Martedì 25 Febbraio 2020 | 10:14

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Coronavirus: da Milano a Potenza, allontanato avvocato dal Tribunale

Coronavirus: da Milano a Potenza, allontanato avvocato dal Tribunale

 
monica imperiale
Potenza città dello sport 2021. Da cestista a buttafuori: «Ecco i valori dello sport»

Potenza città dello sport 2021. Da cestista a buttafuori: «Ecco i valori dello sport»

 
La polemica
Maratea, no al «parco marino»: il Comune ammaina le 5 vele

Maratea, no al «parco marino»: il Comune ammaina le 5 vele

 
La polemica
Le dichiarazioni di Bardi: «Quarantena solo per i lucani»

Le dichiarazioni di Bardi: «Quarantena solo per i lucani»

 
Il caso
Mafia, blitz dei carabinieri contro traffico di droga in Basilicata: 16 fermi

Mafia, blitz dei carabinieri contro traffico di droga in Basilicata: 16 fermi. Torture per estorcere denaro

 
La decisione
Coronavirus, Puglia e Basilicata verso censimento: chi rientra dal Nord sarà messo in quarantena

Coronavirus, sale a 7 numero morti, 230 contagiati. Puglia e Basilicata: obbligo di segnalazione per chi rientra dal Nord

 
nel Potentino
Coronavirus: Francavilla in Sinni, sindaco ordina a un cinese di restare in casa per cautela

Coronavirus: Francavilla in Sinni, sindaco ordina a un cinese di restare in casa per cautela

 
I controlli
Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

 
la comunicazione
Coronavirus, task force Basilicata: «Test negativi su 2 cittadini provenienti da Codogno»

Coronavirus, task force Basilicata: «Test negativi su 2 cittadini provenienti da Codogno»

 

Il Biancorosso

Calcio
Cavese-Bari: la diretta della partita

Bari, solo un punto con la Cavese

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa curiosità
Il sosia di Papa Francesco crea scompiglio al Carnevale di Ostuni

Il sosia di Papa Francesco crea scompiglio al Carnevale di Ostuni

 
BatTeppisti
Trani, vandali in azione nel mirino auto e fioriere

Trani, vandali in azione nel mirino auto e fioriere

 
FoggiaL'operazione
Cerignola, sequestrati 64mila litri di gasolio da contrabbando: 10 denunce

Cerignola, sequestrati 64mila litri di gasolio da contrabbando: 10 denunce

 
BariPsicosi
Bari, esplode la paura da Covid-19: primo assalto, scaffali vuoti e carrelli pieni

Bari, esplode la paura da Covid-19: primo assalto, scaffali vuoti e carrelli pieni

 
Tarantotragedia sfiorata
Taranto Mittal, incendio divampa in Colata, il video inviato a Patuanelli

Taranto Mittal, incendio divampa in Colata, il video inviato a Patuanelli

 
LecceI controlli
Dal Lodigiano ad Andrano: sospetto contagio da Coronavirus a pranzo nuziale per famiglia salentina

Dal Lodigiano ad Andrano: sospetto contagio da Coronavirus a pranzo nuziale per famiglia salentina

 

i più letti

Digos in campo

Potenza, sciopera contro le «indicazioni»: studente pestato da altri del movimento

Indagini della Digos dopo la denuncia presentata da un rappresentante degli studenti di una scuola superiore potentina. Motivazioni politiche?

Potenza, sciopera contro le «indicazioni»: studente pestato da altri del movimento

POTENZA - Il rappresentante degli studenti di una scuola superiore potentina (non ci saranno ulteriori dettagli a tutela dell’identità del minore) oggetto di un pestaggio dopo che aveva partecipato a uno sciopero mettendosi contro la linea del movimento di cui è espressione e annunciando la volontà di uscire dall’organizzazione.
È l’episodio su cui sta indagando la Digos di Potenza dopo che lo stesso ragazzo, accompagnato come la legge prevede dai genitori, ha sporto denuncia sull’accaduto indicando anche i nomi dei presunti aggressori che farebbero parte dello stesso suo movimento di destra da cui, poi, avrebbe deciso di uscire. Ragazzi più grandi, maggiorenni, che nemmeno più frequentano gli istituti superiori potentini.

Il pestaggio, che sarebbe avvenuto nella «Villa del Prefetto» non è univocamente messo in relazione alle divergenze politiche (i ragazzi si conoscono e si frequentano normalmente), ma è lo stesso aggredito ad indicare, nella denuncia, questa pista come possibile causa dell’aggressione, non riuscendo ad individuarne nessun’altra. Cosa che, sebbene la denuncia sia stata raccolta dall’Ufficio Prevenzione e Soccorso della Questura, ha portato al trasferimnto della pratica al dipartimento che si occupa anche di politica e questioni sociali e che dovrebbe, quindi, relazionare in Procura dopo aver approfondito anche questi aspetti, incluso se al pestaggio abbiano presenziato altre persone estranee alle dinamiche dei ragazzi.

Il tutto sarebbe accaduto martedì della scorsa settimana, in occasione dello sciopero attuato dagli studenti contro i disservizi del servizio di trasporto pubblico urbano. Il movimento cui il rappresentante degli studenti si richiamava aveva dato indicazione di non aderire alla protesta ma lui aveva comunque deciso di scioperare, invitare gli altri ragazzi a farlo, e partecipare alla manifestazione, conclusa con un incontro con il sindaco, prendendo le distanze dal suo movimento.
Alla fine lui e altri ragazzi dell’organizzazione si sarebbero ritrovati in villa (non è chiaro se casualmente o per un appuntamento) e ci sarebbe stata l’aggressione. Aggressione che stando al referto (almeno il primo compilato dopo la visita fatta nell’immediato) avrebbe portato lesioni di lieve entità tali da non configurare una particolare gravità dell’ipotesi di aggressione (che sarebbe perseguibile solo a querela e rientrerebbe nelle competenze del giudice di pace) salvo che una evntuale motivazione politica non possa configurare altre ipotesi di reato. Ed è su qusto che la Digos dovrà fare chiarezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie