Domenica 25 Luglio 2021 | 21:15

NEWS DALLA SEZIONE

covid
Basilicata, dilaga la variante Delta

Basilicata, dilaga la variante Delta

 
Ambiente
Turismo, San Fele ci spera: «Vanno aperte tutte le cascate»

Turismo, San Fele ci spera: «Vanno aperte tutte le cascate»

 
Il caso
Venosa, tenta di cambiare soldi falsi: arrestato dai Carabinieri

Venosa, tenta di cambiare soldi falsi: arrestato dai Carabinieri

 
Lotta al virus
Covid, l'appello di Bardi: «in Basilicata 16 ricoverati, 15 non vaccinati»

Covid, l'appello di Bardi: «in Basilicata 16 ricoverati, 15 non vaccinati»

 
Il bollettino regionale
Covid: in Basilicata 27 tamponi positivi su 800 esaminati

Covid: in Basilicata 27 tamponi positivi su 800 esaminati

 
Gli ultimi dati
Basilicata, 27 tamponi positivi su 800 esaminati

Basilicata, 27 tamponi positivi su 800 esaminati

 
Dopo 20 anni
Potenza: corso di formazione per aumentare medici del 118

Potenza: corso di formazione per aumentare medici del 118

 
Il caso
Potenza, truffe on line: nove denunciati, hanno preso 12 mila euro

Potenza, truffe on line: nove denunciati, hanno preso 12 mila euro

 
Effettuate 5.800 vaccinazioni
Covid: in Basilicata 18 positivi su 611 tamponi esaminati

Covid: in Basilicata 18 positivi su 611 tamponi esaminati

 
Il caso
Potenza, perseguita i genitori, uomo agli arresti domiciliari

Potenza, perseguita i genitori, uomo agli arresti domiciliari

 

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceblitz della polizia
Interrotta in Salento festa in villa con 200 ragazzi

Interrotta in Salento festa in villa con 200 ragazzi

 
Foggial'episodio
Migranti: un uomo ferito a coltellate nel Ghetto di Foggia

Migranti: un uomo ferito a coltellate nel Ghetto di Foggia

 
Materaeconomia
Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

Appalti col massimo ribasso? «Danneggiano lavoratori e cittadini»

 
Baril'emergenza
Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

Bari, cena in bianco no cibo di strada sì: polemica sugli eventi all’aperto

 
Brindisisangue sulle strade
Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

Scontro tra auto, un morto e un ferito nel Brindisino

 
Potenzacovid
Basilicata, dilaga la variante Delta

Basilicata, dilaga la variante Delta

 
TarantoAmbiente
Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

 

i più letti

Quartieri e contrade

Dragonara, da decenni senza fogne

Il grido d’allarme di alcuni residenti di case a valle della chiesa del Divino Amore e anche alcune utenze di Valle Paradiso. L' allaccio è bloccato per il diniego di Rfi

Castello di Dragonara

Abitano in zona Dragonara da decenni, ma ancora non possono usufruire della rete fognaria della città e sono costretti ad andare avanti con le fosse biologiche. È il grido di allarme di un gruppo di famiglie che abita a valle della chiesa del Divino Amore e che ha deciso di rivolgersi alla Gazzetta per segnalare uno stato di disagio che ormai perdura da troppo tempo.

«Il problema - spiegano - è che Rete Ferroviaria Italiana non dà il permesso per l’attraversamento del sottopasso ferroviario, e così la rete fognaria realizzata per consentire a circa 60 famiglie della ex contrada Dragonara a valle della chiesa del Divino Amore resta ancora incompleta e le famiglie in questione sono costrette ad andare avanti con le fosse biologiche. Alla medesima rete si sarebbero dovute collegare anche le abitazioni sul versante occidentale di Valle Paradiso. Anche la rete edificata in Contrada Giarrossa e arrivata a contrada Centomani».

Tutte reti che, secondo quanto denunciano i cittadini, «non sono state ultimate in quanto Rete Ferrovie Italiane non ha dato il consenso l'attraversamento del sottopasso della ferrovia per giungere alla condotta fognaria collegata al depuratore».

«L’infrastrutturazione delle case sparse e delle periferie - spiega l’assessore alle Opere Pubbliche Antonio Vigilante - pone sempre una serie di problemi in più rispetto a quelli della cinta urbana in senso più stretto e non certo perché gli abitanti delle contrade siano di serie B. C’è da considerare il fattore economico: i costi in periferia e parlando di case sparse si moltiplicano. In questo caso poi, l’ostacolo principale è l’attraversamento del sottopasso ferroviario, molto complicato sia dal punto di vista tecnico che burocratico-amministrativo».

Vigilante comunque assicura che il miglioramento della qualità della vita in periferia e nelle contrade è sempre tra le priorità dell’amministrazione, come dimostra il fatto che «quest’anno abbiamo investito molto sulla viabilità: circa 900mila euro per la manutenzione».

Sul fronte del collegamento alle fognature, comunque, i cittadini di Dragonara e zone limitrofe si sentono beffati dalla burocrazia. A quanto pare, infatti, in altre zone della città l’attraversamento della ferrovia non sarebbe stato un problema insormontabile.

«Analoga situazione - spiegano - secondo quanto abbiamo avuto modo di apprendere, si è verificata ad Avigliano scalo, soltanto che in questo caso, pur avendo avuto la medesima criticità, la giurisdizione di Rfi di Bari, competente per quell’area, diversamente da quella che interessa le nostre contrade, dipende da Salerno ha ottenuto il permesso per l'attraversamento del sottopasso... Dobbiamo a questo punto pensare che per questioni puramente burocratiche e di competenza territoriale restano incomplete opere per le quali sono stati fatti corposi investimenti pubblici».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie