Sabato 23 Marzo 2019 | 19:20

NEWS DALLA SEZIONE

Verso il voto
Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

 
Energia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Fondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
Regionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Bari, le scelte di mister Cornacchini"Palmese difesa forte e ben organizzata"

Bari, le scelte di mister Cornacchini
"Palmese difesa forte e ben organizzata"

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso il voto
Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

Basilicata, in allestimento i seggi elettorali per 573mila elettori

 
BariPer i 4mila aventi diritto
Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

 
HomeA Roma
Operai del siderurgico in marcia per il clima: «Taranto senza Ilva»

Operai del siderurgico in marcia per il clima: «Taranto senza Ilva»

 
FoggiaMaltrattamenti in famiglia
Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

Foggia, picchiava la moglie e le chiedeva soldi per divertirsi al bar: arrestato 34enne

 
LecceNel Basso salento
Incidente tra Casarano e Ugento: giovane motociclista perde la vita

Incidente tra Casarano e Ugento:
giovane motociclista perde la vita

 
GdM.TVTraffico in tilt
Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

 
BrindisiGuidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
BatParla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 

Le polemiche per la diretta Rai

Capodanno in piazza
saltano i pali di Gae Aulenti

Capodanno in piazza saltano i pali di Gae Aulenti

Luigia Ierace

Il nuovo giorno deve aver portato buoni consigli. È stato cosi, ieri mattina, con i pali di piazza Mario Pagano. «Inamovibili», al punto da costringere l’impresa, l’assessore Falotico e il sindaco De Luca, venerdì sera ad arrendersi, bloccando tutto e rinunciando a proseguire l’attività, proprio mentre nelle stesse ore, uno dei progettisti del team dell’architetto Gae Aulenti, Antonio Maroscia, dichiarava alla Gazzetta «di non essere mai stato sentito sullo spostamento dei pali per l’allestimento del palco e le riprese del Capodanno della Rai».

Poi, a sorpresa, dopo meno di 24 ore, tutte le perplessità sono svanite e i pali, sollevati da terra, sono «caduti», uno dopo l’altro fino alle 17.25, quando l’ultimo rimosso, ha abbandonato la piazza, su un camion. Sono rimasti in piedi solo quelli sul lato delle magnolie (le piante non sarebbero proprio riusciti a spostarle!).

Allora, cosa è cambiato, anche a fronte del grido di allarme lanciato dallo stesso progettista: «speriamo sia un guaio temporaneo che non rovini il cuore del centro storico», e dello stesso tecnico che ha curato il rivestimento dei pali sulle «cautele da usare nella movimentazione degli stessi, raccomandando l’uso di fasce e non di catene e di adagiare i pali evitando di strisciarli». In sostanza, è un problema ben più grave quello che emerge da questa vicenda: «non si può programmare un intervento senza sapere cosa si deve rimuovere e come va rimosso. E che la presenza del progettista sarebbe stata utile: insomma non contattare a monte chi ha realizzato il progetto è stato controproducente».

A quel punto, però, inutile ogni recriminazione. «La piazza e i pali - come hanno sottolineato i progettisti - sono delle creature che abbiamo sentito nostre e un senso di responsabilità ci ha spinti a non assistere passivamente a quanto stava accadendo». In poche ore dallo stop di venerdì alla mattina di sabato, è partito il tam-tam, tra i progettisti, e preso atto che «i danni al rivestimento, dei pali, sono secondari e riparabili con gli accorgimenti del caso, ma il danno strutturale poteva essere davvero grave», è arrivato, gradito e risolutivo, l’intervento di chi ha progettato l’opera e ne conosce tutti i «segreti» e senza la cui supervisione non si sarebbe riusciti a portare avanti l’opera.

È accaduto quello che si sarebbe dovuto fare dall’inizio. Certo in piazza, non si è visto nessuno dei progettisti. Ma i loro consigli hanno consentito all’impresa di proseguire nei lavori, sciolti i dubbi. «Tutto tranquillo? I pali potranno tornare al loro posto senza problemi strutturali? Senza danni alla pavimentazione». L’impresa si dice serena. «Certo i pali dovranno essere ripuliti, alcuni, del resto, erano stati anche imbrattati; sarà quindi necessario un intervento di manutenzione. Poi si dovrà intervenire sui basamenti».

E i costi? Su chi graveranno? Gli interrogativi sarebbero tanti ma non da rivolgere a chi sta seguendo i lavori. Se ne parlerà dopo il concerto. Per ora, tolti i pali, tolto il problema per il grande show della Rai di Capodanno dalla piazza di Potenza. In una piazza che non esiste più. Quella di ieri sera e dei prossimi giorni non è «la più elegante piazza contemporanea di Gae Aulenti». Mentre imperversano le polemiche di «piazza», nella piazza delle polemiche. Ferita, con i pali «caduti» nella battaglia di Capodanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400