Lunedì 26 Ottobre 2020 | 17:52

NEWS DALLA SEZIONE

controlli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
indagini della gdf
Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

 
Controlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 
Vita amministrativa
Matera, presentata la nuova giunta comunale capeggiata da Bennardi: 5 uomini e 4 donne

Matera, presentata la nuova giunta comunale capeggiata da Bennardi: 5 uomini e 4 donne

 
Le indagini
Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

Marconia, violenza di gruppo su turiste minorenni: altri 4 arresti

 
Nel Materano
Grassano, entra in chiesa e ruba soldi delle offerte per comprare l'eroina

Grassano, entra in chiesa e ruba soldi delle offerte per comprare l'eroina

 
Polizia
Matera, ubriaca picchia il compagno 80enne che vuole farla smettere di bere: arrestata

Matera, ubriaca picchia il compagno 80enne che vuole farla smettere di bere: arrestata

 
Il punto
Matera, «La Regione disattenta sulla Biblioteca»

Matera, «La Regione disattenta sulla Biblioteca»

 
prevenzione
Basilicata, al via distribuzione vaccini antinfluenzali

Basilicata, al via distribuzione vaccini antinfluenzali

 
Controlli della polizia
Bernalda, scoperta piantagione cannabis lungo fiume Bradano: 2 in manette

Bernalda, scoperta piantagione cannabis lungo fiume Bradano: 2 in manette

 
Il caso
Matera, ubriaco investe pedone e scappa: arrestato

Matera, ubriaco investe pedone e scappa: arrestato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari tocca a te: alle 21 contro il Catania vietato fallire

Bari tocca a te: alle 21 contro il Catania vietato fallire

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariEmergenza contagi
Acquaviva, focolaio Covid al Rosa Luxemburg: sei studenti positivi

Acquaviva, focolaio Covid al Rosa Luxemburg: sei studenti positivi

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Covid news h 24Coronavirus
Foggia, 4 poliziotti positivi al Covid: 6 agenti della Questura in isolamento

Foggia, 4 poliziotti positivi al Covid: 6 agenti della Questura in isolamento

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Tarantoil furto
Taranto, rubano Dpi per operatori Covid da auto Asl: «Atto deplorevole»

Taranto, rubano Dpi per operatori Covid da auto Asl: «Atto deplorevole»

 
Covid news h 24la provocazione
Taviano, #iorestoaperto: gestore cinema sfida norme Dpcm

Taranto, nuovo Dpcm: titolare palestra si incatena. E nel Leccese gestore cinema: #iorestoaperto

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

L'invenzione

Da Pisticci il brevetto anti-Covid: «Con due tubicini posso fermare le goccioline»

Parla Domenico Grieco, l’inventore del brevetto anti-Covid che filtra l’aria in un marsupio

Pisticci, brevetto anti-Covid. Con due tubicini posso fermare le goccioline»

Pisticci (Matera) - L’ha definita una storia semplice. Anche se il risultato finale è stato determinato da un’attività sicuramente molto complessa. Domenico Grieco è un imprenditore di Pisticci (Matera) che opera nel settore della termoidraulica. Nel periodo del lockdown ha iniziato ad arrovellarsi il cervello sugli eventuali strumenti utili a bloccare o, se non altro, a limitare, gli effetti negativi delle famigerate goccioline che trasmettono il Covid-19. La sua idea si chiama «block droplets». «Dal primo giorno in cui ho cominciato ad indossare la mascherina mi sono chiesto come avremmo potuto sopportarla per un periodo lunghissimo. E ho cominciato a farmi domande su come la mascherina blocca la potenziale infezione e sulle eventuali alternative».

In concreto, come è arrivato al dispositivo?
«Una sera stavo guardando la partita con i miei figli e ho visto l’arbitro indossare un’asta. Stessa cosa per gli altri tre arbitri che operavano a bordo campo. Ho così cominciato a incuriosirmi e a immaginarmi con un’asta simile posta sul volto per altri scopi. Ho iniziato a fare ricerche e mi sono reso conto che anche gli anchorman televisivi e i cantanti spesso indossano microfoni simili. Da qui è partita la mia idea».

Di cosa si tratta, in concreto?
«Di un dispositivo portatile di protezione individuale contro virus, batteri ed allergie, che attraverso un condotto preleva l’aria da bocca e naso e la trasferisce in un apparecchio portatile delle dimensioni di un marsupio. Lì viene disinfettata, resa innocua da virus, allergeni e batteri ed espulsa nell’ambiente. Sempre dall’esterno l’apparecchio preleva dell’aria che viene disinfettata, resa innocua e portata con un secondo condotto vicino alla bocca per essere inspirata. I due tubicini inoltre, uno di fronte all’altro, con le rispettive differenze di pressione, creano una barriera d’aria che evita arrivi frontali di aria ed evita che chi usa il dispositivo possa espellerla, appunto, frontalmente».

Qual è il vantaggio?
«Che i due tubicini, da sperimentazioni fatte, sono distanti uno rispetto all’altro e lasciano la bocca libera per tutte le sue naturali funzioni. Ma per arrivare al dispositivo di protezione individuale completo vero e proprio, la strada non è stata né breve, né semplice».

All’attività di ricerca ha fatto seguito un’intensa sperimentazione.
«Sì. Per arrivare ad aspirare aria dalla bocca attraverso un condotto con le stesse sembianze di un’asta di microfono come quello di arbitri e cantanti, ho cominciato in primis a creare le condizioni perché l’aria, per così dire, si vedesse, utilizzando gli strumenti in mio possesso. Sono un impiantista termo-idraulico e quindi spesso ho a che fare con bombole di gas e ossigeno. Ma ho anche tre figli e, quindi, ho avuto a che fare con macchinette per l’aerosol. Senza contare la collaborazione di mia moglie, Maria Carmela Guida, che è medico, e mi ha dato delle dritte. Con una bombola di ossigeno, un’ampolla per aerosol e dei condotti medicali per trasporto di ossigeno, ho simulato il nostro respiro “visibile” e le goccioline, verificando che il mio dispositivo funziona alla grande».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie