Martedì 17 Settembre 2019 | 14:10

NEWS DALLA SEZIONE

Nei padiglioni della Fiera a Rho
Foto da www.themicam.com/micammain/

Micam apre autunno del Fashion a Milano

 
Anche «fuori stagione»
Shopping

La moda attrae gli stranieri in Italia

 
I modelli di stagione
La Virtus Bag di Versace (foto da www.versace.com)

Secchiello e marsupio, le borse dell'autunno

 
Insieme a celebrity di fama mondiale
L'imprenditore Brunello Cucinelli

Cucinelli «best dressed 2019» per Vanity Fair Usa

 
Il fuoriclasse portoghese
Cristiano Ronaldo ha scelto alcuni veicoli del Mauto per la linea CR7

Cristiano Ronaldo sceglie Turbina e Disco Volante per la CR7

 
Dopo tre anni
Tommy Hilfiger

Tommy Hilfiger torna a Ny e riparte da Harlem

 
Atmosfera Anni '30
Ralph va al club di jazz, i nuovi maschi di Zegna

Ralph va al club di jazz, i nuovi maschi di Zegna

 
Collezioni primavera-estate 2020
La location «10 Corso Como» a New York (foto da www.10corsocomo.com)

NY, nuovi talenti italiani in scena a 10 Corso Como

 
Dal 13 al 15 settembre 2019
Fragranze - Pitti Immagine (foto da www.pittimmagine.com)

Fragranze, in scena profumeria artistica internazionale

 
Il 21 e 22 settembre 2019
Arriva «DaTe», l'occhialeria d'avanguardia va a Firenze

Arriva «DaTe», l'occhialeria d'avanguardia va a Firenze

 
Nato a Leszno nel 1944
Peter Lindbergh

E' morto Peter Lindbergh, grande della moda

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSerie D
Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

 
BatArrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
BariLa ricerca
Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

 
MateraUna settimana di eventi
Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
PotenzaA Londra
Birra lucana bissa titolo campione del mondo

Birra lucana bissa titolo campione del mondo

 
BrindisiIncastrata dai filmati
Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 

i più letti

I modelli di stagione

Secchiello e marsupio, le borse dell'autunno

Miti e leggende da Etro e Versace con la Virtus e la Pegaso bags

La Virtus Bag di Versace (foto da www.versace.com)

La Virtus Bag di Versace (foto da www.versace.com)

ROMA - Il dilemma della scelta di una nuova borsa, spesso si scontra con l’idea di trovare una compagna di viaggio perfetta: glamour, leggera, funzionale, adatta a tutte le occasioni. Prerogative che sovente mal si conciliano con le ultime tendenze. Eccoci quindi alle prese con i modelli di stagione, dalle shopping bag in colori inediti per l’inverno, come fucsia, arancio, giallo e azzurro, alle mini o maxi tracolle, dalle clutch alle tote bag, fino agli zaini, tra borse in eco-piuma o in eco-fur. Ma le novità in realtà sono due graditi ritorni, mutuati direttamente dagli anni Settanta e Ottanta, decenni del loro massimo splendore: i secchielli e i marsupi. Poi c'è chi la borsa la lega a temi colti come Versace ed Etro che pensano a miti e leggende con la Virtus Bag e la Pegaso Bag. La borsa di Versace prende il nome dall’antica divinità romana simbolo di forza, coraggio e valore. Una V dorata in stile barocco, applicata al centro della borsa, emerge come richiamo all’eredità estetica del brand. La Virtus, realizzata in pelle di vitello, si declina in vari modelli, shopping, hand bag, a cintura, a spalla, clutch da sera, e in una ricca palette di colori che va dal turchese al giallo, dal fucsia al corallo. Etro lancia la Pegaso bag, ri-edizione di un modello iconico degli anni Ottanta, il cui nome trae ispirazione dal cavallo alato della mitologia greca, simbolo di Etro dal 1968. La bag combina la pelle di vitello con la tela Paisley, trattata con una speciale resina che la rende resistente e leggera. La fibbia metallica riproduce la silhouette di Pegaso.

Abbandonati gli snobismi iniziali, il marsupio da qualche stagione è tornato ad essere una presenza costante nel guardaroba femminile. A cambiare è il modo di portarlo, almeno per adolescenti e infleuncer, che non lo legano in vita, ma lo sfoggiano a bandoliera. Inoltre cambia il mood del marsupio, come dimostrano le proposte lusso di Fendi e quelle unisex nel classico check di Burberry, fino all’animalier de L’Atelier du Sac. Il marsupio era fino a qualche tempo fa un accessorio considerato la massima espressione dell’ineleganza, più adatto al turista in gita all’estero. Perfino Armani ha ceduto al suo fascino con il suo uomo Emporio. Poi sono arrivati Michael Kors e Max Mara, che ne ha fatto due versioni, una in pelle stampata cocco e l’altra con doppie tasche. Così con il suo inatteso ritorno il marsupio si è accaparrato il titolo di must have. Basta guardare le foto con Chiara Ferragni, Kendall Jenner e Gigi Hadid, in libera uscita e tocca rassegnarsi a comprare il marsupio anche alle figlie adolescenti, per le quali ci pensa Guess con una versione in nero e rosso.

Il secchiello è invece un evergreen tornato alla ribalta da qualche stagione. Andava di moda negli anni della contestazione, nelle versioni cuoio o batik che si trovavano sulle bancarelle dei mercatini dell’usato. Portato sulla spalla fino all’usura era l’alternativa alla borsa di Tolfa. Ma le origini del secchiello non sono affatto proletarie e trovano radici in Francia, visto che da Louis Vuitton il cordone in cuoio che stringe l’estremità del secchiello monogram è perfettamente a quello che mister Vuitton realizzò nel 1932. In realtà, il fondatore della maison aveva creato la Noé bag per trasportare le bottiglie di champagne. Ne conteneva quattro in piedi e una a collo in giù al centro. Ma la storia del secchiello, o bucket bag come lo chiamano gli inglesi, potrebbero essere anche italiane, visto che negli anni Trenta anche Elsa Schiapparelli e Gucci avevano proposto i primi modelli a secchiello per signora, in pelle, anche se il vero successo di questa borsa arrivava ancora una volta con il francese Hermès che lo propose al 100% in pelle trasformandolo nella borsa a cilindro più copiata di tutti i tempi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie