Martedì 02 Giugno 2020 | 14:36

NEWS DALLA SEZIONE

atti persecutori
Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

 
l'aggressione-rapina
Taranto, uomo picchiato con «nunchaku» e rapinato di 900 euro: arrestato 55enne

Taranto, uomo picchiato con «nunchaku» e rapinato di 900 euro: arrestato 55enne

 
al quartiere Paolo VI
Taranto, in casa ha 2 chili di eroina purissima: 60enne in carcere

Taranto, in casa ha 2 chili di eroina purissima: 60enne in carcere

 
il siderurgico
ArcelorMittal, a Taranto uffici chiusi: salta ispezione commissari Ilva in As

ArcelorMittal, a Taranto uffici chiusi: salta ispezione commissari Ilva in As

 
La Provincia
Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
Il caso
Si torna a sparare per strada a Taranto: nessun ferito

Taranto, colpi di pistola in via Mazzini dopo diverbio. Arrestato «pistolero»: un 46enne

 
Ripensato lo showroom
Fase 2 Taranto, anche il mercato dell’auto riparte: possibilità di test drive a domicilio

Fase 2, anche il mercato dell’auto riparte: possibilità di test drive a domicilio

 
controlli dei cc
Taranto, a spasso con la droga a Paolo VI: nei guai 30enne inospettabile

Taranto, a spasso con la droga a Paolo VI: nei guai 30enne inospettabile

 
lentocrazia
Taranto, ospedale S. Cataldo

Taranto ospedale San Cataldo, il sindaco: « È una vergogna nazionale. Il Governo sblocchi il progetto»

 
l'appello
Mittal Taranto, «L'azienda rispetti le prescrizioni»

Mittal Taranto, «L'azienda rispetti le prescrizioni»

 

PHOTONEWS

Il Biancorosso

Lutto
Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil provvedimento
Bari, interdittiva antimafia a gestore bar e spiaggia: Comune revoca concessioni

Bari, interdittiva antimafia a gestore bar e spiaggia: Comune revoca concessioni

 
LecceSanità post emergenza
Il San Giuseppe da Copertino

L’ospedale di Copertino riapre ma l’organizzazione è disastrosa

 
Tarantoatti persecutori
Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

 
Brindisil'accordo
Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

 
PotenzaDal 3 giugno
Basilicata, nuova ordinanza di Bardi: aperture in sicurezza e assembramenti vietati

Basilicata riapre in sicurezza e senza assembramenti: nuova ordinanza di Bardi

 

i più letti

le dichiarazioni

Mittal, sindaco Taranto: stop impianti entro 30 giorni

ArcelorMittal e Ilva in As dovranno fermare gli impianti dell’area a caldo non avendo comunicato entro ieri se abbiano provveduto a individuare e risolvere le criticità delle emissioni inquinanti del siderurgico

Ilva

Entro 30 giorni ArcelorMittal e Ilva in As dovranno fermare gli impianti dell’area a caldo non avendo comunicato entro ieri, alla scadenza dei 30 giorni imposti dall’ordinanza sindacale del 27 febbraio, se abbiano provveduto a individuare e risolvere le criticità delle emissioni inquinanti del Siderurgico. Lo sostiene il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, dando seguito all’ordinanza con cui intimava di risolvere il problema delle emissioni entro 30 giorni, pena lo stop degli impianti nei 30 giorni successivi.

Melucci dà seguito alla sua ordinanza sulle emissioni nonostante il ricorso al Tar di Lecce presentato da ArcelorMittal e quello annunciato dai commissari dell’Ilva in As. Il primo cittadino fa presente di aver chiesto "ad Ispra di verificare la corretta applicazione delle disposizioni richiamate» e che «il Comune di Taranto procederà come per Legge».
Sono «formalmente decorsi - sottolinea Melucci in una nota - i termini di cui all’ordinanza sindacale n. 15 del 27 febbraio 2020, senza che sia pervenuta alcuna informazione da parte dell’attuale gestore dello stabilimento siderurgico di Taranto, dalla struttura commissariale di Ilva in As o dagli organismi di controllo, ciascuno per quanto di propria competenza, volta come ordinato ad individuare gli impianti interessati dai fenomeni emissivi e ad operare per rimuoverne criticità ed anomalie, a tutela della salute pubblica».

Alla luce del «mancato adempimento di cui sopra, da oggi 29 marzo 2020, i soggetti in parola - aggiunge il primo cittadino - hanno 30 giorni funzionali all’attuazione perentoria delle disposizioni sindacali, per le quali debbono provvedere con apposito cronoprogramma alla fermata degli impianti inquinanti, quali quelli individuati nell’atto sindacale».
Nel ricorso al Tar, i legali di ArcelorMittal hanno affermato che l’ordinanza sindacale si caratterizza per «eccesso di potere per travisamento di fatto e di diritto, carenza di istruttoria e di motivazione, violazione del principio di proporzionalità e del principio di precauzione, incompetenza assoluta e straripamento di potere».
Per i commissari dell’Ilva in As, che hanno annunciato il ricorso al Tribunale amministrativo regionale in una nota recapitata ieri al Comune, l’ordinanza è «ineseguibile» e presenta vizi di illegittimità «per carenza di potere esercitato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie