Lunedì 14 Ottobre 2019 | 10:48

NEWS DALLA SEZIONE

le polemiche
Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

 
università
Taranto, da lunedì via alle lezioni a Medicina: graduatoria a scorrimento

Taranto, da lunedì via alle lezioni a Medicina: graduatoria a scorrimento

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, nuovo ricorso alla Corte Europea contro l'Italia

Arcelor Mittal, nuovo ricorso alla Corte Europea contro l'Italia

 
L'accordo
Case popolari, scongiurato sfratto per 200 famiglie a Taranto

Case popolari, scongiurato sfratto per 200 famiglie a Taranto

 
gioca nel Policoro
Taranto, calciatore 21enne investito da auto pirata: in ospedale

Taranto, calciatore 21enne investito da auto pirata: in ospedale

 
dalla polizia
Taranto, estorce denaro e alcol a titolari di due locali: arrestato

Taranto, estorce denaro e alcol a titolari di due locali: arrestato

 
Il caso
Porto di Taranto, la concessione a Ylport diventa operativa

Porto di Taranto, la concessione a Ylport diventa operativa

 
nel Tarantino
Massafra: 17enne nasconde hashish negli slip, denunciato

Massafra: 17enne nasconde hashish negli slip, denunciato

 
nel Tarantino
Manduria, rave non autorizzato a Ferragosto: 326 giovani identificati

Manduria, rave non autorizzato a Ferragosto: 326 giovani identificati

 
L'iniziativa
Taranto, ecco la casella postale per i senza dimora

Taranto, ecco la casella postale per i senza dimora

 
Taranto
Immunità penale ex Ilva, Consulta non decide e rinvia atti al gip

Immunità penale ex Ilva, Consulta non decide e rinvia atti al gip

 

Il Biancorosso

contro la ternana
Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

Il Bari non sbaglia più: vittoria che sa di svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

Orta Nova, in 4 tentano colpo in banca: ferita una guardia giurata

 
Barinel Barese
Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

Molfetta, moria di gatti a Madonna della Rosa

 
Batnel Nordbarese
Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

 
Potenzanel Potentino
Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

 
Lecceil caso
Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

 
Tarantole polemiche
Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

Ex Ilva

Taranto, una settimana per decidere il futuro di ArcelorMittal

Tra l'azienda e il governo resta il nodo dell'immunità penale. Nel frattempo stanotte bruciata l'auto di una esponente dei Verdi

Ex Ilva, sindacati: anomalie su assunzioni e esuberi

Una settimana ancora e tutto sarà più chiaro. Tra domani (visita a Taranto del vicepremier Di Maio e dei ministri Costa, Trenta, Grillo, Lezzi e Bonisoli), dopodomani (confronto tra azienda e sindacati sulla cassa integrazione per 1.395 dipendenti), mercoledì (conferenza stampa a Bruxelles per la giornata europea dell’acciaio di Geert Van Poelvoorde, presidente di Eurofer e anche vice presidente esecutivo e amministratore delegato di ArcelorMittal Europa) e infine sabato 29 (ultimo giorno utile per il Senato per convertire in legge il decreto Crescita) si scriverà il futuro dello stabilimento siderurgico tarantino. Futuro messo pericolosamente a rischio, a nemmeno 8 mesi dall’avvio della gestione targata ArcelorMittal, dal venir meno della immunità che, secondo il quadro normativo esistente al momento della firma dell’accordo tra governo, multinazionale e sindacati, doveva mettere al riparo l’azienda da iniziative giudiziarie sino al 2023, ovvero fino al termine dell’espletamento del piano ambientale, che ha un valore di circa 1,4 miliardi di euro.

Quella esimente, decreto Crescita alla mano, svanirà il prossimo 6 settembre - sul punto esistono tante interpretazioni ma in casa ArcelorMittal fanno tendenza quelle più catastrofiche - e dunque la multinazionale potrebbe essere tentata, come ha già ventilato prima del voto alla Camera - di rivedere i suoi impegni su Taranto. Il Movimento 5 Stelle non sembra disposto a fare marcia indietro come fa sapere l’europarlamentare tarantina Rosa D’Amato: «Siamo riusciti finalmente ad affermare un principio sacrosanto a Taranto: chi inquina paga, anche penalmente. Salvini e Confindustria la smettano di fare da cassa di risonanza alle minacce di ArcelorMittal. Prima vengono i tarantini e la loro salute, se lo mettano in testa». Un messaggio chiarissimo agli alleati della Lega che finora hanno fatto fare ma adesso sono preoccupati. «È assolutamente necessario tutelare la salute e l’ambiente, ma è imprescindibile mantenere gli impegni presi per evitare la fuga degli investitori che equivarrebbe a una drammatica emorragia di posti di lavoro, perdita di credibilità a livello internazionale e condannare il nostro Paese, alla perdita della filiera dell’acciaio» dice il deputato della Lega Edoardo Rixi. «Con il vicepremier Salvini - spiega - abbiamo incontrato Arcelor Mittal e le parti sociali: la nuova proprietà ha un piano di ambientalizzazione in corso che va a sanare la mancanza di investimenti, che vengono da un lontano passato, sul piano della tutela ambientale e della salute dei cittadini di Taranto. Pensiamo che ci siano tutte le basi perché la proprietà continui nel piano del risanamento ambientale senza andare a intaccare, in modo retroattivo, gli impegni presi tra questo governo e l’attuale investitore».

Una prima risposta potrebbe arrivare domani a Taranto proprio da Di Maio al quale l’ex viceministro Teresa Bellanova (Pd) chiede di mettere intorno al tavolo le parti, di rispondere alle segnalazioni dei rappresentanti dei lavoratori e di convocare l’impresa. Anche l’incontro con i sindacati di martedì potrà essere rivelatore giacché ArcelorMittal vuole far partire la cassa dall’1 luglio ma è evidente che se ci sono propositi di abbandono del sito, la vicenda può passare in secondo piano (o per altro verso essere un leggero antipasto). Bisognerà poi capire cosa dirà a Bruxelles Geert Van Poelvoorde in occasione dell’assemblea dell’associazione europea dei produttori siderurgici e infine verificare se il patto Lega-M5S reggerà anche al Senato. Una settimana ancora e si capirà se l’area a caldo dell’ex Ilva di Taranto sarà rifatta ex novo o se invece la sua chiusura non sarà più una utopia.

BRUCIATA AUTO ESPONENTE DEI VERDI - «Stanotte l’autovettura di Fulvia Gravame, storica esponente dei Verdi di Taranto, impegnata in tutte le battaglie sull'Ilva e membro dell’esecutivo nazionale dei Verdi, è stata distrutta da un incendio. I Verdi invitano la Prefettura e le forze dell’ordine ad avviare le indagini necessarie per verificare la natura di questo atto» Lo affeRmano in una nota Elena Grandi, coportavoce dei Verdi, e Angelo Bonelli coordinatore dell’esecutivo dei Verdi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie