di feriti». Il ministro della Salute, Hamad Hassan, ha predisposto l'accoglienza di tutti i feriti negli ospedali a spese del dicastero. Finora sono poco chiari i contorni di quanto è accaduto. Intanto sono in corso le operazione di spegnimento dell’incendio divampato in seguito all’esplosione da parte di canadeir.

Un cittadino intervistato dall’emittente «Al Arabiya» ha detto di aver udito due esplosioni, una più contenuta e l’altra più forte. Sembra che l’esplosione sia avvenuta all’interno del settore 12 del porto di Beirut, in un silos di grano, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa «Nna». Altre fonti riferiscono dell’esplosione di un magazzino di petrardi. L’esplosione di un grande edificio, documentata da numerosi video che circolano sui social network, sarebbe avvenuta dopo che un’alta colonna di fumo era già ben visibile all’orizzonte. In precedenza, fonti stampa citate dal sito informativo «Lebanon 24» hanno riferito di una forte esplosione avvenuta a Beirut, capitale del Libano, davanti all’ingresso di Bayt al Wasat, sede del partito Al Mustaqbal. Secondo quanto dichiarato dall’emittente «Lbci», «Saad Hariri (leader di Al Mustaqbal ed ex capo del governo) sta bene e prosegue i suoi contatti».

Al momento non sono noti i motivi dell’esplosione. L’esplosione avviene a pochi giorni dall’annuncio del verdetto del Tribunale speciale per il Libano istituito dalle Nazioni Unite per far luce sull'omicidio dell’ex primo ministro, Rafiq Hariri, ucciso in un attentato il 14 febbraio del 2005.

Beirut: feriti coperti di sangue verso ospedali a piedi - Secondo i corrispondenti di AFP sul posto molte persone rimaste ferite nelle due esplosioni verificatesi a Beirut in Libano stanno camminando, a piedi, per le strade dirette agli ospedali della città. Nel distretto di Achrafieh, i feriti si dirigono al nosocomio Hôtel Dieu. Davanti al centro medico di Clémenceau, decine di feriti, compresi i bambini, a volte coperti di sangue, aspettano di essere curati.

Quasi tutte le vetrine dei quartieri di Hamra, Badaro e Hazmieh, nella parte orientale di Beirut, sono state distrutte, così come le finestre delle auto che sono state abbandonate per le strade con gli airbag gonfiati.

Beirut: testimone, «è stato come un terremoto» - «Come un terremoto». «I palazzi tremano»: le prime reazioni dopo le forti esplosioni al porto di Beirut in Libano corrono via Twitter, dove vengono anche pubblicati video e foto dei danni causato dalla deflagrazione. «Un’enorme assordante esplosione ha appena avvolto Beirut. Si è sentita a chilometri di distanza», si legge ancora sui social, mentre una donna nel centro della capitale libanese alla Afp dice: «Sembrava un terremoto... si è sentito ancor di più dell’esplosione nell’assassinio di Rafic Hariri nel 2005».

Governatore Beirut, «sembrava Hiroshima» - «Beirut è una città distrutta», e le esplosioni di oggi sembravano «Hiroshima»: lo ha detto ad una emittente libanese, trattenendo a stento le lacrime, il governatore di Beirut in Libano, Marwan Aboud, definendo quanto accaduto «un disastro nazionale senza precedenti». Aboud si è recato sul luogo dell’esplosione, al porto di Beirut, rivelando che tra i dispersi vi sarebbero numerosi vigili del fuoco accorsi sul posto per spegnere l’incendio conseguente alla prima esplosione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie