Martedì 27 Settembre 2022 | 01:09

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Sanità

Salute: a Matera si snoda una catena umana contro il «degrado»

Salute: a Matera si snoda una catena umana contro il «degrado»

Matera, l'ospedale Madonna delle Grazie

La manifestazione è stata organizzata davanti all’ospedale Madonna delle Grazie

03 Settembre 2022

Redazione online

MATERA - In provincia di Matera ci saranno «più incisive azioni di lotta» a sostegno della vertenza su problemi, carenze e disservizi della sanità se la Regione Basilicata non fornirà «risposte con atti credibili e concreti», che possano contenere il disagio delle popolazione e la migrazione sanitaria. È quanto hanno ribadito in diversi interventi i segretari territoriali di Cgil, Cisl e Uil nel corso della manifestazione organizzata nella Città dei Sassi, davanti all’ospedale Madonna delle Grazie, sul tema «Una catena umana, contro il degrado della sanità materana».

All’iniziativa hanno partecipato alcune centinaia di persone, rappresentanti di 40 associazioni, sindaci e personale medico. La protesta, che ha visto l’alternarsi di sindacalisti, rappresentanti di associazioni, medici e amministratori locali, è servita a ribadire la necessità «di sollecitare investimenti, adeguamento degli organici, ripristino di servizi di una offerta sanitaria sempre più carente».

Denunciati anche i limiti di una «governance non all’altezza delle sfide e complessità dei problemi», di iniziative per abbattere le liste di attesa che costringono i cittadini alla emigrazione sanitaria e a rivolgersi alla sanità privata a pagamento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725