Lunedì 20 Maggio 2019 | 22:59

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

LA PRIMA PAGINA STORICA

Il Corriere delle Puglie
e l'assassinio di Umberto I di Savoia

L'iniziativa: le edizioni storiche per i 130 anni de «La Gazzetta del Mezzogiorno»

Prima pagina storica della Gazzetta del Mezzogiorno: Il Corriere delle Puglie e l’assassinio di Umberto I di Savoia

Il 29 luglio 1900, mentre era in visita a Monza per la cerimonia di chiusura di una manifestazione ginnica, Umberto I di Savoia, re d’Italia succeduto nel 1878 al padre Vittorio Emanuele II, cadde sotto i colpi della pistola dell’anarchico toscano Gaetano Bresci: aveva appena 56 anni.

La notizia suscitò una tale ondata di sdegno che gli stessi ambienti anarchici italiani, per nulla teneri con la monarchia, si dissociarono dal folle gesto di Bresci. A questa drammatica pagina della storia d’Italia, unita da pochi lustri sotto la corona dei Savoia, fa riferimento la prima pagina del Corriere delle Puglie del 31 luglio del 1900.

La notizia dell’attentato regicida occupò ovviamente l’intera prima pagina del quotidiano, con abbondanza di dettagli. Le circostanze in cui Umberto I perse la vita furono peraltro singolari: il re infatti accettò di presenziare alla manifestazione spinto dalla notizia che, fra i concorrenti in gara, vi fossero degli atleti di Trento e Trieste, due città un tempo governate dagli Asburgo e ridiventate italiane dopo la Guerra d’Indipendenza.

Il sovrano, in altre parole, aveva considerato il significato «politico» della sua presenza in una simile circostanza.

Quel giorno però - era fine luglio - faceva particolarmente caldo e questo lo indusse a non mettere la maglia protettiva in anelli di ferro, la cosiddetta «cotta», che era solito indossare durante le manifestazioni in pubblico. Fu così che i proiettili esplosi da Bresci lo raggiunsero a una spalla, al polmone e al cuore, dandogli appena il tempo di dire «Credo di essere ferito», prima di accasciarsi esanime nella carrozza reale.

Clicca qui per vedere le altre Pagine Storiche Gazzetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400