Domenica 23 Settembre 2018 | 18:35

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Stamattina

Barile, killer bussa alla porta
e ammazza vigile urbano

La vittima è Remo Giuliani, 57 anni. Quando l'uomo ha aperto la porta, il sicario ha fatto fuoco più volte

Cinque colpi di pistola, tutti al torace e tutti a segno: così è morto, all’istante, stamani, davanti alla sua casa di Barile (Potenza), Remo Giuliano, di 57 anni, vigile urbano in servizio in paese. Ad ucciderlo - secondo quanto l’autore ha raccontato ai Carabinieri e a due sostituti della Procura della Repubblica di Potenza - è stato Alessandro Caccavo, di 64 anni. Il movente sarebbe passionale e legato ad una storia che la vittima avrebbe avuto con una donna.

Erano circa le 11 quando i cinque colpi sparati dall’assassino con una pistola «Beretta» calibro 7,65 hanno turbato la tranquillità di Barile, un paese di circa tremila abitanti in provincia di Potenza, nella zona del monte Vulture. Qualcuno ha bussato alla porta di casa Giuliano: Remo ha aperto ed è stato invitato da Caccavo ad uscire. Poi tutto diventa confuso e rapido: i due cominciano a litigare, poi passano alle vie di fatto. A quel punto, Caccavo avrebbe estratto la pistola facendo fuoco cinque volte: per Remo Giuliano non c'è niente da fare. Il suo corpo resta disteso a pochi metri da casa, nascosto alla vista da una coperta. La notizia del delitto fa il giro di Barile in un attimo: tutti ne sono sconvolti, al punto che la «Notte barilese» - manifestazione estiva in programma stasera che prevedeva, a notte inoltrata, lo spettacolo di un attore comico - viene annullata senza esitazione.

Intanto, le indagini dei Carabinieri del comando provinciale di Potenza prendono subito la direzione giusta: tutti conoscevano Giuliano, come è logico attendersi in un paese della Basilicata. Gli investigatori ascoltano alcune persone e pensano subito a Caccavo, che nel frattempo si è allontanato dalla scena del delitto. Ma non si può parlare di una vera e propria fuga: Caccavo capisce di essere braccato, i Carabinieri lo stanno cercando e lui telefona al «112» e dice chi è e dove si trova. Ai militari che lo raggiungono consegna la pistola con cui ha sparato al «rivale». Era detenuta legalmente.

L’uomo viene fermato e portato nella caserma della compagnia di Melfi (Potenza) dell’Arma, dove arrivano anche due magistrati della Procura della Repubblica di Potenza. Vengono sentiti alcuni testimoni, poi si passa allo stesso Caccavo, a carico del quale vengono «cristallizzati elementi di responsabilità»: finito il confronto con i due pubblici ministeri, il presunto assassino viene trasferito in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, una sedia speciale per Mario: così la scuola diventa «inclusiva»

Potenza, una sedia speciale per Mario: così la scuola diventa «inclusiva»

 
Mannaia sul personale alla Regione Basilicata: tagli per salvare il bilancio

Mannaia sul personale alla Regione Basilicata: tagli per salvare il bilancio

 
Picerno, torna in chiesa San Roccodipinto rubato e trovato ad Amalfi

Picerno, torna in chiesa San Rocco dipinto rubato e trovato ad Amalfi

 
Vietri, nasconde droga in autoscoperto dai Cc: arrestato

Vietri, nasconde droga in auto
scoperto dai Cc: arrestato

 
Vaccinazioni in Basilicata, 12 genitori denunciati: fioccano le irregolarità

Vaccinazioni in Basilicata, 12 genitori denunciati: fioccano le irregolarità

 
Potenza, proroga trasporti: il caso finisce alla Corte Conti

Potenza, proroga trasporti: il caso finisce alla Corte Conti

 
Terremoti, gli esperti di tutto il mondo si incontrano a Potenza

Terremoti, gli esperti di tutto il mondo si incontrano a Potenza

 
Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

 

GDM.TV

Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 

PHOTONEWS