Mercoledì 12 Agosto 2020 | 14:10

NEWS DALLA SEZIONE

TURISMO
Il Pollino senza crisi Covid: mai tanti turisti come ora

Il Pollino non conosce crisi-Covid: mai tanti turisti come ora

 
FASE 3
Lucera, festa patronale senza processione: messa in Duomo per 200 fedeli

Lucera, festa patronale senza processione: messa in Duomo per 200 fedeli

 
SAPORI
Ecco le bontà dell'estate secondo la tradizione

Vincotto e salsa: ecco le bontà dell'estate secondo la tradizione nel Barese

 
LA GAZZETTA NEI BARI
Gravina, Gazzetta & coni gourmet

Gravina, Gazzetta & coni gourmet

 
L'INTERVISTA
La gioia di Lotoro per la nomination negli Stati Uniti

La gioia del pianista Lotoro per la nomination negli Usa: gli occhi del mondo puntati su Barletta

 
L'INTERVISTA
L'alfabeto di Federico

L'alfabeto di Federico Fellini: amarcord e futuro nelle pagine di Iarussi

 
musica
Notte della Taranta: Diodato ospite del Concertone a Melpignano

Notte della Taranta: Diodato ospite del Concertone a Melpignano

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
RIQUALIFICAZIONE
Bari, prende corpo il nuovo polo della cultura nell'ex Caserma Rossani

Bari, prende corpo il nuovo polo della cultura nell'ex Caserma Rossani

 
Vip in Puglia
Bocelli alle Isole Tremiti: armato di fisarmonica per un concerto improvvisato

Bocelli alle Isole Tremiti: armato di fisarmonica per un concerto improvvisato

 
Il video
L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

 

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baricontagi
Coronavirus, l'appello di Decaro su Facebook: «Usate la mascherina»

Coronavirus, l'appello di Decaro su Facebook: «Usate la mascherina»

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
Leccenel basso salento
Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

 
Foggiala decisione
Foggia, notificata custodia in carcere per Cristoforo Aghilar, ultimo catturato dopo la maxi-evasione

Foggia, notificata custodia in carcere per Cristoforo Aghilar, ultimo catturato dopo la maxi-evasione

 
BrindisiTRAGEDIA
Brindisi, scontro auto-scoote: muore motociclista 51enne

Mesagne, scontro auto-scooter: muore motociclista 51enne

 
TarantoLA NOMINA
L'ex ciclista Sardone tra gli esperti di Emiliano: si occuperà di Taranto 2026

L'ex ciclista Sardone tra gli esperti di Emiliano: si occuperà di Taranto 2026

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

Musica

Il sosia pisticcese alla serata che ricorda Lucio Dalla

L’8 luglio a Bologna lo spettacolo in omaggio al cantautore. L’invitato speciale sarà Vito D’eri

Il sosia pisticcese alla serata che ricorda Dalla

Tra un bolognese doc e un pisticcese, altrettanto doc, una somiglianza impressionante. Due gocce d’acqua. Parliamo di Lucio Dalla e del simpatico impresario pisticcese del colore Vito D’eri. La loro somiglianza ha fatto storia e la città di Bologna li ricorda parecchie volte insieme. L’8 luglio la città petroniana con una serata particolare in ricordo di Dalla e con Deri che non poteva certo mancare come invitato speciaale. I due si conoscevano dal 12 agaosto del 1991.

«Non lo dimenticherò mai. Lucio – racconta Vito – era a Policoro per uno spettacolo e quando tra la folla mi nota, mi guarda, scuote la testa e poi si fa una grande risata invitandomi sul palco e abbracciandomi. Da allora, è nata un’amicizia che mi ha onorato profondamente».

Tanti gli episodi che in quasi 4 lustri hanno caratterizzato questo legame: «Una volta ad Ascoli, al Festivalbar – racconta Vito – fece uscire sul palco prima me col gruppo delle coriste, poi, quando entrò lui, il pubblico capì che si trattava di un sosia perfetto e si divertì tanto. Non vi dico poi come mi presentò e quante ovazioni quella sera mi sono prese».

Vito, un tipo simpatico e spigliato, sposato e padre di due figlie, vive a Bologna da circa 40 anni dove, sempre con Dalla, si è esibito in importanti trasmissioni televisive come “La bella e la bestia” e la “Notte degli Angeli” in piazza 8 Agosto insieme a Gianni Morandi. «Una volta – racconta ancora Vito – Lucio volle fare uno scherzo a Giuseppe Gazzoni (storico presidente del Bologna, ndr) con il quale doveva andare a pranzo al ristorante Diana. “Scambiamoci i cappotti”, mi dice, e ci incamminiamo fianco a fianco lungo viale Indipendenza dove un gruppo di giovani ferma me che indossavo la pelliccia di Dalla per chiedere autografi. Al ristorante, Lucio mi manda avanti nascondendosi dietro le colonne. Gazzoni, prima mi chiede qualcosa, poi mi guarda attentamente e dice: “Ci stavo per cascare. Questo è uno scherzo di Lucio. Tu sei il numero 2, ma non è facile distinguervi”. Ovviamente, la forte somiglianza ha creato a volte equivoco e imbarazzo come quando, in piazza Maggiore, Vito incontra Fiorello che fa: ”Lucio non saluti ?” e un’altra volta durante la trasmissione “La bella e la bestia”, Zucchero che chiedeva a Vito chi doveva cantare per primo, senza dimenticare poi la battuta di Lino Banfi: “Come bruttezza, siete davvero uguali”.

Vitone, come amichevolmente lo chiamava Lucio, viene a Pisticci l’estate di ogni anno e quando ritornava a Bologna portava sempre un pensierino a Lucio, magari una cassetta dell’amaro che a lui piaceva tanto o un po’ di salame creato dalle mani di mamma Maddalena, che Lucio ha voluto conoscere personalmente.

L’8 luglio a Bologna, lo spettacolo: “DALLA finestra di LUCIO”, per ricordare il grande cantante amato in tutto il mondo. Sotto la direzione di Rod Mannara, tanti artisti presenti, come Cristiano Cremonini in arte Cris, La Torre, Sara6, Giorgio Mannara, Giorgio Santisi, Damiano Trevisan, Marcello Romeo, Sofia Mehiel, Viva il Rei, Jo Brown, Kevin Crime, Marsala, Bolletz, Gabriele Vaccargiu e, naturalmente, il pisticcese Vito D’Eri che il suo grande amico Lucio guarderà divertito. Da lassù.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie