Mercoledì 18 Settembre 2019 | 06:51

NEWS DALLA SEZIONE

In centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
nel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
Siderurgico
Mittal, fine prima fase di demolizione AFo3 Riaperte scuole ai Tamburi

Mittal, fine prima fase di demolizione AFo3 Riaperte scuole ai Tamburi

 
Dai carabinieri
Taranto, sequestrate 6 tonnellate di buste di plastica non conformi

Taranto, sequestrate 6 tonnellate di buste di plastica non conformi

 
Incidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
La telefonata a sorpresa
Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

 
Le fiamme
Taranto, incendio tra le ville: panico a Lama

Taranto, incendio tra le ville: panico a Lama

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
L'iniziativa
«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

 
La denuncia
Arcelor Mittal, licenziato ingiustamente operaio Usb: la protesta di Borraccino

Arcelor Mittal, licenziato ingiustamente operaio Usb, l'azienda: 'Era di comandata'

 
L'episodio
Taranto, sul bus senza biglietto: gambiano prende a pugni autista e gli rompe gli occhiali, denunciato

Taranto, sul bus senza biglietto: gambiano picchia autista e gli rompe gli occhiali, denunciato

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiDai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
BatIl personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
MateraSasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
BariPolis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
TarantoIn centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 

i più letti

Il contenzioso

Porticciolo S. Francesco, il Tar condanna il Comune di Taranto: pagherà 1,5 mln

Il progetto presentato nel 1998, ma c'è già il ricorso pronto del Municipio

comune di taranto

TARANTO - Vicenda del porticciolo turistico in località San Francesco degli Aranci, il Comune di Taranto condannato dal Tar a pagare danni per 1,5 milioni di euro. Ma l’Amministrazione comunale si è già rivolta all’avvocato Bruno Decorato e ha già presentato appello in Consiglio di Stato. In estrema sintesi, il Municipio è stato condannato per aver fatto trascorrere tanto tempo, troppo prima di dare il via libera ad un progetto presentato nell’estate del 1998. In realtà, il risarcimento richiesto superava i 7 milioni di euro, ma poi per vari motivi è stato rideterminato dal Tar di Lecce.
Il Comune di Taranto - recependo una sentenza sempre della magistratura amministrativa ma del 2012 - l’anno scorso, aveva rilasciato per 48 anni e 3 mesi l’area e a fronte di un canone annuo di circa 45mila euro dato la concessione demaniale marittima per la costruzione e gestione di un porto turistico con annesse strutture e servizi, relativa a circa 10mila metri quadrati a terra e quasi 23 mila in mare. Nel progetto iniziale, quello di diciotto anni fa, era presente anche un villaggio turistico , mentre per il porticciolo turistico erano previsti 210 posti barca per l'ormeggio, 90 per il rimessaggio, 144 posti auto e moli per 252 metri. Il progetto attuale probabilmente sarà ridimensionato rispetto a quello originario, ma il punto non è questo.

Bisogna tornare indietro allo scorso 11 febbraio, quando la prima sezione del Tar di Lecce ha accolto il ricorso proposto dalla società Nuova Itl Italconsult Lavori s.r.l., teso ad ottenere il risarcimento di tutti i danni per complessivi 7 milioni 393mila euro oltre interessi e rivalutazione derivanti dall’illegittimo esercizio dell’attività amministrativa e dall’inosservanza del termine di conclusione del procedimento e tardiva adozione del provvedimento di rilascio della concessione dell’area demaniale marittima, specchio acqueo e realizzazione di un porto turistico sito in località San Francesco degli Aranci - Blandamura. E così, in questo contesto, il Comune di Taranto è stato condannato al pagamento della somma di 1 milione 574mila euro, oltre interessi legali.
Ma, nel corso di alcuni confronti avvenuti a Palazzo di Città, il legale esterno all’Amministrazione ha evidenziato l’opportunità di proporre appello, chiedendo la sospensione dell’esecuzione della sentenza impugnata. Il motivo? Per il professionista tarantino e per gli stessi uffici comunali, così come si evince dalla determina dirigenziale che ha conferito l’incarico a Decorato, sarebbero emersi alcuni profili di criticità della decisione adottata dal Tar sia per quanto riguarda la quantificazione dei danni subiti dalla società privata (con particolare riferimento ai mancati utili, erroneamente calcolati su arco temporale di 18 anni e 6 mesi anziché 15 anni e sei mesi, con un aggravio per il Comune di 140mila euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie