Lunedì 19 Aprile 2021 | 05:45

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
controlli dei CC
Provincia Potenza al setaccio: 13 denunciati e sequestrati sei coltelli

Provincia Potenza al setaccio: 13 denunciati e sequestrati sei coltelli

 
dati regionali
Covid in Basilicata, cresce curva contagi (+219) e tasso positività (12,8%): un altro decesso

Covid in Basilicata, cresce curva contagi (+219) e tasso positività (12,8%): un altro decesso

 
L'annuncio
Vaccini anti Covid, fase 2 «modello Basilicata»: medici base somministreranno dosi AstraZeneca

Vaccini anti Covid, fase 2 «modello Basilicata»: medici base somministreranno dosi AstraZeneca

 
L'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
Economia
Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

 
L'intervento
Lauria, ladri di computer in azione in centro commerciale: due in manette

Lauria, ladri di computer in azione in centro commerciale: due in manette

 
Il caso
Dalla Basilicata al Belgio, non sale sull'aereo per «tampone indefinito»

Dalla Basilicata al Belgio, non sale sull'aereo per «tampone indefinito»

 
la preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
L'annuncio
Basilicata, danni maltempo. «Faremo il possibile per gli agricoltori. Sollecitato il ministro»

Basilicata, danni maltempo. «Faremo il possibile per agricoltori. Sollecitato il ministro»

 
Val d'Agri
tempa rossa

Petrolio, verso un nuovo accordo tra Basilicata ed Eni

 

Il Biancorosso

Serie c
Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMaltempo
Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

 
TarantoIl caso
Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Portale dello Ionio: tutti con AstraZeneca

Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Porta dello Ionio: tutti con AstraZeneca

 
LecceIl caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
BatIl caso
L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

 
MateraIl virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
PotenzaIl caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
FoggiaIl caso
Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Pressioni su ex dirigente del Comune: indagato il sindaco di Brindisi

 

i più letti

L'emergenza

Tamponi da rifare a Potenza, vaccini a Matera: che caos

«Scambio di alunni» nello screening in una scuola potentina. L’errore segnalato da un genitore

Tamponi da rifare a Potenza, vaccini a Matera: che caos

Il timore è che ci possano essere stati altri errori. In passato, ma anche oggi. Significa costringere alla quarantena chi è, in realtà, negativo, e lasciare libero di circolare chi è positivo. Può accadere, intendiamoci, che nel «mare magnum» di provette, tamponi, numeri e codici si possa incorrere in una svista, ma occorre un surplus di attenzione in questa maledetta pandemia.

Su segnalazione di un genitore di Potenza, è stato scoperto che nello screening riservato agli studenti dell’istituto Sinisgalli del capoluogo ci sarebbero stati degli scambi di numero relativi agli alunni sottoposti a test. Per questione di privacy, i ragazzi sono identificati con un codice numerico: i genitori (gli unici, insieme alla direzione scolastica, che possono accedere alle generalità) si sono accorti che accanto al nome del figlio, risultato positivo, c’era non solo un numero diverso da quello che gli avevano comunicato, ma anche l’orario e la data in cui era stato sottoposto a tampone. Il medico di famiglia ha immediatamente avvertito gli uffici competenti che però hanno glissato: «Per noi il bambino risulta positivo quindi deve stare a casa». Il cittadino si è rivolto in prima battuta al consigliere regionale Dino Bellettieri il quale ha fatto da tramite con il direttore sanitario dell’Asp, Luigi D’Angola, per sbrogliare la matassa e da controlli è emerso che effettivamente c’era stato un errore.

Coinvolti anche l’assessore regionale Rocco Leone e Sergio Molinari dell’Asp che si sono subito attivati risolvendo la questione in poche ore: il bambino ieri è stato sottoposto a un nuovo tampone, così come tutta la sua famiglia. Faranno lo stesso con l’alunno «scambiato». Il cittadino - che ha elogiato i suoi interlocutori per la tempestività e la professionalità nell’intervento - si era comportato diligentemente seguendo le direttive e le regole. A differenza di altri genitori che, mossi da dubbi sul risultato dei tamponi, avrebbero portato i propri figli a rifare i test violando la quarantena.

Uno sbaglio isolato? È quello che verificheranno al più presto. La pressione è tanta e può capitare di sbagliare. Ma occorre intervenire subito per migliorare l’organizzazione e programmare con attenzione. È quanto chiedono Paolo Fanti, Angela Uricchio e Paolo Laguardia della Flc Cgil in relazione alla campagna di vaccinazione del personale scolastico: «Si naviga a vista - dicono -. I lavoratori vengono avvisati all’ultimo momento, anche in casi in cui le persone siano affette da altre patologie o in terapie farmacologiche che richiederebbero il preavviso». Secondo il sindacato è una «campagna vaccinale “al buio”, in cui il personale scolastico non sa quando e dove verrà vaccinato: al momento sono operativi solo i due ospedali da campo dei due capoluoghi, non essendo stata preventivamente stabilita alcuna convenzione con i medici di base, necessaria a prevedere hub dislocati sui territori. Le due Aziende sanitarie - aggiunge la Flc Cgil - stanno procedendo autonomamente, non sappiamo sulla base di quali direttive, di quale cronoprogramma, di quali criteri di priorità e con quali procedure, nell’assoluta mancanza di trasparenza e di informazione e, apparentemente, senza alcun tipo di regia organizzativa da parte della Regione». E tra le priorità, lamenta il sindacato, non sono stati inclusi gli insegnanti di sostegno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie