Lunedì 27 Settembre 2021 | 12:33

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

e Non dà lustro al lido

L’ex area pic nic versa
in stato di degrado

L’ex area pic nic versa in stato di degrado

ANGELO MORIZZI

METAPONTO - Da zona di pregio, all’ingresso del Lido di Metaponto, a spazio degradato, dalla fatiscenza e dagli incendi. L’area picnic del centro balneare jonico versa, ormai da tempo, in condizioni estreme. E non costituisce certo un bel biglietto da visita per chi si accinge a balneare sulla spiaggia degli dei. Recentemente insignita di Bandiera Blu. Protestano gli operatori turistici, che chiedono, incessantemente, anche attraverso la rete delle reti, provvedimenti di bonifica a breve termine. Per preservare l’immagine rifatta di una località tanto rinomata, quanto tartassata. Qualche tempo fa, l’area picnic, appositamente recintata, offriva numerosi posti a sedere attrezzati, con altrettanti tavoli in legno, disseminati all’interno di uno spazio verde boscato. Gestita da privati, con apposito chiosco bar. Adesso, invece, è solo un orrendo ammasso di arbusti inceneriti. Triste spettacolo per l’immagine della perla dello Jonio.

L’assessore al Turismo del Comune di Bernalda Domenico Calabrese ci spiega che il Municipio ha le mani legate, in quanto non ha competenza sull’area in degrado. «La zona è di gestione demaniale. Ma, attualmente, vi grava un fallimento gestionale. Per cui la responsabilità è di un curatore fallimentare. Il Comune di Bernalda ha richiesto al demanio l’acquisizione dell’area in questione, ma non può acquisirla finché non si chiude l’istanza di fallimento. Il curatore, dal canto suo, non ha risorse per sistemarlo. Finora è intervenuto solo per un piccolo intervento operato nel mese di aprile. L’incendio ha poi aggravato la situazione dal punto di vista visivo. Ma l’ex area picnic era inagibile già in precedenza».

Ad incontrare le parti in causa è stata, nei giorni scorsi, l’assessora all’Ambiente Giusy Cirigliano. Che precisa: «Attualmente il detentore dell’area è il curatore fallimentare, ma i veri proprietari sono altri due soggetti. Per la maggior parte la Riserva forestale e per la restante il Demanio. Il Comune di Bernalda – aggiunge la Cirigliano – ha sollecitato più volte il curatore fallimentare che, nel periodo di Pasqua è intervenuto con le risorse che aveva a disposizione. La settimana scorsa, invece, sempre su richiesta del Comune, che, purtroppo, su quella zona non ha alcuna competenza, è stato fatto un ulteriore sopralluogo. Alla presenza delle parti in causa e di un nostro tecnico municipale. Viste le condizioni malsane, i proprietari si sono impegnati a porre in essere inziative urgenti di intervento. Prima ancora che l’area venga restituita dal curatore quando sarà chiusa l’istanza di fallimento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie