Mercoledì 12 Maggio 2021 | 08:09

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
«Casa», dal 28 maggio fuori il nuovo disco del tarantino Pierdavide Carone: «Non è solo un luogo fisico»

«Casa», dal 28 maggio fuori il nuovo disco del tarantino Pierdavide Carone: «Non è solo un luogo fisico»

 
Il libro
«Pensavo dormissi», una jam session dell'ironia

«Pensavo dormissi», una jam session dell'ironia

 
Musica
Beatrice Rana in concerto a Roma al S.Cecilia: «Che emozione tornare a esibirsi con il pubblico»

Beatrice Rana in concerto a Roma al S.Cecilia: «Che emozione tornare a esibirsi con il pubblico»

 
L'intervista
Il Canzoniere Grecanico Salentino: nel nuovo disco «Meridiana» le radici del passato incontrano il «tempo sospeso»

Il Canzoniere Grecanico Salentino: nel nuovo disco «Meridiana» le radici del passato incontrano il «tempo sospeso»

 
Nuove uscite
«Non essere», il disco del salentino Frank Bramato esce da schemi e convenzioni

«Non essere», il disco del salentino Frank Bramato esce da schemi e convenzioni

 
Musica
Caparezza, esce il nuovo album Exuvia: «Faccio pace con il passato»

Caparezza, esce il nuovo album Exuvia: «Faccio pace con il passato»

 
Musica
«Nontiscordardimè», fuori il nuovo singolo del duo pugliese Atomi

«Nontiscordardimè», fuori il nuovo singolo del duo pugliese Atomi

 
Musica
«The Rest», nuovo pezzo per la pianista e compositrice pugliese Irene Scardia

«The Rest», emozioni liriche nel segno di Irene Scardia

 
Musica
«Lacci», il nuovo singolo di Francesco Del Prete sui rapporti indissolubili costruiti nel tempo

«Lacci», il nuovo singolo di Francesco Del Prete sui rapporti indissolubili costruiti nel tempo

 
Musica
«L'uomo dietro il campione», Diodato firma la colonna sonora del film Netflix su Baggio

«L'uomo dietro il campione», Diodato firma la colonna sonora del film Netflix su Baggio

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

Bari, il difensore Alessandro Minelli fermo per tre mesi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatBuone notizie
Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

Trani, dopo il tam tam sui social ritrovato il furgone rubato a Nazionale calcio in carrozzina

 
BariSpettacoli
Bari, al Teatro Petruzzelli torna il pubblico: via a concerti e visite guidate

Bari, al Teatro Petruzzelli torna il pubblico: via a concerti e visite guidate

 
Covid news h 24La decisione
Basilicata gialla ma 4 comuni in zona rossa: l'ordinanza di Bardi

Basilicata gialla ma 5 comuni in zona rossa: l'ordinanza di Bardi

 
MateraIl caso
Motociclista morto nel 2019, prosciolto l'ex sindaco di Matera

Motociclista morto nel 2019, prosciolto l'ex sindaco di Matera

 
GdM.TVL'operazione di recupero
Taranto, 64enne cade in un dirupo: salvato da un elicottero dell’Aeronautica

Taranto, 64enne cade in un dirupo: salvato da un elicottero dell’Aeronautica

 
NewsweekL'idea
Salento, anche la Sirenetta si è innamorata della pizzica

Salento, anche la Sirenetta si è innamorata della pizzica

 
Italia TVIl video
Smantellato cartello della droga: 13 arresti tra Roma e Brindisi

Smantellato cartello della droga: 13 arresti tra Roma e Brindisi

 

i più letti

L'approfondimento

«Metro Stories», la Taranto della musica nell'album di Fanelly, di casa a Parigi

Si chiama «Metro Stories», è uscito il 19 marzo ed è il primo disco, totalmente autoprodotto, della cantautrice tarantina Fanelly (Anna Fanelli), che ormai da anni vive a Parigi. Un album e un percorso di vita accomunati dalla parola coraggio: il coraggio che Anna ha avuto di cambiare paese per realizzarsi professionalmente (dopo la laurea in Economia, all’indomani di un concerto di Charlie Winston al Casino de Paris decide di acquistare una chitarra classica, seguire i corsi del musicista Matthieu Barjolin, e cominciare a studiare musica a 33 anni). Il coraggio di affrontare (ed esorcizzare con la musica) due eventi dolorosi che la colpiscono molto: la morte del papà, ex operaio Ilva (la data d'uscita del disco - a lui dedicato - non è un caso), e gli attentati di Parigi del 2015. Dieci tracce registrate tra Francia e Italia, con mix e mastering a cura del tarantino Francesco Gaudio, in cui si respira anche tanta Puglia: «La genesi di questo disco comincia proprio 6 anni fa, in maniera totalmente spontanea e naturale - racconta Anna - avevo arrangiamenti e melodie in testa, ero determinata, poi ho incontrato persone e contesti giusti che mi hanno aiutato a realizzarlo. Il team di Francesco, a Taranto, mi ha accolto con le mie demo, registrate da sola nella mia cantina, poi ho avuto voglia di passare allo step successivo».

Un progetto curato nei dettagli, in cui le sinergie hanno avuto un ruolo fondamentale: «Tanti i musicisti che mi hanno affiancato, e sono felice siano in gran parte pugliesi. Davide Chiarelli (batteria e percussioni) è come un fratello minore, ogni volta che viene a Parigi passiamo un po' di tempo insieme. Siamo entrati in contatto tramite amici comuni, cercavo un batterista prettamente jazz, perché pur non essendo un album 'puro' desideravo quel tipo di tocco: l'intesa è stata immediata, mi ha fatto molto piacere il fatto che abbia voluto leggere subito i miei testi, e ci ha messo del suo, cuore e creatività, ritmica e talento, e i suoi strumenti hanno un ruolo davvero rilevante in tutto il disco. Poi i chitarristi, Andrea Cianca, che ha firmato gli assoli su due brani, "It's gonna make a little difference" e "Over", improvvisati in un pomeriggio, senza premeditazione, e Elio Di Menza, che mi ha regalato lo strumming più 'pop' di cui avevo bisogno. E infine Salvatore Versace (Saver), produttore dell'unico brano 'non acustico', «Superhero»: un incontro bellissimo, lui è tanto giovane quanto visionario, ci siamo compresi all'istante, ed è stata condivisa fin da subito la mia idea di mettere le voci dell'Fbi americano all'inizio e alla fine della canzone, che rappresenta l'antieroe 'decadente', che osserva il mondo e riflette su quanto sia difficile portarlo in salvo».

Una scena musicale tarantina che, come ammette anche la stessa Anna, sta facendo sentire la sua voce ovunque, anche fuori dai confini della stessa Puglia, dopo anni di pregiudizi che la volevano legata a contesti esclusivamente rock o hard-rock. E nell'insieme delle collaborazioni di Metro Stories ci sono anche talenti del paese che ha accolto la cantautrice, la Francia: «Sélène Saint-Aimé, contrabbassista, ha 25 anni ma è una persona fortemente intuitiva e sensibile, considerata una delle giovani stelle del jazz francese e non solo. Poi c'è Matthieu Barjolin, il mio maestro di chitarra, e anche Marjolaine Ott al flauto traverso, con un motivo ben preciso che avevo immaginato esattamente così nella mia testa». Ora, con l'emergenza pandemica in corso, il release party di Metro Stories è stato spostato, e ha una nuova data, il 17 giugno 2021 al Sunset Sunside, jazz club parigino. Nel frattempo Anna continua a fare la mamma di due splendide bimbe, che oggi hanno 7 e 9 anni: «Sono state il mio primo pubblico, spontanee e senza pregiudizi. Entrambe hanno un buon orecchio musicale, e la più grande, che studia pianoforte, mi ha detto di avere due cantanti preferiti: Michael Jackson, e la sua mamma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie