Martedì 29 Settembre 2020 | 02:43

NEWS DALLA SEZIONE

La ricorrenza
Bari, il Politecnico festeggia i suoi primi 30 anni: raccolta foto e documenti per una mostra in primavera

Bari, il Politecnico festeggia i suoi primi 30 anni: raccolta foto e documenti per una mostra in primavera

 
Musica
Fiorella Mannoia torna con un nuovo album: a maggio 2021 il tour fa tappa a Bari

Fiorella Mannoia torna con un nuovo album: a maggio 2021 il tour fa tappa a Bari

 
Il personaggio
Da Putignano a Boston e Losanna per studiare l'Alzheimer: il talento di Ilaria in era Covid

Da Putignano a Boston e Losanna per studiare l'Alzheimer: il talento di Ilaria in era Covid

 
Tecnologia
Banda larga: a Noicattaro un genio di 17 anni inventa connessione rapida

Banda larga: a Noicattaro un genio di 17 anni inventa connessione rapida

 
Sanità
ypass aorto coronarico, in Puglia la conferma di studio internazionale di 10 anni: con l'arteria radiale si vive di più

Bypass aorto coronarico, in Puglia la conferma di studio internazionale di 10 anni: con l'arteria radiale si vive di più

 
L'iniziativa
Graduation Days: a Bari i neolaureati durante il lockdown festeggiano in Piazza del Ferrarese

Graduation Days: a Bari i neolaureati durante il lockdown festeggiano in Piazza del Ferrarese

 
L'iniziativa
A Bari Vecchia il cielo si riempie di ombrelli volanti

A Bari Vecchia il cielo si riempie di ombrelli volanti

 
Incontri di Dialoghi
Trani, il regista Daniele Vicari vince il premio Megamark

Trani, il regista Daniele Vicari vince il premio Megamark

 
Territorio è risorsa
L’identità di Puglia parte dai beni culturali: dagli «Exultet» alla «Gazzetta»

L’identità di Puglia parte dai beni culturali: dagli «Exultet» alla «Gazzetta»

 
la storia
Da Bari a Roma con il sogno di diventare sindaco della Capitale

Da Bari a Roma con il sogno di diventare sindaco della Capitale

 

Il Biancorosso

Post-partita
Bari, Auteri vede bicchiere mezzo pieno: «Troppi regali, ma siamo solo all'inizio»

Bari, Auteri vede bicchiere mezzo pieno: «Troppi regali, ma siamo solo all'inizio»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLe indagini
Lecce, fidanzati massacrati a coltellate: al setaccio memoria pc e cellulari

Lecce, fidanzati massacrati a coltellate: al setaccio memoria pc e cellulari

 
MateraIn tribunale
Marconia, minorenne stuprate alla festa: al via incidente probatorio

Marconia, minorenne stuprate alla festa: al via incidente probatorio

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, 3mila euro per evitare attacchi su a ex consigliere regionale: indagato blogger

Taranto, 3mila euro per evitare attacchi su a ex consigliere regionale: indagato blogger

 
BariIl sindaco
Altamura, allunno positivo al Covid: terza scuola chiusa in pochi giorni

Altamura, allunno positivo al Covid: terza scuola chiusa in pochi giorni

 
FoggiaCoronavirus
Asl Foggia, contagiato dal Covid operatore sanitario: tamponi urgenti

Asl Foggia, contagiato dal Covid operatore sanitario: tamponi urgenti

 
PotenzaIn ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
BatIl caso
Barletta, per arginare i contagi il sindaco «frena» le scuole di danza: proteste

Barletta, per arginare i contagi il sindaco «frena» le scuole di danza: proteste

 
BrindisiIl caso
Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

 

i più letti

LA STORIA

Da Firenze a Tito in bici per esaudire un desiderio della madre

Figlio di emigrati, torna nel paese d’origine per consegnare una stola al convento di Sant’Antonio

Da Firenze a Tito in bici per esaudire un desiderio della madre

POTENZA - Ha fatto circa settecento chilometri per esaudire un desiderio della mamma deceduta nel mese di gennaio scorso all’età veneranda di 90 anni. È la storia di Giuseppe D’Eboli, fiorentino di nascita, ma con profonde radici in Basilicata visto che il papà e la mamma erano di Tito e nel 1961 sono emigrati in Toscana alla ricerca di lavoro. Come, in quel periodo storico, è toccato a tantissimi uomini e donne della nostra regione e del Sud Italia in generale. Ma qual era il desiderio della signora Carmela Zaccagnino, mamma appunto del protagonista della storia che vi stiamo raccontando?

La signora Carmela, molto legata a Tito dove tornava spesso per fare visita ai parenti residenti nel comune lucano, era anche una valente ricamatrice e si dilettava a lavorare con l’uncinetto. Questa sua grande passione che derivava anche dal mestiere che aveva fatto per tanti anni, ossia la sarta, l’aveva portata a ideare e realizzare due stole, grandi 3 metri per un metro e settanta, da regalare una alla sua parrocchia di Firenze dove risiedeva e l’altra al convento di Sant’Antonio di Padova a Tito. Per realizzare queste due stole la signora Carmela ha impiegato due anni.

A consegnare la stola al parroco della sua parrocchia a Firenze ci ha pensato di persona lo scorso anno, accompagnata dai figli e dai nipoti. La stessa cosa aveva pensato e desiderato di fare anche per la stola destinata al suo paese natio. E ci teneva particolarmente a venire a Tito, non solo per riabbracciare i parenti, ma soprattutto per vedere la stola realizzata dalle sue sapienti mani sull’altare della chiesa del convento di Sant’Antonio di Padova dove la signora Carmela aveva studiato. Ma la morte a gennaio scorso le ha impedito di esaudire questa sua volontà. E allora come fare?

Prima dello scoppio della pandemia per il covid 19, i figli e i nipoti decidono che ad agosto sarebbero stati loro a venire a Tito per portare la stola. Ma il coronavirus ha fatto saltare anche questo programma. E allora a Giuseppe D’Eboli è venuta l’idea di venire in bicicletta da Firenze fino a Tito. È partito sabato scorso ed è arrivato a Tito dopo cinque giorni e 5 soste intermedie a Orvieto, Guidonia, Cassino. Ad attenderlo e ad andargli incontro è stato lo zio Gianfranco, fratello di suo padre, che lo ha scortato fino a Tito dove l’attendevano oltre ai parenti del centro lucano, la sorella e la figlioletta arrivati in macchina dalla Toscana.

In paese l’incontro con il sindaco Graziano Scavone al quale Giuseppe e Angela hanno consegnato simbolicamente la stola. Stola che martedì prossimo verrà consegnata al parroco del convento di Sant’Antonio di Padova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie