Sabato 19 Giugno 2021 | 21:40

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Ex Ilva, dopo blackout fumi e fiamme nello stabilimento, i Verdi: «Bisogna avvisare i tarantini»

Ex Ilva, dopo blackout fumi e fiamme nello stabilimento, i Verdi: «Bisogna avvisare i tarantini»

 
Il caso
Maxi rissa tra italiani e stranieri a Taranto: 20 persone coinvolte, 2 nigeriani feriti

Maxi rissa tra italiani e stranieri a Taranto: 20 persone coinvolte, 2 nigeriani feriti

 
Il caso
Covid, la denuncia del Sappe: «focolaio nel carcere ad alta sicurezza di Taranto: 34 detenuti contagiati»

Covid, la denuncia del Sappe: «focolaio nel carcere ad alta sicurezza di Taranto: 34 detenuti contagiati»

 
il dramma
Taranto, «La rivista Nature certifica effetti neurotossici di piombo e arsenico sui nostri bambini»

Taranto, «La rivista Nature certifica effetti neurotossici di piombo e arsenico sui nostri bambini»

 
Monitoraggio
Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

 
Il caso
Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

 
la vicenda giudiziaria
Taranto, Operaio morto al fiume Tara in 8 finiscono sotto inchiesta

Taranto, Operaio morto al fiume Tara in 8 finiscono sotto inchiesta

 
Il siderurgico
Ex Ilva Taranto, Emiliano: «Impianti area a caldo da fermare subito»

Ex Ilva Taranto, Emiliano: «Impianti area a caldo da fermare subito»

 
Il caso
Taranto, Picchia un farmacista e lo manda in ospedale

Taranto, Picchia un farmacista e lo manda in ospedale

 
La novità
Taranto, Ex Ilva, avvio campagna vaccinale per 1600 operai

Taranto, Ex Ilva, avvio campagna vaccinale per 1600 operai

 

Il Biancorosso

Calcio
Michele Mignani

Il Bari si affida a Mignani: è lui il nuovo allenatore

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiL'approdo
Brindisi, la nave scuola Palinuro attracca a sorpresa nel porto

Brindisi, la nave scuola Palinuro attracca a sorpresa nel porto

 
FoggiaSerie C
Calcio, Zeman torna al Foggia: i tifosi rossoneri tornano a sognare

Calcio, Zeman torna al Foggia: i tifosi rossoneri cominciano a sognare

 
TarantoIl caso
Ex Ilva, dopo blackout fumi e fiamme nello stabilimento, i Verdi: «Bisogna avvisare i tarantini»

Ex Ilva, dopo blackout fumi e fiamme nello stabilimento, i Verdi: «Bisogna avvisare i tarantini»

 
BariIl premio
Magna Grecia Awards: da Aleida a Mirabella, lo spettacolo sul sagrato di S. Nicola

Magna Grecia Awards: da Aleida a Mirabella, lo spettacolo sul sagrato di S. Nicola

 
LecceIl fatto
Lecce, misterioso incendio distrugge tre auto

Lecce, misterioso incendio distrugge tre auto

 
Potenzabollettino regionale
Basilicata, solo 13 sono risultati positivi al covid-19

Basilicata, solo 13 sono risultati positivi al covid-19

 
BatIl fatto
Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

Barletta, polemiche sull’interruzione dei lavori allo Stadio Puttilli

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

 

i più letti

il caso

Intascò una mazzetta: la tarantina Galeone, prefetto di Cosenza, ai domiciliari e sospesa

A denunciarla un'imprenditrice che ha raccontato di aver ricevuto la proposta di emettere una fattura fittizia e versare 700 euro

Intascò una mazzetta: la tarantina Galeone, prefetto di Cosenza, ai domiciliari e sospesa

E’ stato fissato per martedì prossimo, alle 12, l’interrogatorio di garanzia di Paola Galeone, l’ex prefetto di Cosenza posta agli arresti domiciliari nella sua abitazione, a Taranto, con l’accusa di induzione indebita a dare o promettere utilità. La Galeone, secondo l'accusa, avrebbe indotto l’imprenditrice Cinzia Falcone, referente di un centro di accoglienza per migranti e presidente dell’associazione Animed, ad emettere una fattura falsa da 1.220 euro per sfruttare le somme residue del fondo di rappresentanza della Prefettura che altrimenti sarebbe stata restituita al ministero dell’Interno. Paola Galeone sarà interrogata dal gip Letizia Benigno, con l'assistenza dei suoi difensori di fiducia, gli avvocati Nicola Carratelli e Franco Sammarco.

L'ARRESTO DEL PREFETTO

A dare notizia dell’arresto di Paola Galeone è stata la Procura della Repubblica di Cosenza con un comunicato a firma del Procuratore, Mario Spagnuolo, in cui, tra l’altro, si specifica che «l'indagine prosegue al fine di accertare eventuali ulteriori fatti, penalmente rilevanti». Il che vuol dire che le responsabilità della Galeone potrebbero non essere circoscritte all’unico caso della mazzetta che sarebbe stata indotta a versare Cinzia Falcone. A questo punto, s'indaga, dunque, su tutte le spese ed i rimborsi gestiti da Paola Galeone per accertarne la regolarità. E non è escluso che possano emergere altri fatti clamorosi.

Ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare e è stata la Squadra mobile di Cosenza, diretta da Fabio Catalano, che è stato il funzionario di polizia che il 23 dicembre scorso ha raccolto per primo la clamorosa denuncia di Cinzia Falcone. L’imprenditrice non ha esitato un solo istante a riferire agli organi investigativi la sconcertante proposta che le era stata rivolta da quella prefetta con la quale, tra l’altro, la stessa imprenditrice aveva avviato da tempo un’intensa attività a tutela delle legalità. Cinzia Falcone, presidente dell’associazione «Animede», che si occupa di tutela dei diritti delle donne e responsabile di un centro di accoglienza per migranti a Camigliatello Silano, ha sempre creduto, riferiscono adesso quanti la conoscono, nella legalità e nel rispetto delle regole da parte delle istituzioni.

LA MAZZETTA DA 700 EURO

Ed era dunque la persona meno indicata per accettare la proposta insensata rivoltale dalla prefetta Galeone: emettere una fattura fittizia di 1.220 euro finalizzata, secondo le intenzioni della Galeone, ad appropriarsi della parte di fondo di rappresentanza concessa ai prefetti disponibile a fine anno e rimasta inutilizzata. In base a tale accordo, 700 euro sarebbero andati alla prefetta e 500 all’imprenditrice.

La consegna del denaro sarebbe avvenuta in un bar del centro di Cosenza. Ad incastrare il prefetto è stata la videoripresa con una microcamera che la Polizia aveva pensato bene di fornire a Cinzia Falcone, con cui erano stati concordati data, ora e luogo della consegna alla prefetta della busta contenente il denaro. Subito dopo Paola Galeone è stata accompagnata in questura e colta con le «mani nel sacco», visto che nella borsa aveva ancora le banconote consegnatele da Cinzia Falcone che gli investigatori avevano pensato bene di fotocopiare in modo da non lasciare alcun margine di dubbio sulle responsabilità di Paola Galeone. Ieri sera il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha disposto la sospensione dal servizio della Galeone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie