Domenica 20 Ottobre 2019 | 14:07

NEWS DALLA SEZIONE

La visita
Matera, ministro Fioramonti pranza a scuola con i bimbi: e distribuisce borracce

Matera, ministro Fioramonti pranza a scuola con i bimbi: e distribuisce borracce

 
L'iniziativa
Matera 2019, insieme con Plovdiv per lo scambio di culture

Matera 2019, insieme con Plovdiv per lo scambio di culture

 
La struttura
Pisticci, «Pista Mattei? Si apra ai voli turistici e di affari»

Pisticci, «Pista Mattei? Si apra ai voli turistici e di affari»

 
L'iniziativa
Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

 
morirono in 2
Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

 
religione
Matera, Festa della Bruna: ecco il tema per il carro trionfale dell'edizione 2020

Matera, Festa della Bruna: ecco il tema per il carro trionfale dell'edizione 2020

 
Il caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 
il caso
Tricarico, sindaco Carbone decaduto: Tribunale Matera accoglie ricorso per incompatibilità

Tricarico, sindaco Carbone decaduto: Tribunale Matera accoglie ricorso per incompatibilità

 
Inquinamento
Matera, stop alla plastica «si predica bene e si razzola male»

Matera, stop alla plastica «si predica bene e si razzola male»

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
BariIl fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
TarantoMARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Il caso

Nova Siri, lo stadio trasformato in deposito di spazzatura

Cassonetti e altre strutture per la raccolta dell'immondizia nell'impianto. Spettatori nauseati dal cattivo odore

Nova Siri, lo stadio trasformato in deposito di spazzatura

Uno stadio all’insegna dell’immondizia. È quello che ha accolto i tifosi del primo derby calcistico della stagione tra le due squadre di Eccellenza di Policoro, il Policoro Calcio ed il Real Metapontino, svoltosi nell’impianto della Marina stante l’impraticabilità del “Rocco Perriello” del vicino centro jonico. Spettatori che hanno visto l’evolversi della contesa, finita, per la cronaca, 2-1 per il Policoro, tra i miasmi portati dal vento che soffiava da Nord. Tante le invocazioni al cronista ad evidenziare come lo sport, dalle nostre parti, venga trascurato. Tanto da trasformare uno stadio in una sorta di deposito di cassonetti ed altre strutture per la raccolta dei rifiuti, di materiali di risulta, e, addirittura, una grande parte del parcheggio in un centro di stoccaggio di spazzatura. Così, non ci è rimasto che fotografare quanto era sotto i nostri occhi dispiaciuti che questo stadio, uno dei pochi del Metapontino con il terreno di gioco in grado di “sopportare” il peso di una partita di pallone, dovesse offrire questa bruttissima immagine di se. Ebbene, nell’area recintata, quella a disposizione degli spettatori, al di sotto della gradinata abbiamo visto decine di campane per la raccolta di vetro e cassonetti per la gran parte rotti disposti alla rinfusa e da rottamare essi stessi. In più, organi della pubblica illuminazione accatastati con alcuni nascosti dalla erbacce. Erbacce padrone di questa parte della struttura sportiva con un cumulo di terra quasi all’ingresso ed altri di erba secca sfalciata lasciata a marcire ai lati della recinzione. Ma da dove arrivava il fetore? Da alcuni container esterni allo stadio, posizionati in un’area asfaltata, a Nord, che, probabilmente doveva fungere da parcheggio e che, invece, è adibita ad una sorta di deposito di pattume. Ai confini dell’area molti scarti vegetali seccati dal tempo. Questo, almeno, quel che abbiamo visto e fotografato dalla tribuna. Ovviamente, appena finito l’incontro di calcio, il cronista è uscito dalla stadio e, dopo aver superato una catena di sbarramento, sopportando a fatica la puzza, si è recato tra i grossi contenitori, presente anche un mezzo meccanico. Ebbene, i megacassoni erano alcuni ripieni di rifiuti solidi urbani di varia... qualità, altri erano semivuoti, altro vuoti. In uno di essi, aperto, abbiamo fotografato materassi, una carcassa di televisore, parti di mobilio. Che fare? Comune di Nova Siri, pensaci tu.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie