Giovedì 13 Agosto 2020 | 13:29

NEWS DALLA SEZIONE

ECONOMIA
Bari, i fiori d'arancio possono attendere

Bari, i fiori d'arancio possono attendere: settore ancora in ginocchio

 
l'emergenza
Coronavirus: a Bari medico in terapia intensiva e 2 bambini contagiati

Coronavirus: a Bari medico in terapia intensiva e 2 bambini contagiati

 
FASE 3
Ruvo, la protesta di 9 turisti rientrati da Creta

Ruvo, la protesta di 9 turisti rientrati da Creta: «Obbligati all'isolamento, ma sull'isola era tutto tranquillo»

 
L'INCIDENTE
Ciclista investito a Gioia del Colle: caccia al pirata

Ciclista investito a Gioia del Colle: è caccia al pirata

 
L'INTERVISTA
Emergenza sfratti si muove il Comune di Bari

Bari, emergenza casa: il Comune si muove per limitare gli sfratti esecutivi

 
polizia locale
Bari, fermate su bici elettrica modificata, 2 minorenni aggrediscono i vigili: denunce

Bari, fermate su bici elettrica modificata, 2 minorenni aggrediscono i vigili: denunce

 
Il caso
Scuola, Sasso (Lega) contro Azzolina: «Ministra ignora il caos dei precari»

Scuola, Sasso (Lega) contro Azzolina: «Ministra ignora il caos dei precari»

 
La novità
Riapre il leggendario bar Mokador: così torna in vita un pezzo storico di Bari

Riapre il leggendario bar Mokador: così torna in vita un pezzo storico di Bari

 
LA GAZZETTA NEI BAR
La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

 
SANITÀ
A Ginecologia ho visto medici disperarsi

Caos calmo a Ginecologia, il Policlinico di Bari corre ai ripari

 
contagi
Coronavirus, l'appello di Decaro su Facebook: «Usate la mascherina»

Coronavirus, l'appello di Decaro su Facebook: «Usate la mascherina»

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariECONOMIA
Bari, i fiori d'arancio possono attendere

Bari, i fiori d'arancio possono attendere: settore ancora in ginocchio

 
Foggiain mattinata
Foggia, auto contro vespa: un ferito al pronto soccorso

Foggia, auto contro vespa: un ferito al pronto soccorso

 
Materaestate
Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

 
BrindisiCORONAVIRUS
Brindisi, esposto all'Ordine medici: «Contagiato dal primario»

Covid-19, Brindisi, esposto all'Ordine dei medici: «Contagiato dal primario»

 
Lecceal museo del negroamaro
«Nel mare c'è la sete»: Erica Mou a Guagnano presenta il suo libro, tra parole e musica

«Nel mare c'è la sete»: Erica Mou a Guagnano presenta il suo libro, tra parole e musica

 
PotenzaL'ESTATE DEL COVID
Matera, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

Basilicata, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

 
TarantoIL CASO
Taranto, unità di terapia intensiva neonatale: trovata la tregua sindacati-Emiliano

Taranto, unità di terapia intensiva neonatale: trovata la tregua sindacati-Emiliano

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 

i più letti

Quartiere Japigia

Bari, in 7 pestarono due adolescenti: denunciati, tra loro il nipote di un boss

L’aggressione scattò ad aprile scorso, dopo che i due ragazzi uscirono da una scuola del rione Madonnella

I carabinieri hanno individuato e denunciato a piede libero, per lesioni personali aggravate in concorso, tutti i presunti componenti di una baby gang accusata di avere aggredito due loro coetanei all’imbocco del sottopasso Marconi, a Bari. L’episodio risale al 30 aprile scorso quando un 16enne e un 15enne furono picchiati brutalmente da un gruppo di sette ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 13 anni, di cui uno nipote del boss del quartiere Japigia.

L’aggressione scattò dopo che i due ragazzi uscirono da una scuola del rione Madonnella. Uno dei due si accorse che dei giovani stavano inseguendo, con intenti tutt'altro che pacifici, un suo compagno di classe e decise di pedinarli a distanza. Giunto all’imbocco del sottopasso, si accorse che l’amico stava subendo una violenta aggressione fisica. Terminato il pestaggio, gli aggressori si accorsero della sua presenza, lo raggiunsero e gli sferrarono un pugno al volto costringendo entrambi gli adolescenti a ricorrere alle cure dei medici del Pronto soccorso.
Le indagini condotte dai Carabinieri, oltre a fare luce su quanto accaduto, hanno permesso anche di identificare tutti gli autori del pestaggio. Fondamentale per l’identificazione della gang è stata la comparazione dei filmati estrapolati dai sistemi di videosorveglianza con le immagini di profilo utilizzate sui social network dai ragazzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie