Venerdì 30 Ottobre 2020 | 02:33

NEWS DALLA SEZIONE

La testimonianza
Risuona la voce di Wojtyla per il suo «Popolo diletto»: la memoria è in un libro

Risuona la voce di Wojtyla per il suo «Popolo diletto»: la memoria è in un libro

 
L'iniziativa
Taranto, il 2 novembre musica per ricordare i defunti e un «fiore sospeso»

Taranto, il 2 novembre musica per ricordare i defunti e un «fiore sospeso»

 
Nel Potentino
Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

 
Letteratura
Da Mussolini al virus, l'Italia che combatte nel nuovo libro di Bruno Vespa

Da Mussolini al virus, l'Italia che combatte nel nuovo libro di Bruno Vespa

 
Libri
Aradeo, ecco My Library, un sogno nato in piena pandemia

Aradeo, ecco My Library, un sogno nato in piena pandemia

 
Arte
Scusate se vi sorrido senza denti, ma è la crisi: la testimonianza di Nico Salatino

Scusate se vi sorrido senza denti, ma è la crisi: la testimonianza di Nico Salatino

 
La testimonianza
Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

 
Dolci
«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

 
Solidarietà
Potenza, il cibo rimasto invenduto alla chiusura delle 18 donato a chi ne ha bisogno

Potenza, il cibo rimasto invenduto alla chiusura delle 18 donato a chi ne ha bisogno VD

 
L'appello
Cellamare, sindaco-soccorritore 118 stremato a fine turno: «Mettiamo la mascherina e facciamo attenzione»

Cellamare, sindaco-soccorritore 118 stremato a fine turno: «Mettiamo la mascherina e facciamo attenzione»

 
Il caso
Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore. La figlia: «Ora sta bene»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Montalto e Bianco in forse per il derby contro il Foggia

Bari calcio, Montalto e Bianco in forse per il derby contro il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariattentato terroristico
Procura Bari collabora a indagine su attentatore tunisino di Nizza: sarebbe sbarcato da nave Rhapsody

Strage di Nizza, attentatore tunisino giunto su nave Rhapsody: Procura Bari collabora a indagine

 
Tarantol'agguato
Taranto, spari in strada: gambizzato 30enne con precedenti

Taranto, spari in strada: gambizzato 30enne con precedenti

 
Materala manifestazione
Matera, protesta contro Dpcm con megafoni e «croci»

Matera, protesta contro Dpcm con megafoni e «croci»

 
Potenzapericolo contagio
Potenza, emergenza Covid: mille tamponi per alunni e personale scuole Alto Bradano

Potenza, emergenza Covid: mille tamponi per alunni e personale scuole Alto Bradano

 
Brindisila ricerca
Chirurgo ospedale Brindisi dona plasma iperimmune: «Bel gesto nella lotta contro il Covid»

Chirurgo ospedale Brindisi dona plasma iperimmune: «Bel gesto nella lotta contro il Covid»

 
Covid news h 24sanità
Andria, emergenza Covid: Asl BAT assume 9 medici

Andria, emergenza Covid: Asl BAT assume 9 medici

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 

i più letti

Curiosità

Mille pagine d'amore: nasce il dizionario italiano/barese

L'avventura di tre amici, con la dedica a uno di loro che non c'è più

Mille pagine d'amore: nasce il dizionario italiano/barese

Come si dice in barese «evadere»? Eh, mica è semplice. Se evadi dal carcere, l’allocuzione da usare è fescì dò càrcie ma se evadi le tasse, si dice rascka’ la fenànze (che creatività!). E anche il burocratese «evadere una pratica» ha il suo termine dialettale: sbregà le dogumènde , laddove lo «sbrigarsi» vale forse come augurio o come sogno. Sì, che meraviglia: il barese è fantasioso, superfantasioso e - come lo sono tutti i dialetti - è la realtà che si fa linguaggio.

Appunto, una lingua vera e propria che da pochissimo ha anche un nuovo poderoso vocabolario di quasi mille pagine, edito da Wip, scritto dai tre autori Giuseppe Gioia, Gaetano Mele e Francesco Signorile, con un titolo che è un programma ideologico: Per non dimenticare. Dizionario Barese/Italiano e Italiano/Barese. Un lavoro poderoso, frutto di una lunghissima ricerca, che nasce per evitare la Shoah della lingua dialettale più bella del mondo (diamoci un po’ di arie, ogni tanto), fatta di ironia, autenticità, francesismi, arcaismi e futurismi che attraggono ormai mezzo mondo.

Ma, proprio per evitare le storture e per portare avanti le battaglie di tanti nomi del passato e dell’attualità che si occupano del glorioso dialetto barese, è nata l’idea di creare un nuovo dizionario (ovviamente non è il primo e non sarà l’ultimo), capace di raccogliere tutte le voci, le parole, il gergo, la poesia e la musicalità del barese verace. Un atto d’amore degli autori per Bari, come sottolinea nella sua prefazione il presidente della Società di Storia Patria per la Puglia, il prof. Pasquale Corsi, il quale sottolinea l’importanza della duplice veste di repertorio linguistico sia italiano-barese che viceversa.

E veniamo agli autori, agli innamorati di Bari e della sua lingua, ai tre amici che come i tre uomini in barca del romanzo di Jerome hanno condiviso giornate, sconfitte e vittorie, lavorando per anni, studiando lemmi e raccogliendo materiale per creare questa grande opera. Purtroppo uno di loro, Giuseppe Gioia, è scomparso di recente: «Oggi che il sogno di tre amici si è realizzato ci verrebbe quasi da dire con grande rispetto: ”Tutto si è compiuto”. Purtroppo noi coautori con l’amico Giuseppe Gioia, affettuosamente Pino, e recentemente scomparso sentiamo con tristezza la sua assenza ma solo fisicamente in quanto l’opera realizzata lo vede ormai sempre presente e così noi lo sentiamo».

Gli autori ricordano un seminario di studi sul dialetto barese, la cui partecipazione (di poeti vernacolari, scrittori, estimatori del dialetto) fu larghissima. «Così - spiegano Mele e Signorile - venne fuori l’idea del nuovo dizionario in cui fonetica, grammatica e ricchezza lessicale si armonizzassero». Un impegno non certo da nulla. Scambi, incontri, anche qualche litigata. Con la pandemia, il materiale viaggiava via mail e su WhatsApp. Pazzi? Forse più innamorati: «Di un sogno d’amore che si è realizzato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie