Domenica 07 Marzo 2021 | 01:44

NEWS DALLA SEZIONE

La storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Operazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti.
Leporano, soldi per le elezioni 2019 /Vd

 
A MOTTOLA
Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

 
Il caso
Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

 
L'emergenza
Taranto, positivo al Covid muore poliziotto di 59 anni

Taranto, positivo al Covid muore poliziotto di 59 anni

 
indagini
Manduria, estorsione e rapina nei confronti di un 48enne: due in manette

Manduria, estorsione e rapina nei confronti di un 48enne: due in manette

 
indagini della gdf
Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

 
sicurezza impianti
Mittal Taranto, pericolosità altoforni: esposto presentato in Procura

Mittal Taranto, pericolosità altoforni: esposto presentato in Procura

 
emergenza Covid
Taranto, nel reparto di Pneumologia del «Moscati» ad un anno dal paziente zero: «Noi in prima linea»

Taranto, nel reparto di Pneumologia del «Moscati» ad un anno dal paziente zero: «Noi in prima linea»

 
Lotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 

Il Biancorosso

Serie C
Alla vigilia di bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

Alla vigilia di Bari-Potenza, mister Carrera: «Non sottovaluto i lucani»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

Bari, bimbo di 18 mesi muore investito dall'auto del padre durante manovra

 
Battutela ambiente
Bisceglie, opere abusive in due nuovi stabilimenti balneari: sequestrata area di 3mila mq

Bisceglie, opere abusive in due nuovi lidi: sequestrata area di 3mila mq

 
GdM.TVTragedia sfiorata
Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

Potenza, terreno frana sulla Sp 32 riaperta da pochi giorni: disagi per gli automobilisti

 
Foggianel foggiano
Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

Coronavirus, assembramenti sul Gargano: multati 28 giovani

 
LecceDia
Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

Lecce, droga dall'Albania da spacciare in tutta Italia: sequestrati beni per 900mila euro e 50kg di sostanze

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 

i più letti

il caso

Intascò una mazzetta: la tarantina Galeone, prefetto di Cosenza, ai domiciliari e sospesa

A denunciarla un'imprenditrice che ha raccontato di aver ricevuto la proposta di emettere una fattura fittizia e versare 700 euro

Intascò una mazzetta: la tarantina Galeone, prefetto di Cosenza, ai domiciliari e sospesa

E’ stato fissato per martedì prossimo, alle 12, l’interrogatorio di garanzia di Paola Galeone, l’ex prefetto di Cosenza posta agli arresti domiciliari nella sua abitazione, a Taranto, con l’accusa di induzione indebita a dare o promettere utilità. La Galeone, secondo l'accusa, avrebbe indotto l’imprenditrice Cinzia Falcone, referente di un centro di accoglienza per migranti e presidente dell’associazione Animed, ad emettere una fattura falsa da 1.220 euro per sfruttare le somme residue del fondo di rappresentanza della Prefettura che altrimenti sarebbe stata restituita al ministero dell’Interno. Paola Galeone sarà interrogata dal gip Letizia Benigno, con l'assistenza dei suoi difensori di fiducia, gli avvocati Nicola Carratelli e Franco Sammarco.

L'ARRESTO DEL PREFETTO

A dare notizia dell’arresto di Paola Galeone è stata la Procura della Repubblica di Cosenza con un comunicato a firma del Procuratore, Mario Spagnuolo, in cui, tra l’altro, si specifica che «l'indagine prosegue al fine di accertare eventuali ulteriori fatti, penalmente rilevanti». Il che vuol dire che le responsabilità della Galeone potrebbero non essere circoscritte all’unico caso della mazzetta che sarebbe stata indotta a versare Cinzia Falcone. A questo punto, s'indaga, dunque, su tutte le spese ed i rimborsi gestiti da Paola Galeone per accertarne la regolarità. E non è escluso che possano emergere altri fatti clamorosi.

Ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare e è stata la Squadra mobile di Cosenza, diretta da Fabio Catalano, che è stato il funzionario di polizia che il 23 dicembre scorso ha raccolto per primo la clamorosa denuncia di Cinzia Falcone. L’imprenditrice non ha esitato un solo istante a riferire agli organi investigativi la sconcertante proposta che le era stata rivolta da quella prefetta con la quale, tra l’altro, la stessa imprenditrice aveva avviato da tempo un’intensa attività a tutela delle legalità. Cinzia Falcone, presidente dell’associazione «Animede», che si occupa di tutela dei diritti delle donne e responsabile di un centro di accoglienza per migranti a Camigliatello Silano, ha sempre creduto, riferiscono adesso quanti la conoscono, nella legalità e nel rispetto delle regole da parte delle istituzioni.

LA MAZZETTA DA 700 EURO

Ed era dunque la persona meno indicata per accettare la proposta insensata rivoltale dalla prefetta Galeone: emettere una fattura fittizia di 1.220 euro finalizzata, secondo le intenzioni della Galeone, ad appropriarsi della parte di fondo di rappresentanza concessa ai prefetti disponibile a fine anno e rimasta inutilizzata. In base a tale accordo, 700 euro sarebbero andati alla prefetta e 500 all’imprenditrice.

La consegna del denaro sarebbe avvenuta in un bar del centro di Cosenza. Ad incastrare il prefetto è stata la videoripresa con una microcamera che la Polizia aveva pensato bene di fornire a Cinzia Falcone, con cui erano stati concordati data, ora e luogo della consegna alla prefetta della busta contenente il denaro. Subito dopo Paola Galeone è stata accompagnata in questura e colta con le «mani nel sacco», visto che nella borsa aveva ancora le banconote consegnatele da Cinzia Falcone che gli investigatori avevano pensato bene di fotocopiare in modo da non lasciare alcun margine di dubbio sulle responsabilità di Paola Galeone. Ieri sera il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha disposto la sospensione dal servizio della Galeone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie