Mercoledì 05 Agosto 2020 | 18:44

NEWS DALLA SEZIONE

SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
UNIVERSITÀ

Unibas, facoltà di Medicina: ora studiano gli aspiranti rettori

 
IL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
Automobilismo
Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

 
la scoperta
Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

 
Tragedia
Vinovo, guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna e si toglie la vita

Guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna in Piemonte e si toglie la vita

 
L'INVENZIONE
Potenza, mascherina e disinfettante tutto a portata di borsetta

Potenza, mascherina e disinfettante tutto a portata di borsetta

 
TURISMO
Basilicata, il bonus vacanze si rivela un mezzo flop

Basilicata, il bonus vacanze si rivela un mezzo flop

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
HomeEroe per un giorno
Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

 
BariL'evento
Bari, Ordine Avvocati e Fratres per un pomeriggio di donazione straordinaria di sangue

Bari, Ordine Avvocati e Fratres per un pomeriggio di donazione straordinaria di sangue

 
Leccearte
Trepuzzi, le arti visive contemporanee dialogano in «Giardino Project»

Trepuzzi, le arti visive contemporanee dialogano in «Giardino Project»

 
Tarantoil caso
Taranto, imprenditore truffa la Regione. L'Avvocatura gli fa sequestrare la casa

Taranto, imprenditore truffa la Regione: Avvocatura gli fa sequestrare casa

 
PotenzaSANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
MateraL'EROSIONE
Metaponto, il maltempo taglia la spiaggia

Metaponto, il maltempo taglia la spiaggia: lidi in ginocchio

 
BrindisiAMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 

i più letti

viabilità in tilt

Raccordo chiuso al traffico
L'alternativa? Un tratturo

potenza-sicignano degli alburni Tra Balvano e Vietri è un inferno. Sui social pullula la protesta

 Raccordo chiuso al traffico L'alternativa? Un tratturo

PIERO MIOLLA

Una gruviera. Un tratturo. Una strada molto pericolosa. In una parola, una vera e propria vergogna. Il nuovo tratto che gli automobilisti in transito sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza sono costretti a percorrere tra gli svincoli di Balvano e Vietri, a causa della chiusura del tragitto originale in conseguenza di una lesione comparsa sul viadotto Marmo, è un coacervo di strade provinciali e comunali che non solo rallenterebbe l’andatura comportando disagi sui tempi di percorrenza, ma, appunto, sarebbe anche pericoloso. Sui social sono state numerose le segnalazioni da parte di automobilisti e semplici cittadini che hanno voluto dar voce al malcontento.

In particolare, è stato segnalato, in alcuni tratti di sera si viaggerebbe completamente al buio, mentre in altri la carreggiata sarebbe particolarmente disconnessa, con la presenza di numerose buche non segnalate, e, nonostante la larghezza della strada sia ovviamente molto limitata, capiterebbe spesso di incrociare automezzi pesanti, tir, bus e chi più ne ha più ne metta. E’ mai possibile che nel 2017, in Basilicata si debba ancora viaggiare in queste condizioni, peraltro su una delle direttrici più importanti della regione? Non c’erano proprio alternative a questo stato di cose?

Abbiamo girato la domanda e, soprattutto, le lamentele segnalate, all’Anas, l’ente proprietario del raccordo e competente per la manutenzione delle strade statali italiane. Per il tramite dell’ufficio stampa, l’azienda ci ha risposto ricordando che «entro la metà di aprile verrà aperta al traffico una bretella di circa 600 metri, attualmente in disuso ma sulla quale Anas sta lavorando per rimetterla in uso, che consentirà, da un lato, di non allungare i tempi di percorrenza, in quanto la sede stradale di questa bretella corre praticamente in parallelo al tracciato del raccordo, e, dall’altro, permetterà comunque un’alternativa al tragitto attualmente in uso, composto da strade provinciali e comunali».

Qualche altro giorno di pazienza, dunque, e, stando alle rassicurazioni dell’Anas, arriverà un percorso alternativo che dovrebbe facilitare la percorrenza. In merito all’attuale tracciato, poi, l’ufficio stampa di Anas, di fatto riconoscendo la presenza di molte buche e, dunque, di un manto stradale non proprio perfetto, ha reso noto che «Anas ha quasi completato la ripavimentazione locale (quindi non su tutto il tratto in questione, ndr) sulla provinciale, mentre ha iniziato, e completerà a breve, la stessa azione su quelli comunali”. In pratica, Anas sta rattoppando strade non di sua competenza, ma, appunto, si tratta di rattoppi e non di nuovo asfalto su tutto il tragitto alternativo. In merito, poi, ai tempi di abbattimento del viadotto lesionato, l’ufficio stampa ha precisato che «non appena saranno calendarizzati i lavori, verranno resi noti». Insomma, di sicuro c’è solo che quel ponte va abbattuto, ma al momento non si sa quando e, soprattutto, quanto tempo ci vorrà per riconsegnare agli automobilisti il normale tracciato del raccordo Sicignano-Potenza. E la chiamano Basilicata 2.0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie