Domenica 25 Ottobre 2020 | 23:24

NEWS DALLA SEZIONE

Il bollettino regionale
Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

 
La decisione
Potenza. concorso Arpab: rinviate le prove preselettive

Potenza, concorso Arpab: rinviate le prove preselettive

 
Petrolio
Potenza, vertenza indotto Eni: rischi e lavoro da salvare

Potenza, vertenza indotto Eni tra rischi di chiusura e lavoro da proteggere

 
Il bollettino
Covid in Basilicata, altri 69 positivi (16 pugliesi) su 1.214 test. Ci sono anche due morti

Covid in Basilicata, altri 69 positivi (17 pugliesi) su 1.214 test. Ci sono anche due morti

 
Lo screening estivo
Basilicata, primo report sui tamponi per il turismo: 2097 test in 115 strutture

Basilicata, primo report sui tamponi per il turismo: 2097 test in 115 strutture

 
Il caso
Avigliano, il 95% dei tamponi al drive-in sono negativi: le scuole riaprono lunedì

Avigliano, il 95% dei tamponi al drive-in sono negativi: le scuole riaprono lunedì

 
In Basilicata
Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

 
opere pubbliche
Basilicata, oltre 4mln per depurazione acque reflue

Basilicata, oltre 4mln per depurazione acque reflue

 
dati regionali
Covid, in Basilicata 112 nuovi positivi su 1434 tamponi: aumentano ricoveri in ospedale

Covid, in Basilicata 112 nuovi positivi su 1434 tamponi: aumentano ricoveri in ospedale. Si cercano nuove strutture

 
Controlli dei CC
Ripacandida, nascondeva in casa hashish e marijuana: 23enne nei guai

Ripacandida, nascondeva in casa hashish e marijuana: 23enne nei guai

 
la polemica
Potenza, diritto di cronaca: «scintille» giornalisti-Procura

Potenza, diritto di cronaca: «scintille» giornalisti-Procura
Domani incontro Procuratore-Verna

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
BrindisiL'incidente
Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

 
Foggiaemergenza Covid
Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnale falsi assembramenti

Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnala falsi assembramenti

 
Batla scorsa notte
Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

L'opera

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

L'architetto Andriani (coordinatore generale): «Parte una stagione di ripensamento e conservazione del patrimonio infrastrutturale italiano»

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

«Preservare e conservare l’idea originale di Sergio Musmeci e la sua intuizione statico-strutturale, senza alterare il profilo alare, la conformazione dell’impalcato, con attenzione al contesto urbano e ambientale complesso in cui è inserita un’opera straordinaria e la predisposizione di un cantiere pilota per attuare strategie specifiche per ogni parte del ponte senza gravare sulla mobilità».

Sono stati i punti di forza del team italo-svizzero, vincitore del concorso di progettazione per il restauro conservativo del Ponte Musmeci, simbolo della città di Potenza, individuato ieri a Palazzo di Città, nella seduta pubblica per la procedura di decrittazione dei codici dei 5 team finalisti.
Difficile trattenere l’emozione quando il nome di chi ha vinto è ancora solo un codice: una sequenza di numeri e lettere. Eppure dal giudizio della Commissione appare subito inequivocabile, a chi quell’elaborato ha contribuito a realizzarlo, che quella valutazione si riferisce al lavoro svolto dal proprio gruppo.

È stato così ieri per l’architetto Stefano Passamonti, che ha rappresentato il team primo classificato. Sebbene il suo viso fosse coperto dalla mascherina, i suoi occhi parlavano quando si è riconosciuto nelle parole del presidente della Commissione di Gara, il dirigente del Comune di Potenza Mario Restaino che leggeva la motivazione del progetto prescelto.

«Molto buona l’analisi del degrado e ottima la soluzione per il restauro corticale, con la predisposizione di un cantiere pilota e la progettazione di soluzioni ad hoc per questo intervento. Molto bene la soluzione del sollevamento delle travi tampone, con inserimento di una struttura sostitutiva temporanea. Molto bene la soluzione proposta per il bordo che recupera il profilo originale di Musmeci, risolvendo al contempo il problema tecnico dello smaltimento».

Il raggruppamento di professionisti, società e studi di ingegneria e architettura, risultato primo classificato con un punteggio di 84 punti, sugli altri 4 raggruppamenti, è composto da Ets Spa (Enginering and Technical Service) - capogruppo - e dagli architetti Carmen Andriani (Architettura e contesto / Coordinamento generale), Mario Avagnina (Restauro) e Roberto Gargiani (Aspetti Storici) e dagli ingegneri Aurelio Muttoni e Joseph Schwartz e dall’architetto Giulia Boller (Strutture) e con lo studio Valle 3.0 Srl di Roma. Nel gruppo, inoltre, Fondaco Studio Architetti, gli architetti Francesca Berni, Lukas Ingold, Fulvio Maccarone, Andrea Quartara e Tommaso Tedeschio e gli ingegneri Debora Benfatto, Pierluigi D’Acunto e Frédéric Monney.

La designazione definitiva al termine delle procedure di verifica dei requisiti del vincitore, come ha sottolineato la responsabile dell’ufficio Gare, Antonietta Fabrizio, presente alle operazioni con il Responsabile unico del procedimento Giuseppe D’Onofrio.

«Si tratta di un progetto molto articolato e con scelte moderne – ha detto il vicesindaco e assessore all’Urbanistica e ai Lavori pubblici, Antonio Vigilante – che, una volta conclusa la procedura di assegnazione definitiva, avremo modo di illustrare alla città insieme agli stessi progettisti. È stata una competizione di livello internazionale per il primo progetto di restauro del calcestruzzo al mondo e questo ci rende orgogliosi dell’interesse rivolto verso la città di Potenza».

«È una vittoria che - ha ribadito l’architetto Carmen Andriani - cade in un momento storico nel quale, dopo il crollo del ponte Morandi, i riflettori sono puntati sullo stato delle infrastrutture e le opere del moderno in Italia. Il restauro e la valorizzazione di Ponte Musmeci, prima opera di ingegneria dichiarata monumento, dà l’avvio a una stagione di ripensamento e conservazione del patrimonio infrastrutturale nazionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie