Sabato 16 Febbraio 2019 | 03:55

NEWS DALLA SEZIONE

Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 
criminalità
Mafia lucana fa flop, per l'operazione «Iena» solo due condanne

Mafia lucana, flop per operazione «Iena»: solo 2 condanne

 
Sollevamento pesi
A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

 
Verso le regionali
Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Presidenza Regione»

Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Governatore»

 
La visita
Premier Conte l'11 a Potenza per il Piano di sviluppo

Premier Conte l'11 a Potenza per il Piano di sviluppo

 
I 25 anni di Dookie
Green Day: Billie Joe vuole festeggiare a Viggiano?

Green Day: Billie Joe vuole festeggiare a Viggiano?

 
Verso il voto
Basilicata, c'è un astronomo in corsa per la Regione

Basilicata, c'è un astronomo in corsa per la Regione

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

solidarietà

Apre a Potenza
studio medico gratuito
per gli immigrati

migranti

di FRANCESCO RUSSO

POTENZA - Garantire l’assistenza sanitaria ai lavoratori stranieri privi o in attesa di permesso di soggiorno. Da martedì prossimo a Potenza sarà possibile, grazie all’iniziativa del Centro studi e ricerche sulle realtà meridionali (Cestrim) e di un gruppo di operatori sanitari, tutti volontari. Oggi pomeriggio - intorno alle 16.30 - ci sarà la presentazione del progetto nella sede del Cestrim. Dal 4 aprile, per due giorni alla settimana, medici ed infermieri si metteranno a disposizione degli irregolari che necessitino di visite o di cure mediche. «Spesso la società ci vuole far credere che non abbiamo nessun potere sul mondo che ci circonda: ma non è vero, nel nostro piccolo qualcosa possiamo farla, ognuno nel proprio campo di competenza», dice Edoardo Pennacchio, operatore sanitario in Medicina d’urgenza e Pronto soccorso all’ospedale San Carlo di Potenza, uno dei promotori del progetto di solidarietà.

«L’idea - racconta - ci è venuta insieme a don Marcello Cozzi, del Cestrim. Abbiamo pensato di mettere su uno studio medico per migranti irregolari, privi di permesso di soggiorno o con il documento scaduto. Si tratta di persone che sono garantite da una legislazione a loro dedicata e lungimirante, che considera il diritto alla salute inalienabile e che parte dal presupposto che la clandestinità sanitaria non sia utile a nessuno. La legge - evidenzia il dottor Pennacchio - prevede che tale tipo di assistenza possa essere erogata anche da organismi di volontariato, in uno spirito di collaborazione reale, naturalmente, con il servizio sanitario. Tutto questo per garantire anche agli irregolari il sacrosanto diritto all’assistenza sanitaria. In quanti saremo? All’iniziativa - evidenzia - hanno aderito spontaneamente 40 operatori sanitari e altrettanti infermieri: per noi è stata una bellissima sorpresa, anche perché nessuno di loro aderiva ad associazioni. Come abbiamo reclutato il personale volontario? Lo abbiamo fatto rivolgendoci agli Ordini dei Medici e degli Infermieri, ma è stato altrettanto importante il passaparola».

Il laboratorio - ospitato in alcuni locali messi a disposizione dal Cestrim, nella sede di via Sinni (traversa di via Acerenza) - sarà a disposizione degli irregolari il martedì dalle 11 alle 13 e il venerdì pomeriggio dalle 17 alle 19. Ci si chiede, a questo punto, se non esista il rischio che non si presenti nessuno, per paura magari di segnalazioni. «In realtà - puntualizza Pennacchio - è proprio questo il motivo per cui quelle persone non cercano solitamente i canali tradizionali. Magari martedì non verrà nessuno, ma non crediamo che sarà così.
A chi si rivolgerà al laboratorio verrà assegnato un codice, simile a quello sanitario attribuito a tutti noi, che non comporta la segnalazione all’autorità giudiziaria. Non dimentichiamo - prosegue l’operatore sanitario - che non stiamo parlando di persone che hanno commesso reati. Siamo di fronte a donne e uomini che stanno aspettando il permesso di soggiorno o che hanno lo status di rifugiati. Che tipo di servizi verranno erogati? Sarà un ambulatorio di tipo generalista, ma ci saranno anche specialisti. Avremo ad esempio un infettivologo, un dermatologo, un odontoiatra, ma ci saranno anche altre figure».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400