Mercoledì 30 Settembre 2020 | 07:45

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 
Nel Potentino
Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

 
Paura nel Potentino
Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

 
In ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
Nel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 
indagini
Potenza, la Finanza negli uffici della Soprintendenza

Potenza, la Finanza negli uffici della Soprintendenza

 
lavoro
Potenza, ad agosto boom di autorizzazioni ore Cig: ben 1,5 milioni

Potenza, ad agosto boom di autorizzazioni ore Cig: ben 1,5 milioni

 
dati regonali
Covid, in Basilicata positivi 25 tamponi su 830 nelle ultime 24 h: 15 le persone ricoverate

Covid, in Basilicata positivi 25 tamponi su 830 nelle ultime 24 h: 15 le persone ricoverate

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 
BariL'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
FoggiaIl caso
Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

 
LecceIl video
Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava casa dopo aver ammazzato i fidanzati

Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava a casa dopo aver ammazzato i fidanzati. Tutti gli errori del killer

 
TarantoLa celebrazione
Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

 
MateraNel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
BrindisiNel Brindisino
Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

 

viabilità in tilt

Raccordo chiuso al traffico
L'alternativa? Un tratturo

potenza-sicignano degli alburni Tra Balvano e Vietri è un inferno. Sui social pullula la protesta

 Raccordo chiuso al traffico L'alternativa? Un tratturo

PIERO MIOLLA

Una gruviera. Un tratturo. Una strada molto pericolosa. In una parola, una vera e propria vergogna. Il nuovo tratto che gli automobilisti in transito sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza sono costretti a percorrere tra gli svincoli di Balvano e Vietri, a causa della chiusura del tragitto originale in conseguenza di una lesione comparsa sul viadotto Marmo, è un coacervo di strade provinciali e comunali che non solo rallenterebbe l’andatura comportando disagi sui tempi di percorrenza, ma, appunto, sarebbe anche pericoloso. Sui social sono state numerose le segnalazioni da parte di automobilisti e semplici cittadini che hanno voluto dar voce al malcontento.

In particolare, è stato segnalato, in alcuni tratti di sera si viaggerebbe completamente al buio, mentre in altri la carreggiata sarebbe particolarmente disconnessa, con la presenza di numerose buche non segnalate, e, nonostante la larghezza della strada sia ovviamente molto limitata, capiterebbe spesso di incrociare automezzi pesanti, tir, bus e chi più ne ha più ne metta. E’ mai possibile che nel 2017, in Basilicata si debba ancora viaggiare in queste condizioni, peraltro su una delle direttrici più importanti della regione? Non c’erano proprio alternative a questo stato di cose?

Abbiamo girato la domanda e, soprattutto, le lamentele segnalate, all’Anas, l’ente proprietario del raccordo e competente per la manutenzione delle strade statali italiane. Per il tramite dell’ufficio stampa, l’azienda ci ha risposto ricordando che «entro la metà di aprile verrà aperta al traffico una bretella di circa 600 metri, attualmente in disuso ma sulla quale Anas sta lavorando per rimetterla in uso, che consentirà, da un lato, di non allungare i tempi di percorrenza, in quanto la sede stradale di questa bretella corre praticamente in parallelo al tracciato del raccordo, e, dall’altro, permetterà comunque un’alternativa al tragitto attualmente in uso, composto da strade provinciali e comunali».

Qualche altro giorno di pazienza, dunque, e, stando alle rassicurazioni dell’Anas, arriverà un percorso alternativo che dovrebbe facilitare la percorrenza. In merito all’attuale tracciato, poi, l’ufficio stampa di Anas, di fatto riconoscendo la presenza di molte buche e, dunque, di un manto stradale non proprio perfetto, ha reso noto che «Anas ha quasi completato la ripavimentazione locale (quindi non su tutto il tratto in questione, ndr) sulla provinciale, mentre ha iniziato, e completerà a breve, la stessa azione su quelli comunali”. In pratica, Anas sta rattoppando strade non di sua competenza, ma, appunto, si tratta di rattoppi e non di nuovo asfalto su tutto il tragitto alternativo. In merito, poi, ai tempi di abbattimento del viadotto lesionato, l’ufficio stampa ha precisato che «non appena saranno calendarizzati i lavori, verranno resi noti». Insomma, di sicuro c’è solo che quel ponte va abbattuto, ma al momento non si sa quando e, soprattutto, quanto tempo ci vorrà per riconsegnare agli automobilisti il normale tracciato del raccordo Sicignano-Potenza. E la chiamano Basilicata 2.0.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie