Domenica 15 Dicembre 2019 | 08:18

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, grave 28enne VD/FT

 
la scoperta
Potenza, telecamere nascoste per superare quiz patente D, due denunce

Potenza, telecamere nascoste per superare quiz patente D, due denunce

 
arrestato a maggio
Potenza, abusi sessuali sulla figlia minorenne: 57enne a processo

Potenza, abusi sessuali sulla figlia minorenne: 57enne a processo

 
petrolio
Tempa Rossa, dopo un anno l'impianto d'estrazione del Potentino torna operativo

Tempa Rossa, dopo un anno l'impianto d'estrazione del Potentino torna operativo

 
Tecnologia
Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

 
storia di due comunità
Stati Uniti, a Denver c'è un parco dedicato a Potenza: rinvigorito il gemellaggio

Stati Uniti, a Denver c'è un parco dedicato a Potenza: rinvigorito il gemellaggio

 
vicino a Lauria
Autotrasportatore ucciso nel Potentino vent'anni fa: 2 arresti

Autotrasportatore ucciso nel Potentino vent'anni fa: 2 arresti

 
nel Potentino
Montescaglioso, uccise a coltellate 42enne dopo una lite: 29enne condannato all'ergastolo

Montescaglioso, uccise a coltellate 42enne dopo una lite: 29enne condannato all'ergastolo

 
Violenze in famiglia
Acerenza, picchia moglie e figlia: arrestato un 58enne

Acerenza, picchia moglie e figlia: arrestato un 58enne

 
nuove povertà
Problemi economici: 2 lucani su 10 rinunciano a curarsi

Problemi economici: 2 lucani su 10 rinunciano a curarsi

 
il fenomeno
Miracolo «Nutella Biscuits», a Balvano si lavora per raddoppiare produzione: Ferrero installa un secondo «farcitore»

Nutella Biscuits, Balvano verso raddoppio produzione: Ferrero installa secondo «farcitore»

 

Il Biancorosso

serie c
Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiVia 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
GdM.TVAllarme bomba
Bari, borsone sospetto su  panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

Bari, borsone sospetto su panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

 
Leccenel Leccese
Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

 
Tarantosulla SS 106
Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, grave 28enne VD/FT

 

i più letti

Digos in campo

Potenza, sciopera contro le «indicazioni»: studente pestato da altri del movimento

Indagini della Digos dopo la denuncia presentata da un rappresentante degli studenti di una scuola superiore potentina. Motivazioni politiche?

Potenza, sciopera contro le «indicazioni»: studente pestato da altri del movimento

POTENZA - Il rappresentante degli studenti di una scuola superiore potentina (non ci saranno ulteriori dettagli a tutela dell’identità del minore) oggetto di un pestaggio dopo che aveva partecipato a uno sciopero mettendosi contro la linea del movimento di cui è espressione e annunciando la volontà di uscire dall’organizzazione.
È l’episodio su cui sta indagando la Digos di Potenza dopo che lo stesso ragazzo, accompagnato come la legge prevede dai genitori, ha sporto denuncia sull’accaduto indicando anche i nomi dei presunti aggressori che farebbero parte dello stesso suo movimento di destra da cui, poi, avrebbe deciso di uscire. Ragazzi più grandi, maggiorenni, che nemmeno più frequentano gli istituti superiori potentini.

Il pestaggio, che sarebbe avvenuto nella «Villa del Prefetto» non è univocamente messo in relazione alle divergenze politiche (i ragazzi si conoscono e si frequentano normalmente), ma è lo stesso aggredito ad indicare, nella denuncia, questa pista come possibile causa dell’aggressione, non riuscendo ad individuarne nessun’altra. Cosa che, sebbene la denuncia sia stata raccolta dall’Ufficio Prevenzione e Soccorso della Questura, ha portato al trasferimnto della pratica al dipartimento che si occupa anche di politica e questioni sociali e che dovrebbe, quindi, relazionare in Procura dopo aver approfondito anche questi aspetti, incluso se al pestaggio abbiano presenziato altre persone estranee alle dinamiche dei ragazzi.

Il tutto sarebbe accaduto martedì della scorsa settimana, in occasione dello sciopero attuato dagli studenti contro i disservizi del servizio di trasporto pubblico urbano. Il movimento cui il rappresentante degli studenti si richiamava aveva dato indicazione di non aderire alla protesta ma lui aveva comunque deciso di scioperare, invitare gli altri ragazzi a farlo, e partecipare alla manifestazione, conclusa con un incontro con il sindaco, prendendo le distanze dal suo movimento.
Alla fine lui e altri ragazzi dell’organizzazione si sarebbero ritrovati in villa (non è chiaro se casualmente o per un appuntamento) e ci sarebbe stata l’aggressione. Aggressione che stando al referto (almeno il primo compilato dopo la visita fatta nell’immediato) avrebbe portato lesioni di lieve entità tali da non configurare una particolare gravità dell’ipotesi di aggressione (che sarebbe perseguibile solo a querela e rientrerebbe nelle competenze del giudice di pace) salvo che una evntuale motivazione politica non possa configurare altre ipotesi di reato. Ed è su qusto che la Digos dovrà fare chiarezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie