Giovedì 29 Ottobre 2020 | 14:45

NEWS DALLA SEZIONE

il siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
L'iniziativa
Martina Franca, «Non fermare la festa»: i party si programmano in attesa di tempi migliori

Martina Franca, «Non fermare la festa»: i party si programmano in attesa di tempi migliori

 
Il caso
Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

Arcelor Mittal, Spesal: «Verifica su incidente in Deposito Bramme»

 
La testimonianza
Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

 
Lavoro
Mittal Taranto, tensione in fabbrica: sospeso delegato Fiom

Mittal Taranto, tensione in fabbrica: sospeso delegato Fiom

 
La novità
Cinema, la Puglia saluta Ron Moss: concluse le riprese del suo film

Cinema, la Puglia saluta Ron Moss: concluse le riprese del suo film

 
L'annuncio
Grottaglie, il «Marcello Arlotta» è il primo spazioporto italiano

Grottaglie, il «Marcello Arlotta» è il primo spazioporto italiano

 
La denuncia
M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

M5s Taranto: «Mittal è cattivo pagatore e crea terrore tra gli operai»

 
Il caso
Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

Cyberbullismo, 15enne su Instagram: «Basta mi uccido», salvato da amica tarantina

 
L'operazione
Taranto, Guardia Costiera sequestra 80kg di cetrioli di mare abbandonati da pescatori di frodo

Taranto, Guardia Costiera sequestra 80kg di cetrioli di mare abbandonati da pescatori di frodo

 

Il Biancorosso

Calcio
Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

Il super derby del Barone: «Bari e Foggia, la storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

 
BatLa scoperta
Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

Barletta, lavoratori in nero in laboratorio mascherine: denunce

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 
BariGiustizia
Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

Bari, causa pandemia stop a tutti i processi con testimoni

 
FoggiaDalla polizia
Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

Foggia, violenza e maltrattamenti contro moglie e figli per anni: arrestato

 
Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 

i più letti

Ambiente

Taranto, cattivi odori da discarica: tutti assolti, ma è polemica

Assolti gli imputati del processo sulla gestione della discarica Vergine, ma è polemica tra gli ambientalisti

Taranto, cattivi odori da discarica: tutti assolti, ma è polemica

Tutti assolti dalla Corte d’Appello di Taranto gli imputati del processo sulla gestione della discarica Vergine e sui cattivi odori diffusi nella zona orientale della provincia ionica, ma è polemica tra gli ambientalisti. Il collegio presieduto dal giudice Antonio Del Coco nei giorni scorsi ha assolto l’ex proprietario della discarica, Paolo Ciervo, accusato di getto pericoloso di cose e discarica abusiva di fanghi, il responsabile tecnico dell’impianto Pasquale Moretti (condannati a 2 anni e mezzo in primo grado) e l’imprenditore Mario Petrelli, che ha gestito la discarica per solo un mese, che rispondeva delle accuse di traffico illecito di rifiuti e violazione di sigilli (9 mesi in primo grado). I tre imputati furono rinviati a giudizio per la gestione di un impianto per rifiuti che si trova a circa tre chilometri da Lizzano, finito sotto sequestro nel 2014. "Restiamo in attesa di conoscere le motivazioni della sentenza - sottolinea l’associazione AttivaLizzano, che presentò la denuncia alla magistratura - che hanno portato i giudici ad esprimere tale giudizio. Tuttavia, a chi suggerisce di cercare altrove la fonte della puzza e del conseguente inquinamento, proponiamo di riflettere su un dato oggettivo, inequivocabile e percepibile da tutti i cittadini». Dal sequestro «della discarica di sei anni fa - osserva l’associazione - il puzzolente acido solfidrico non ha più invaso le nostre strade, le nostre case, gli occhi e i polmoni con i conseguenti sintomi, mentre il depuratore, chiamato in causa come probabile fonte della puzza, ha continuato la sua attività».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie