Sabato 08 Agosto 2020 | 02:14

NEWS DALLA SEZIONE

la denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Agricoltura
Basilicata, da regione 1mln per impianti viticoli

Basilicata, da Regione 1mln per impianti viticoli

 
SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa decisione
Mola, stop a parcheggio selvaggio sulla costa: installate barriere «New Jersey»

Mola, stop a parcheggio selvaggio sulla costa: installate barriere «New Jersey»

 
Materaambiente
Matera, rischio idrogeologico a Montescaglioso: firmato protocollo d’intesa per messa in sicurezza

Matera, rischio idrogeologico a Montescaglioso: firmato protocollo d’intesa per messa in sicurezza

 
TarantoL'appello
Taranto, Confindustria scrive a Turco: «Tessile, rilanciare Made in Italy»

Taranto, Confindustria scrive a Turco: «Tessile, rilanciare Made in Italy»

 
Potenzala denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Leccegiornalismo
Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

 
Batl'evento
Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 

i più letti

Motivazioni del Riesame

Inchiesta petrolio a Potenza
«Dai dipendenti dell'Eni
un'attività criminosa»

Inchiesta petrolio, Riesame vicino L'Eni vuol ricominciare a produrre

POTENZA - «La condotta» dei cinque dipendenti del Centro Oli di Viggiano (Potenza) dell’Eni - agli arresti domiciliari dallo scorso 31 marzo nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Potenza sulle estrazioni petrolifere in Basilicata - non è «affatto episodica» ma «denota una pervicace attività criminosa» che «si è protratta per lungo tempo, coinvolgendo un notevolissimo numero di persone».

Sono alcuni dei passaggi delle motivazioni con cui il Tribunale del Riesame di Potenza ha respinto il ricorso presentato dai legali dei cinque indagati - Nicola Allegro, Roberta Angelini, Luca Bagatti, Antonio Cirelli e Vincenzo Lisandrelli - per la revoca delle misure cautelari: secondo i giudici del Riesame, inoltre, ognuno di loro ha «contribuito consapevolmente all’azione criminosa, apportando un proprio contributo causale e avendo la consapevolezza del contributo causale degli altri».

Il Tribunale fa particolare riferimento «all’alterazione dei dati» sui parametri delle sostanze inquinanti e sui codici di classificazione dei rifiuti: «Ciò che appare particolarmente significativo - è scritto nelle motivazioni - è che i 'datì, ovvero i risultati delle analisi, devono combaciare, a costo di artificiose sistemazioni, così denotando una ferma volontà di rappresentare agli organi di controllo una situazione formalmente corretta, senza tenere conto della effettiva realtà». Dalle intercettazioni, infine, emerge «chiaramente come gli indagati abbiamo una sistematica propensione alla mistificazione della realtà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie